Home Musica Interviste Paola Turci torna con più fascino e grinta che mai: Conferenza Stampa...

Paola Turci torna con più fascino e grinta che mai: Conferenza Stampa a Sanremo

Paola Turci torna nella sua nuova versione 2.0 con "Farsi Bella per Lei" e mette tutti d’accordo.

621
0
SHARE
Paola Turci
Voto Autore

di Adrien Viglierchio

Paola Turci ieri sera è tornata all’Ariston presentando un brano inaspettato, in una veste di sé totalmente rinnovata.

Appena arrivata in sala si è percepito un’energia di lei totalmente nuova, una luce davvero grande, sintomo che Paola ha davvero trasformato se stessa lavorando sul proprio “IO”, sul suo rinnovamento personale e percorso di Vita.

Paola Turci

Apre direttamente il microfono dicendo:

Ciao a tutti, voglio che sappiate che nel 1990 fu il mio primo festival proprio al Palafiori, quindi per me è davvero molto bello essere qui in questa Sala Stampa, una bellissima emozione”.

Continua raccontandoci come è avvenuto il suo cambiamento interiore, grazie anche all’incontro con Giulia Anania, autrice del brano in gara:

Giulia per me è stato l’incontro più felice di questi ultimi tempi e riesce a tirarmi fuori quello che rimane fermo e rimane nascosto in me. Lei ora è qui con me, arrivata ieri a Sanremo e sono felice che sia qui a godersi questa nostra nuova esperienza”.

E ci racconta la sua canzone, motivo determinante che le ha fatto prendere la scelta di proporla per questo Festival 2017:

La canzone è un inno alle donne apparentemente ma in realtà è un inno a me stessa, è autobiografica. Lo dico a me stessa ‘Fatti Bella per Te’. Ho passato anni a tentare di essere forte, a far finta di vivere e mi sono accorta che stavo mentendo a tutti quanti dopo il mio incidente, ho pubblicato un libro e mi sono davvero sentita meglio per essere autonoma e indipendente. Ho fatto questo scatto e mi sento di presentarmi al festival completamente nuova. E’ un tipo di canzone totalmente nuova per me. Canto a voce molto alta e non è mai successo. Sono senza chitarra e non è mai successo. Un Cammino che mi ha aiutata e mi ha fatto molto bene. Qualche paura rimane, sono umana, anzi sono tra le peggiori molto spesso, ma non mi faccio più intimidire ne condizionare da nessuno“.

E ci racconta com’è andato l’incontro con Carlo Conti per l’ascolto del brano affinché venisse scelto per questa edizione:

Ho avuto un altra canzone oltre questa con cui sono rimasta folgorata dall’incontro con Giulia, una canzone che sentivo ancora più forte di questa, ma lo scoprirete nell’album. Quando l’ho fatta sentire a Carlo Conti mi ha risposto ‘si è molto bella e molto intensa ma è anche molto estrema, ed è probabile che si fermi qui e non sia propriamente adatta al Festival“.

Paola Turci

Continua Paola:

Quindi abbiamo optato per ‘Farti bella per Te‘. Sono 2 canzoni diverse ma molto importanti e all’ascolto del primo ritornello Carlo si è subito esaltato“.

E conclude con noi la sua chiacchierata raccontando dei suoi difficili momenti e della sua tangibile trasformazione come persona e come donna:

24 anni fa ho interrotto il sogno di diventare attrice, poi mi sono spaccata la faccia, ero andata in scena, ho incontrato Scola, Monicelli, avevo un agenzia, stavo avviando una carriera di attrice, mi si sono cambiati i connotati, ma poi sono riuscita a scrivere un libro per me molto importante e grazie ad esso un direttore di teatro mi ha cercata e mi ha chiesto di metterlo in scena con un Monologo. E’ stata dura, ma è stato bellissimo, importante, imponente, mi ha dato molto ossigeno – il direttore del Teatro Menotti è Emilio Russo – Nel Brano non ci sarà una chitarra acustica ma una chitarra elettrica sempre suonata da me in studio“.

Paola Turci

In Sala Stampa Lucio Dalla, vi confermo, Paola Turci ha emanato un energia e una sensualità unica e soprattutto una consapevolezza notevole di se stessa, segno che le ha permesso di rinnovarsi artisticamente.

Chi scrive fa il tifo per lei, per il suo bellissimo brano che ha un Testo, a firma appunto di Giulia Anania, ancora migliore, e autori come Davide Simonetta che ha contribuito a rendere il brano energico e innovativo. Ovviamente va dato anche il merito   all’arrangiamento di Luca Chiaravalli che sta dando nuova veste agli arrangiamenti elettronici di questi anni.

 

 

Commento su Faremusic.it