Home "Il Tasso del Miele" di Michele Monina A A A Amanda Palmer italiana cercasi

A A A Amanda Palmer italiana cercasi

Michele Monina lancia una sfida al cantautorato femminile italiano, affinchè si compia una rivoluzione simile a quella che l'artista Amanda Palmer sta conducendo in America.

2533
0
SHARE
Voto Autore

di Michele Monina

Siamo in estate, e ho deciso di lanciare una sfida.

Sempre mantenendo la promessa di occuparmi di cantautorato femminile, e sempre partendo dal presupposto che, col progetto Anatomia femminile, sono ormai circa cinque anni che monitoro la scena in questione, avendo in esso coinvolto circa una cinquantina di artiste.

Premessa alla sfida è la gigantesca figura di Amanda Palmer. Non la conoscete? Cospargetevi di pece e piume e girate per le vie del centro, poi, tornati a casa, googolatela e entrate carichi di meraviglia nel mondo di una artista degna di quel nome.


Foto Gallery – Amanda Palmer [Fonte Foto-Varie su Internet]

Ecco, la sfida che lancio alle nostre cantautrici, quelle coinvolte nelle due edizioni di Anatomia femminile, ma anche le altre, quelle che sono passate dal Premio Bianca D’Aponte, da Musicultura, dal Tenco. O anche quelle che non ho avuto ancora il piacere di incontrare, né di persona né artisticamente. La sfida è questa: chi di voi si sente in grado di incarnare, in Italia, la figura di Amanda Palmer?

Chi, cioè, si sente di farsi in qualche modo protagonista di una sorta di rivoluzione musicale, che parte dal crowdfunding per reperire fondi e poi diventa altro, la possibilità e capacità di farsi promotrice di una generosa campagna di sensibilizzazione verso l’arte di chiedere, una curiosa incursione nel mondo dei libri, della musica, del teatro, con la musica sempre lì, centro e baricentro del proprio mondo artistico.

Chi si fa avanti? Chi viene qui a sorprendermi? Fatevi sotto.

[youtube id=”PKiTTCNHdjk”]

SHARE
Previous articleIl Caso Ruggeri e il pane e salame
Next articleFrancesco incontra finalmente Bob
Michele Monina
Sono nato in Ancona nel 1969 e vivo mio malgrado a Milano ormai da diciassette anni. Diciassette anni nei quali ho pubblicato sessantasei libri, prevalentemente biografie di cantanti, ma anche romanzi, reportage e libri su sport e cultura popolare. Ho lavorato a MTV, scritto per radio e teatro e da qualche tempo sono passato dall’altra parte della barricata, producendo dischi e scrivendo canzoni conto terzi. Ora scrivo anche sul Fatto Quotidiano. Ho una moglie e quattro figli, motivo fondamentale per cui negli ultimi anni ho fatto così tante cose.

Commento su Faremusic.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here