Home Authors Posts by Michele Caccamo

Michele Caccamo

Michele Caccamo
87 POSTS 0 COMMENTS
Poeta drammaturgo e scrittore. Pubblicato e tradotto all'estero, conosciuto nel mondo arabo come il Poeta della fratellanza: per la sua attenzione all'integrazione e il suo impegno letterario nell'incontro tra popoli e religioni. È anche autore di testi di canzoni. Ha pubblicato finora sedici volumi di narrativa e poesia

Cristicchi, il coltivatore di vigne

Ci è venuto a trovare un coltivatore di vigne e ci ha tagliato il respiro. Sembrava venisse da dove inizia l’universo, e che avesse...

“Carissimo Luigi”, perdonaci

Ci hanno detto che la tenevi fra le dita come un gioiello e che la giornata era fredda. Che era irreparabile dalle tue labbra...

STABAT MATER – E Franco Simone ci fa inginocchiare.

Figlio mio questo è l’ultimo posto che visiteremo, ed è l’ultima volta che avrai un volto umano. C’è odore di marcio, è l’ora della...

Grazia Di Michele è un’ape veloce, che buca

Ti mette gli occhi alla rovescia, e piega i cieli i muri e le porte della tua casa. E tu guardi la navigazione degli uccelli...

Tommy si è tuffato

Tommy aveva un’altra faccia. E credeva che il tempo gli fosse già finito. E che fosse diventata chiara la sua parte. Ha pensato che vi...

Hallelujah, una potenza gentile

Hallelujah E prima che il tempo possa farci mancare il respiro, Hallelujah. Non vorrei dover partire, dover lasciare questo tuo lucentissimo richiamo. Ma noi due rimaniamo...

L’infinito di Vecchioni, mentre nel mondo piove

Che a volte l’immenso può contenere poco, e si guardano le pieghe che cadono sul frontale e alcune macerie che poi sono i semi...

Un dito nel culo, a Corinaldo

Alla fine li hanno messi in asfissia. Tutti quasi senza vita. Nessuno di loro aveva imparato nulla dagli amici. Nessuno credeva potesse esserci un segnale...

Goran, Dio è meno vivace di te… ti supplico, torna indietro

Non credevo mi lasciassi un martello nella testa, mi mettessi in un universo vuoto. Mi hai piantato qui, così. Cazzo, potevi aspettare. Opporti a Dio: Lui...

Aretha, la donna rossa

Le fibre di cotone hanno un punto grezzo, che quando lo trovi non hai più il coraggio di guardarti le mani. E raschiano, come...

Alessandro e Fabio, due cuori fuori dalla Chiesa

Le piumette della lavanda ci lasciavano correre, e fare polvere. Come volessero farci abbandonare ogni sorta di ordine, il povero pensiero del nostro giudizio. Ed...

Il richiamo improvviso di Neri Marcorè, o il quadro naturale di...

Riflessioni dallo spettacolo Come una specie di sorriso. Omaggio a Fabrizio De Andrè di Neri Marcorè. . Ho visto gli indiani marcare il territorio, stare fermi e...

La poesia romantica di Baglioni e la “lucida e grassa ignoranza”...

È nel canto universale, progressivo e battente, in quel suo perpetuo divenire, che il frammento del verso trova l’evoluzione migliore.  È in quell’essere vivi...

Favino aveva la bocca di Cristo

Ieri sera qualcuno ha bussato; ha fissato un chiodo nel tempo, immobilizzandolo. Si era messo in mezzo agli occhi la pietà, il sogno del Poeta....

Tempo presente, un avvertimento nel bel canto

Ci si piega, quando si è stanchi dell’attesa. E poi arrivano davanti agli occhi le facce piatte, che si immaginano come l’unico possibile corale...

Per l’anno nuovo. Dio, io vorrei

Vorrei, già dalle prime ore, raccogliere i frammenti dei miei ossicini portati al fosso, e prima che possa giungere la notizia riuscire a dire...

E allora, allora, ammazzateci tutti – La profezia di Venditti

di Michele Caccamo E via, ancora via: più svelti o saremo rospi che tremano; saremo tanti nani braccati e messi alla porta. E via, ancora via:...

La spina nel fianco, con Eugenio Bennato

di Michele Caccamo Ci sono le anime chiassose, e un tamburo che indurisce l’aria. Torna adesso fuori, in questa parte disperata del Sud, la ruggine...

Le vite nuziali di Enrico Ruggeri

di Michele Caccamo Il mare vuoto sa essere un’ansia senza limite, ha le stesse bruciature della notte. A pensarci anche questa libertà mi è nemica: buona...

L’Epoca che respira, con Mariella Nava

di Michele Caccamo Perché il pop ha bisogno di un trionfo d’oro, dopo l’avvenuta scadenza. E sembra questa volta vi sia un nuovo nido di...

Locasciulli e le cento vite comuniste: “Piccoli Cambiamenti” per una Rivoluzione

di Michele Caccamo Piccoli cambiamenti per una Rivoluzione «dove andiamo?», «non lo so, ma dobbiamo andare»* E i pistoni dell’auto saltano fuori dalle fasce. Come volessero fuggire...

Manchester, Saffie Rose: Ero piccola come le mie unghie

di Michele Caccamo Ero piccola come le mie unghie. Sotto a quel palco, a Manchester, ero un uccellino, e mi perdevo davanti a quei due metri...

“Mare dentro” di Bungaro è l’alba dell’allodola – Un’opera musicale felice...

di Michele Caccamo I pesci con le ali sfiorano la proda sabbiosa, e si girano sui fianchi e volano come farfalle. Poi si rituffano nelle...

Il primo maggio, come un banco al mercato

di Michele Caccamo Vi ho trovato, sotto al palco, migliaia di nani persi a saltellare: come volessero infilare ognuno una cruna d’ago. Eppure io lo speravo...

Chiara e le fate – RECENSIONE dell’album “Nessun Posto è Casa...

di Michele Caccamo E si cade in un’illuminata freschezza: come se a guidarci fossero i passi di una bambina, e le sue fate che rilucono dall’alto. Qui...