29.4 C
Milano
venerdì, Maggio 20, 2022
No menu items!

Ultimi post

Ricordo di un grande, Enzo Jannacci

di Mara Maionchi

Enzo l’ho conosciuto quando ho lavorato alla Ricordi, e non posso dimenticarmi le risate che mi faceva fare ogni volta che veniva a trovarmi in ufficio.

Enzo, oltre a essere una persona di grande sensibilità, aveva in sé proprio una naturale inclinazione artistica che si poteva declinare in tanti modi. Era un autore di testi, un musicista, un cantastorie, uno sceneggiatore televisivo e cinematografico, ma tutto questo non basterebbe a spiegare la potenza di tutta la sua arte, e il suo modo così personale di essere artista.

Bastava uno spunto, come un atterraggio a Punta Raisi, per una convention della Ricordi, e lui ci faceva morire dal ridere, nel farci vedere come l’aereo sarebbe atterrato in quell’aeroporto.

Potrei citarvi tutte le sue canzoni che mi piacciono di più, ma quella che ricordo sempre volentieri é “Se me lo dicevi prima”, presentata al Festival, e che mi sembra ancora così attuale perché penso che ognuno di noi, nella sua vita, ha sicuramente incontrato qualcuno che gli ha detto “Ma se me lo dicevi prima…

Un abbraccio a Paolino e alla sua mamma.

Facebook Comments

Latest Posts

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.