22.5 C
Milano
venerdì, Maggio 20, 2022
No menu items!

Ultimi post

La Virtual Room dell’ Eurovision

Voto Utenti
[Total: 0 Average: 0]

Strana prospettiva quella della “Virtual Room”. Quest’anno FareMusic si trova al suo interno da una finestra virtuale che permette di spostarsi in modo articolato all’interno del mondo Eurovision 2022 di Torino, attraverso un portale dinamico e strutturato in modo tale da farti scegliere e assistere alle informazioni necessarie per conoscere tutti i partecipanti in modo approfondito.

.

Una volta loggati, si accede al nostro menu personale e da qui si visualizza il nostro Badge con una serie di menu a tendina in grado di fornirci moltissime informazioni, come la chat interna tra giornalisti e blogger, l’interazione immediata per uno scambio di info utili, oppure il programma dettagliato giorno per giorno, l’accesso ai contatti degli uffici stampa con tutto il materiale stampa personalizzato e scaricabile di ogni artista. Ovviamente c’è la possibilità di prenotare online le interviste (anche se gli artisti, si sa, sono spesso impegnati o già prenotati). Sia su laptop che su smartphone abbiamo l’applicazione dedicata che ci ricorda gli appuntamenti fissati ma solo sul portatile possiamo visualizzare l’accesso diretto alla regia in HD di Duccio Forzano e Cristian Biondoni. Ad aiutarli nella regia davvero suggestiva e tecnologica c’è CUE PILOT, un software che permette di sincronizzare stacchi, luci, camere e montaggio. Ma i registi non hanno un gran margine di libertà sulla resa visiva delle esibizioni.

Dando un’occhiata alle prove generali, gli stili si riconoscono, anche solo da qualche dettaglio, e ci si può divertire a immaginare quali siano stati i suggerimenti dati dai registi e poi accolti dalle delegazioni. Questo rende lo show piuttosto vario (o anche disomogeneo) nella resa visiva: in qualche caso si ha la sensazione di vedere esibizioni completamente definite dalle delegazioni – nell’uso delle luci, nella morbidezza dei movimenti, nella scelta delle inquadrature -; in altri casi il tocco dei registi è più marcato. Per gli appassionati è un ulteriore gioco da godersi nel ‘gran circo’ dell’Eurovision.

Noi, al momento ci studiamo le prove e sul nostro schermo appare a caratteri cubitali la scritta “PROHIBITED TO FILM THE SCREEN”. Ovviamente, ci mancherebbe altro, non ci sogniamo di spoilerare nulla, ma qualche aneddoto in esclusiva quello si che possiamo dirlo. Come un Mika straordinario e professionale: la sua eleganza traspare coi tecnici e il suo essere poliglotta ci trasporta sempre nella bellezza di un artista completo. Lui in prova ancora col cappellino bianco a visiera rovesciata, mentre Alessandro Cattelan e Laura Pausini sono già cambiati d’abito mentre eseguono tutto secondo i piani. Ovviamente c’è molta libertà e qualche volta si lasciano andare a qualche strafalcione divertente o qualche parolaccia simpatica in romagnolo.

Il bello della diretta dell’accesso alle prove in Virtual Room è che si possono riascoltare le prove, come sta succedendo proprio ora, mentre scrivo, riascoltando per la seconda volta le prove di Romania, Macedonia, Polonia, Belgio e Repubblica Ceca, visto che per problemi tecnici hanno dovuto ripetere l’esibizione.

Le performance di Eurovision sono e saranno sempre un potpourri eterogeneo letterario e musicale di vari stili. Completamente inutile affidarsi a prese di posizione troppo dure o morbide legate a questo evento. Anche perché le delegazioni sono estremamente professionali e tengono molto alla gara e al proprio artista. Dagli uffici stampa si leggono i percorsi di questi artisti e sono tutti molto articolati. Le scelte dei brani possono essere discutibili su molti fronti ma ci troviamo di fronte comunque a delle “Performance” dove, in molti casi, ci può essere meno convinzione musicale ma più coreografia con un inciso “tormentone” ballabile, ma in altri casi ci sono davvero delle splendide voci che sanno cantare e spesso sono da soli a farlo reggendo un palco internazionale. Siamo tutti orgogliosi che Torino rappresenti l’Eurovision e che le copertine di presentazione tocchino i luoghi più belli della nostra Italia ripresi attraverso un drone.

BUONA VISIONE

Facebook Comments

Latest Posts

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.