12.4 C
Milano
martedì, Marzo 2, 2021

ERMAL META: NUOVO ALBUM “TRIBÙ URBANA” USCIRÀ A MARZO

Ermal Meta, dai suoi profili social, ha appena annunciato l'uscita, il prossimo 12 marzo, del suo nuovo disco di inediti dal titolo "Tribù urbana"

Ultimi post

Cammariere, che ci vorrebbe far mangiare la luna

Voto Utenti
[Total: 2 Average: 4.5]

C’è sempre qualche immortale che lui scova, e poi lo mette alla ricerca di un odore da mantenere sotto il naso; di una ragionevole traccia domestica che lo faccia riposare, o perfino di un qualche orologiaio capace di raddrizzargli il tempo.

Sembra che lui sia capace di sistemare fili di fosforo tra le stelle, flauti e confetti di mandorla nei pensieri. Sembra lui sia un mago olimpico.

Io non credo che Sergio faccia caso alla vita, perché lo sa che la realtà è nulla. Lui sa che stare in questo mondo è dover mantenere la testa sott’acqua.

Sergio ha il cuore nell’anteriorità dell’innocenza; sembra non abbia una misura umana. Con le sue dita chiude in una buccia l’esistenza di chiunque: perché nulla debba accadere al di fuori della quiete.

Sergio apre i suoi ventagli per facilitare la nostra respirazione; ci ossigena se vogliamo scappare via, con tutte le nostre angosce appese alla cintola.

E allora usciamo dalla nostra caverna di granito, sperando che la sua musica non finisca mai. E annaspiamo come capita quando si ha troppa luce, quando si hanno nelle orecchie tanti suoni sconosciuti. E allora siamo esche, uomini incapaci di resistergli.

Sergio chiede di essere perdonato se non è rimasto nascosto, se ha riempito di tesori la sua musica, se è stato lui il gattone nei nostri grovigli.

Sergio ci ha accorciati, screpolati come argille; gli abbiamo anche permesso di perquisirci affinché fosse sicuro noi fossimo per davvero impauriti.

Prima ci ha tenuti come delle vecchie foto, poi ci ha riverniciati.

E allora abbiamo creduto di essere diventati uomini nuovi, di essere diventati i suoi fratelli diletti. E abbiamo iniziato a credere che eravamo arrivati “alla fine di tutti i guai”.

Sergio ha reso umido il potere terreno, senza nessuna fedeltà lo ha scassato.

Quando ha avuto bisogno di sogni ha chiamato il cielo, e ci ha portati tutti quanti in salvo, così lontani che avremmo potuto anche mangiarci la luna.

sergio cammariere

Latest Posts

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.