30 C
Milano
venerdì, Giugno 18, 2021

Ultimi post

Battiato, ancora vergine

Voto Utenti
[Total: 1 Average: 4]

Così ti è finita la parte infame dell’esistenza. Noi rimaniamo qui, per terra.

Rimaniamo con i polmoni pompati dalla vigliaccheria. E siamo sempre mischiati in qualche corteo partigiano, in mezzo al furore dell’umanità, sotto le unghie del potere; qui sotto nella tenebra.

Così ti è finita la voce sinfonica. Noi rimaniamo qui per terra come vermi impauriti, come ogni altro animale, a vivere sotto a un dolore sempre più mostruoso, grandissimo. Rimaniamo condannati a veder le nostre coscienze ispessirsi, e non basteranno tutte le armature per contenerle: esploderanno e sarà pubblico il loro veleno.

Così ti è finita la fame. Ti hanno riempito la pancia di morsi per prendersi la vita. Ma ti hanno trovato assente, perché ti eri già perso tra le anime sante.

Così ti è finita la vista e hai smesso di stare come una lampada alla finestra affinché passasse il buio.

Così ti è finito l’udito. E tutte le violenze dell’uomo.

Così ti è finita la pazienza. E la voglia di pregare per questa umanità che ha solo cervello e carne.

Ti ho immaginato mentre ti levavi il peso di tutte quelle fiale utili a farti rimanere; mentre diventavi un sole nella natura infinita, mentre ti innalzavi favoloso e veloce pronto a dissetare la tua arsura di Dio.

Così ti è finita la parte infame dell’esistenza, sei andato, passandoci sulle teste come una scintilla di luce.

Così sei, ancora vergine.

Facebook Comments

Latest Posts

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

Facebook Comments