8.3 C
Milano
martedì, Ottobre 20, 2020

Francesco De Gregori presenta il libro “FRANCESCO DE GREGORI. I TESTI”

E' in libreria FRANCESCO DE GREGORI. I TESTI. Domenica 4 ottobre il libro verrà presentato all'Auditorium Parco della Musica di Roma

Ultimi post

Thelonious Monk e il Live inedito a Palo Alto, 50 anni dopo – RECENSIONE

Thelonious Monk è stato uno dei più grandi pianisti jazz di tutti i tempi, e è stato pubblicato il live inedito del 1968 a Palo Alto

Ennio Morricone: in uscita a novembre l’album postumo “Morricone Segreto”

"Morricone Segreto" è l'album postumo del maestro Ennio Morricone che raccoglierà brani dagli anni '60 a '80 più sette tracce inedite

Fedez dalla parte dei lavoratori del settore spettacolo

Ancora una Fedez si é dimostrato dalla parte dei più fragili, questa volta in favore dei lavoratori del settore spettacolo

Elvis Costello: nuovo singolo “Newspaper Pane” dall’album “Hey Clockface”

Oggi debutta “Newspaper Pane”, il quinto singolo dall’album di Elvis Costello di prossima pubblicazione, Hey Clockface

“Musicanti”, l’anima di Pino Daniele al Teatro Arcimboldi a Milano – RECENSIONE

Voto Autore

Ieri sera, al Teatro Arcimboldi è andata in scena la meraviglia. I Musicanti (leggi articolo precedente), il musical con le canzoni di Pino Daniele, prodotto da Sergio De Angelis, approda a Milano e la emoziona.

Su quello stesso palco, il 16 marzo del 2011, c’era stato lui, Pino Daniele, in un concerto strepitoso.

Musicanti, non è solo il musical con le canzoni di Pino Daniele, è la dimostrazione che quella sapienza musicale che mai dimenticheremo, oggi orfana di Pino Daniele, si rigenera, si ricrea, vive in una riuscitissima operazione artistica amalgamandosi con l’arte recitativa e con quella limpida teatralità napoletana.

Dalla scenografia, imponente, allo spettacolare lavoro d’insieme, la commedia musicale arriva ed emoziona, e si anima nell’unica direzione quella della consacrazione della musica di Pino Daniele a elemento narrante per l’amore, per l’Arte, per la musica, per Napoli, e diventa personaggio al pari degli altri.

Aveva ragione Massimo Troisi quando disse che: “Pino è un po’ l’Eduardo della canzone, un musicista che riesce a tirare fuori napoletanità e sentimento senza cadere nel folklore o nel partenopeo a tutti i costi”.

La storia è scritta da Alessandra Della Guardia e Urbano Lione e si muove con leggerezza e semplicità tra note luci strumenti, mentre si fa respiro di una scenografia che ha la forza evocativa di un presepe.

Il cuore pulsante è un locale il Ué man che, in seguito a un lascito, rischia di diventare l’ennesima macchina da soldi di un uomo, di malaffare, senza scrupoli. La risposta a questa sfida è un atto di coraggio, e infine è la parola Amore che vince su tutto, in una fioritura di emozioni. Il testo in Teatro è un pretesto, e qui, oltre a portare in scena l’amicizia, la meraviglia di quella Napoli piena di contraddizioni, la narrazione è l’intelaiatura sulla quale si innalzano note al cielo, grazie alle voci sensazionali degli attori… (verrebbe da fare dei paragoni, ma sarebbe svilente per alcuni nostri cantanti) e alla pulizia coreografica, sincronica. E tutto vive, si muove, si anima con naturalezza sostenuto certamente da autentico talento ma, fuor di dubbio, dall’anima.

La “resident band” d’eccezione è composta musicisti “amici” di Pino Daniele.

Da Fabio Massimo Colasanti, chitarra che cura anche la direzione artistica, a Roberto d’Aquino, basso, da Alfredo Golino, batteria, a Simone Salza, sax, e Elisabetta Serio, pianoforte-tastiere.

Il cast: Noemi Smorra, Alessandro D’Auria, Maria Letizia Gorga, Simona Capozzi, Pietro Pignatelli Enzo Casertano, Francesco Viglietti, Leandro Amato, Ciro Capano.

La regia, di Bruno Oliviero, è da applausi a scena aperta.

La standing ovation finale è per la bravura, per la Gioia che arriva, è perché non si perde mai la misura dello spettacolo, è un grazie a questo progetto intelligente, che può andare oltre ai confini emotivi di chi ama Pino Daniele, perché è una preghiera rivolta al cielo. E c’è una voce che ti risuona dentro, e ti dice, o ti fa credere, che quella poltrona rossa in prima fila deve sempre rimanere vuota, perché vuota non è, perché Musicanti è… tutta ‘nata storia…

Latest Posts

Thelonious Monk e il Live inedito a Palo Alto, 50 anni dopo – RECENSIONE

Thelonious Monk è stato uno dei più grandi pianisti jazz di tutti i tempi, e è stato pubblicato il live inedito del 1968 a Palo Alto

Ennio Morricone: in uscita a novembre l’album postumo “Morricone Segreto”

"Morricone Segreto" è l'album postumo del maestro Ennio Morricone che raccoglierà brani dagli anni '60 a '80 più sette tracce inedite

Fedez dalla parte dei lavoratori del settore spettacolo

Ancora una Fedez si é dimostrato dalla parte dei più fragili, questa volta in favore dei lavoratori del settore spettacolo

Elvis Costello: nuovo singolo “Newspaper Pane” dall’album “Hey Clockface”

Oggi debutta “Newspaper Pane”, il quinto singolo dall’album di Elvis Costello di prossima pubblicazione, Hey Clockface

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.