11.9 C
Milano
mercoledì, Aprile 21, 2021

Ultimi post

L’appello del MEI: “Non può esistere un mondo senza musica”

Voto Utenti
[Total: 2 Average: 4.5]

“Non può esistere mondo senza musica”: lo spot del MEI a sostegno del settore duramente colpito dal Coronavirus

Il MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti ha creato e diffuso in queste ore uno spot a sostegno del settore della musica, duramente colpito dalla crisi economica generata dall’epidemia da Coronavirus.

“La musica è cultura, economia, aggregazione, turismo e innovazione”, recita la campagna del MEI, “ci sono più di 10.000 imprese e oltre 50.000 persone ferme. Nessuno deve restare indietro! Non può esistere un mondo senza musica”.

L’appello è lanciato dal presidente del MEI, Giordano Sangiorgi, che spiega: “Nel giro di due mesi rischiamo di non vedere più il 30% delle etichette indipendenti a causa della mancanza di sostegno economico e soprattutto di tutele mai arrivate per il settore che è la locomotiva intellettuale e non solo di un Paese in cui il settore cultura vale dal 6% al 10% del prodotto interno lordo. Dobbiamo solo pensare che per ogni euro investito nella musica dal vivo, si “muovono” dai 10 ai 15 euro in altri settori e quindi, un settore fondamentale come quello della musica deve essere visto come una locomotiva dell’economia italiana e non come un industria che vende prodotti”.

La situazione per la musica in Italia con l’annullamento dei primi concerti ed eventi culturali, già da metà di febbraio, si fa sempre più tesa. Nella cosiddetta “Fase 2” che il nostro governo sta studiando e che dovrebbe partire dal 4 maggio, le regole anti-contagio da Covid-19, tra cui quella del distanziamento sociale, saranno inevitabilmente riconfermate. Tutti gli artisti, compreso Tiziano Ferro, dovranno rassegnarsi all’annullamento delle date estive. Rimane dunque ancora scoperta la soluzione per quanto riguarda il sostegno alle maestranze del settore poiché la musica non è fatta solo di pop star che potrebbero anche vivere di rendita, ma per il 95% è costituita da artisti e lavoratori indipendenti che oggi si trovano a dover fare i conti con una mancanza di reddito.

Senza adeguate leggi di tutela la cultura italiana rischia di affondare come una nave bellissima e maestosa, con a bordo tutti noi.

Chicca qui per mettere “Mi piace” al BLOG HIT NON HIT

Facebook Comments

Latest Posts

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

Facebook Comments