9.8 C
Milano
venerdì, Ottobre 30, 2020

I 50 anni dalla morte di Janis Joplin in un concerto al Teatro del Buratto a Milano

"Janis, take another little piece of my heart" è uno spettacolo al Teatro del Buratto, di Milano, per i 50 anni dalla morte di Janis Joplin

Ultimi post

STING: a novembre esce la raccolta “DUETS” con l’inedito “SEPTEMBER” feat. Zucchero

STING pubblicherà il prossimo 27 novembre il suo nuovo album “DUETS”. L’album contiene un brano inedito con ZUCCHERO “SUGAR” FORNACIARI

MILEY CYRUS torna con un nuovo album, “PLASTIC HEARTS”, in uscita a novembre

MILEY CYRUS torna con un nuovo album "PLASTIC HEARTS", in uscita venerdì 27 novembre (RCA Records) e già disponibile in pre-order

Stop a cinema e teatro. È davvero così necessario fermare la cultura?

Ancora una volta a pagare il prezzo più alto nel nuovo Dpcm dello scorso 25 ottobre sono l'arte e la cultura. 

L’appello del maestro Muti per la cultura e la risposta del premier Conte

A seguito ultimi DPCM, Riccardo Muti lancia un appello al premier per riaprire teatri, cinema e luoghi di cultura. Conte risponde

Tutti nudi sul palco

Voto Autore

di Michele Monina

In genere quando si parla di artisti, di rockstar, che ci abituano a eccessi e stravaganze si dice: “chissà cosa faranno per stupirci la prossima volta?”.

La frase sottintende da una parte una lieve disapprovazione per i suddetti eccessi e stravaganze, dall’altra la curiosità di vedere fin dove si può spostare l’asticella.

Ecco, sicuramente Miley Cyrus, ex stella di casa Disney, nei panni di Hannah Montana, sta incarnando alla perfezione il ruolo di rockstar tutta eccessi e stravaganze. Una che occupa quotidianamente o quasi le pagine di costume per un qualche suo guizzo, spesso slegato al suo mestiere di cantante.

È di pochi giorni fa la notizia del lancio del tour legato al suo ultimo album che l’ha vista in compagnia dei Flaming Lips, “Miley Cyrus and her dead petz”, un album, ricordiamolo, regalato online a fine agosto, in barba a certe regole del mercato. A darne conto è proprio il leader della band americana, Wayne Coyne, attraverso la propria pagina Instagram.

Non bastasse già la curiosità di vedere trasposto su un palco questo lavoro davvero bizzarro, che ha visto una cantante pop assolutamente mainstream a fianco di una band rock sperimentale, ecco che Wayne ci mette a conoscenza di una trovata che sicuramente non mancherà di far discutere. Uno dei set del live, infatti, apprendiamo dalle sue parole, vedrà Miley e i Flaming Lips sul palco completamente nudi.

Ora, vedere Miley nuda non è che sia esattamente una cosa rara. Chi la segue, anche involontariamente, ben sa come ami mostrarsi al naturale. Lo fa praticamente in ogni occasione, attraverso i suoi canali social, nelle copertine dei magazine, magari anche nei video. Ha fatto sua anche la campagna Free The Nipple, che tenta di equiparare il topless femminile a quello maschile, riscontrando del sessismo nelle censure dei social per i capezzoli femminili, e nel farlo ha mostrato i suoi seni in ogni dove.

Non solo, Miley sta facendo un vero e proprio lavoro certosino per sdoganare il nudo femminile, partendo da un corpo certo giovane ma non perfetto, non ascrivibile ai canoni del bello a tutti i costi che impera da tempo, lei nuda e normale, o normale e nuda, fate voi, un po’ come da tempo sta facendo anche Lady Gaga, ancora meno perfetta di lei, stando a quei canoni.

La strepitosa campagna Happy Hippies, del resto, che la vede regalare brani in rete, spesso in compagnia di colleghi improbabili, da Joan Jett a Ariana Grande, impegnate in cover di brani allo scopo benefico di raccogliere fondi per una serie di case comunità sorte in giro per gli USA, pronte ad accogliere chi si trova costretto a scappare di casa perché non accettato per il proprio orientamento sessuale, dice in effetti molto sulla apertura mentale della nostra, una che non ci sta a farsi incasellare in paradigmi ideati da altri.

Libera e nuda.
Ecco, quindi diciamo che Miley Cyrus nuda non è una notizia, anche se fin qui si era limitata, durante i concerti, a mostrarsi coperta pochissimo, quasi per nulla, ma mai si era mostrata completamente nuda. E lo stesso si può dire dei suoi nuovi soci, meno attivi su questo fronte, ma decisamente altrettanto estroversi e poco inclini a seguire le regole.

La vera notizia, però, è che l’essere nudi non riguarderà solo gli artisti sul palco, ma anche il pubblico. Tutti nudi alla meta, come dicevano i conduttori di un noto show musicale negli anni Ottanta. Sì, per una intera gig del concerto di Miley Cyrus and her dead petz, Miley, i Flaming Lips e tutto il pubblico si spoglierà completamente e se ne starà lì, chi a cantare e suonare, chi ad ascoltare, come mamma li ha fatti. Un modo, si suppone, per eliminare ulteriori filtri, per abbattere ulteriormente le distanze.

Neanche Amanda Palmer, artista irriverente che ha fatto del mostrare il proprio corpo nudo un mezzo per combattere sessismo e maschilismo era arrivata a tanto.
Si fa anche un riferimento alla presenza di latte, e di un video, dal che si capisce che il tutto verrà immortalato per lanciare il brano Milky Milky Milk.

Non rimane che aspettare un mese, a novembre, quando il tutto partirà e il video prenderà corpo per capire se di pura provocazione mediatica o di vera e propria rivoluzione si tratta. Lo sapremo attraverso i media, tanto in Italia uno show del genere non avrà mai luogo, questo è certo.

Latest Posts

STING: a novembre esce la raccolta “DUETS” con l’inedito “SEPTEMBER” feat. Zucchero

STING pubblicherà il prossimo 27 novembre il suo nuovo album “DUETS”. L’album contiene un brano inedito con ZUCCHERO “SUGAR” FORNACIARI

MILEY CYRUS torna con un nuovo album, “PLASTIC HEARTS”, in uscita a novembre

MILEY CYRUS torna con un nuovo album "PLASTIC HEARTS", in uscita venerdì 27 novembre (RCA Records) e già disponibile in pre-order

Stop a cinema e teatro. È davvero così necessario fermare la cultura?

Ancora una volta a pagare il prezzo più alto nel nuovo Dpcm dello scorso 25 ottobre sono l'arte e la cultura. 

L’appello del maestro Muti per la cultura e la risposta del premier Conte

A seguito ultimi DPCM, Riccardo Muti lancia un appello al premier per riaprire teatri, cinema e luoghi di cultura. Conte risponde

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.