Home Cult Music LB/R La Bellezza Riunita dell’altro Battisti – Songbook con diversi artisti per...

LB/R La Bellezza Riunita dell’altro Battisti – Songbook con diversi artisti per il periodo di Lucio con Panella

Battisti e la "white side" della sua musica, il periodo con Panella e degli album "bianchi", in un progetto con diversi artisti del mondo indie. Titolo del disco "LB/R La Bellezza Riunita" di Industrie Discografiche Lacerba e distribuito da Audioglobe.

229
0
SHARE
battisti
Voto Utenti
[Total: 1 Average: 5]

Oggi voglio parlarvi di un’iniziativa discografica importante che riguarda Lucio Battisti e la sua seconda vita artistica (leggi articolo).
Nel periodo che va dalla fine della collaborazione con Mogol fino al 1994, anno della sua ultima pubblicazione musicale, Battisti ha avuto come paroliere il grande Pasquale Panella, poeta che ha firmato tantissimi successi italiani anche per altri artisti. Da quella straordinaria collaborazione sono nati 5 dischi, i cosiddetti album “bianchi”, nei quali la sperimentazione lessicale e sonora è stata assolutamente libera e senza catene.

Ormai diversi anni fa creai quella che con il tempo è diventata la pagina Facebook più seguita su Lucio Battisti col solo intento di tenere accesa la sua fiamma artistica. Di non veder tramontare un mito del 900 di cui spesso le nuove generazioni conoscono poco o nulla. Come è possibile, secondo voi, che un artista come Battisti non sia presente su piattaforme musicali quali Spotify o Deezer? E ancora, perché a parte le radio storiche di musica italiana, le altre emittenti trasmettono di rado le sue canzoni, soprattutto quelle dell’epoca post-Mogol?

Il 2 marzo è uscito un songbook bellissimo: “LB/R La Bellezza Riunita”.

battisti

Il cofanetto raccoglie brani scelti dagli “album bianchi“, usciti tra il 1986 e il 1994. Il titolo, che fa riferimento ad una delle canzoni di Hegel, l’ultimo album di Battisti, evidenzia sia il lavoro collettivo dei numerosi artisti che hanno contribuito al progetto – da Rachele Bastreghi (Baustelle) a Federico Fiumani, da Cristalli Liquidi (Bottin) a Spartiti (Max Collini + Jukka Reverberi), per citarne solo alcuni – sia la loro ammirazione per questo materiale. L’intento della raccolta è celebrare l’unicità e la vitalità di questo repertorio – “sotterraneo“ se paragonato all’enorme popolarità di altri episodi della discografia di Battisti – inesplorato dal grande pubblico, rimasto di fatto un segreto della canzone italiana.

D’altronde, le canzoni di Battisti e Panella rifuggono etichette arbitrarie di musica pop, o colta, o altro, e questo ha fatto sì che, a 30 anni di distanza dalla pubblicazione di Don Giovanni, la loro “ambizione” artistica sia rimasta immutata, affascinando generazioni di musicisti di differenti nazionalità.

L’idiosincrasia dei cinque dischi ha ispirato agli artisti coinvolti in LB/R La Bellezza Riunita una rilettura musicale spesso “obliqua“, poiché il materiale originale non é posizionabile in nessun comodo parametro. Ogni brano scelto è stato probabilmente interiorizzato grazie ai ripetuti ascolti succedutisi nel tempo e quindi riletto attraverso una visione personale e coerente con il proprio stile. Le liriche di Pasquale Panella, e quella qualità che possiedono, ovvero il lasciare spazio alle interpretazioni e all’immaginazione, spesso hanno fornito ai partecipanti la chiave di volta delle loro versioni.

Crediti FotoMontaggio Immagini ©FareMusic – FMD Copyright

Il progetto, curato da Industrie Discografiche Lacerba e distribuito da Audioglobe, nasce dal desiderio di condividere una serie di capolavori non rivelati. Lacerba apre un nuovo capitolo della sua vita e debutta con l’esplorazione di un ciclo di canzoni misteriosamente semi-sommerse, scritte da un autore di grandissimo successo, un gigante della musica pop che abbandona deliberatamente i vertici delle classifiche e si auto-cancella permanentemente, per dedicarsi ad un vero – ossessivo – esperimento musicale. Questo tipo di suicidio commerciale avrebbe dovuto generare un culto feroce, un gruppo di fan ancor più compatto, leale anziché scettico, e infine una frenetica attenzione della critica. Ma in Italia, non è andata cosi.

