Home Musica Recensioni Album “Citazioni e altri delitti”, il nuovo disco dei Malaparte – RECENSIONE

“Citazioni e altri delitti”, il nuovo disco dei Malaparte – RECENSIONE

"Citazioni e altri delitti" è la recente pubblicazione dei “Malaparte”, Rock Band campana. Led Zeppellin, Deep Purple, le influenze anni'70

301
0
SHARE
malapensa
Voto Autore

 

Citazioni e altri delitti” non è un giallo, ma la recente pubblicazione dei “Malaparte”, rock band attiva da ormai più di dieci anni e composta da Carmine Ricciardi (voce e chitarre), Carmine De Vita (tastiere e cori), Raffaele Maffei (chitarre ritmiche e cori), Giuseppe Diego Nocito (basso) e Pasquale Tomassetta (batteria).

Originari della Campania, province di Avellino e Salerno, avevano pubblicato in precedenza altri due album, nel 2008 e nel 2013; il titolo di questa ultima pubblicazione confessa in modo diretto le intenzioni dei cinque, ovvero una sorta di ammissione di colpa riguardo alle influenze musicali che caratterizzano la loro formazione musicale e le loro creazioni: il rock degli anni 70 ma anche il grunge, il progressive, anche certo pop anni 80-90 e, perché no, il rock italiano

Rock in italiano? finalmente!

A questo proposito, colpisce innanzitutto l’efficace uso della lingua nazionale, peraltro in genere considerata inadatta: suona bene invece, i testi (opera, come la maggior parte delle musiche, di Ricciardi) si capiscono, scorrono e non sono per niente banali, parlano di vita, della realtà che ci circonda, di riflessioni e di situazioni quotidiane, e interagiscono perfettamente con le linee melodiche.

Citazioni, non imitazioni

Le “Citazioni” più evidenti appaiono riguardo il sano rock dei Led Zeppelin e dei Deep Purple, oltre a certe “trappolette ritmiche” come quelle dei Dream Theater nel brano “Presenze”. “Maschere” è uno dei pezzi con le soluzioni armoniche più interessanti, e anche qui fanno capolino delle scomposizioni ritmiche non gratuite oltre a delle gran chitarre, distorte “grosse” come rock comanda. 

Il brano di apertura, “Sottosopra”, ha qualcosa di orientale, come del resto la breve e allusiva “Bhata” e la intro di “Sorridere sempre”, il tutto è proposto in modo affascinante, evocativo e soprattutto non paraculetto caciarone-finto balcanico stile concertone del 1° maggio. Sospiro di sollievo… 

In generale l’atmosfera è da band molto democratica, in cui ognuno mette del suo in maniera molto entusiasta e presente, forse a volte un po’ sovrapposta ma comunque divertente e viva: è facile ipotizzare che il prodotto live sia energico, dinamico e molto coinvolgente.

malapensa

Una band che suona, eccome

I cinque sanno suonare e conoscono molta musica, il ritornello di “Essere o apparire” ricorda i Police, come anche l’atmosfera di “Matrimoni e delitti”, di rimando forse in questi due brani si indugia eccessivamente su riff e scomposizioni varie; comunque via via si ha conferma che le composizioni sono melodicamente e armonicamente molto ricche di idee in genere ben sviluppate, non ci sono concessioni a furbetterie varie ma gusto di creare e realizzare insieme.

“Parvenze di noi” ha forse qualcosa dei Pink Floyd, in ogni caso è un brano interessante, come del resto “Fà finta di niente”, caratterizzata da belle chitarre acustiche e da un bel basso; “L’alba” sfoggia un bel ritornello e un bel solo di chitarra, c’è un qualcosa dei Toto che sbircia tra i Sounddgarden un po’ onnipresenti, soprattutto ad esempio in “E tu dimentica” ma il tutto scorre in modo veramente gradevole e interessante, le “Citazioni” non sono per niente delittuose e comunque c’è tanto di autogeno ed originale.

Si tratta di un prodotto vivo, ispirato, studiato e realizzato con impegno ed entusiasmo, molto energico e ricco, che merita un buon riscontro e delle belle occasioni di proposta in concerto: c’è ancora del buon rock in giro, in italiano!

Produzione indipendente

Citazioni e altri delitti” è un prodotto indipendente non solo di facciata. Prodotto da XXXV e Malaparte, è stato registrato da maggio a luglio del 2017 presso lo Studio 35, Cava De’ Tirreni (SA) da Johnny Paglioli. La Produzione artistica è di Label 35. Carmine Ricciardi è il produttore esecutivo, mentre Amedeo D’Ambrosio presso Palmoleta Studio ad Atripalda (AV) ha curato la pre-produzione; Missaggio, Johnny Paglioli, Studio 35. Mastering effettuato da Stefan Noltemeyer, Tonstudio, Spanische allee 37, Berlin.

malaparte

Tracklist “Citazioni e altri delitti” – Malaparte

  1. Sottosopra
  2. Presenze
  3. Maschere
  4. Le cose che non hai
  5. L’alba
  6. E tu dimentica
  7. Bhata
  8. Sorridere sempre
  9. Matrimoni ed altri delitti
  10. Fa’ finta di niente
  11. Essere o apparire
  12. Parvenze di noi

Si ringrazia Emiliano Nivelli per BTS Ufficio Stampa

Commento su Faremusic.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here