LB/R La Bellezza Riunita è dunque un tentativo di divulgazione, di analisi o un’occasione per aprire una nuova conversazione su questo straordinario songbook. C’è un culto per il repertorio piuttosto che per il “personaggio“, dove le canzoni sono al centro della scena, e gli autori dietro il sipario. Niente di questa operazione corteggia l’idea di “celebrità“ ma lascia invece parlare l’espressione musicale e poetica. L’ispirazione è evidente nel lavoro dei partecipanti, chiaramente affascinati dal materiale ancora oggi provocatorio e contemporaneo. LB/R La Bellezza Riunita, tracciando linee che uniscono passato presente e futuro della musica italiana, è un saggio in tredici parti a tema unico, scritto a molte mani.

battisti

TRACKLIST DOPPIO VINILE “LB/R La Bellezza Riunita” – Lucio Battisti e Pasquale Panella

A1. Tema di (Senza Titolo) – Daniele Biagini
A2. Tubinga – Cristalli Liquidi
A3. Cosa Succederà Alla Ragazza – Pankow
A4. La Metro Eccetera – Riva (con Myss Keta)
A5. Le Cose Che Pensano – Rachele Bastreghi (Baustelle)

B1. Per Altri Motivi – Ernesto Tomasini e Man Parrish
B2. Don Giovanni – Larsen e Little Annie
B3. Ecco I Negozi – Spartiti (Max Collini e Jukka Reverberi) con DJ Rocca
B4. (Senza Titolo) – Federico Fiumani (Diaframma) e Daniele Biagini
B5. (ghost track)

C1. Allontanando – Backwords

D1. Dalle Prime Battute – The Love and Trust Collective
D2. Fatti un Pianto – Alexander Robotnick (con Bottin)

battisti

Vi segnalo inoltre che il 16 marzo l’opera è uscita anche in Cd e Digital Store.

Per maggiori informazioni potete andare -> QUI

Buon acquisto e Viva Lucio Battisti.
Per sempre.

SHARE
Previous articleGianni Morandi: tappa al Palaflorio di Bari del “D’amore d’autore Tour” – RECENSIONE
Next articleRON con due imperdibili concerti del “Lucio! Il Tour” a Maggio, a Milano e Roma
Giuseppe Santoro
Ricco, bello, dolce e simpatico nella vita precedente. In questa invece, nasco a Lecce il 18 luglio del 1989 da una famiglia di professori. Mia madre insegna Lettere in una Scuola Media di provincia e mio padre, adesso pensionato, era insegnante di Educazione Fisica. Dopo il diploma commerciale ho lavorato come impiegato in un Centro di Medicina Nucleare per un anno e mezzo, ma purtroppo in seguito ai tagli alla sanità pugliese, all’inizio del 2011 mi sono ritrovato disoccupato. Nel 2013 ho conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione e adesso frequento la facoltà Magistrale di Lettere Moderne. Importante è stata per la mia formazione professionale, l’esperienza come responsabile comunicazione e social per il sito Cometiveste.it, di cui sono il fondatore con altri due ragazzi. Canto in una band da due anni e adesso ci stiamo dedicando anche allo sviluppo di alcuni progetti inediti. Ho sempre scritto testi musicali, poesie, ma anche saggi brevi sugli argomenti più disparati e nei miei articoli mi piace osservare la società con occhio critico. Oltre a un’ ipotetica carriera nell’ambito dell’insegnamento, molto difficile visti i tempi che corrono, mi piacerebbe continuare a dedicarmi alla critica musicale e sociale. Non amo molto dire cose ovvie e in generale, non mi piace stare dalla parte del più forte. Da un po’ di tempo collaboro con questo blog che credo stia diventando un punto di riferimento importante per chi ama la musica e i suoi retroscena. Spero di essere all’altezza del compito e poter interessare i lettori a quelle che sono le mie idee e i miei pensieri.

Commento su Faremusic.it