10.6 C
Milano
mercoledì, Aprile 8, 2020

Coronavirus: la Rai con la “Musica che unisce” per aiutare la Protezione Civile

In questo momento difficile per l'Italia a causa dell'emergenza sanitaria da Coronavirus, la Rai organizza un evento con il meglio della musica, e non...

Ultimi post

Disinteresse Generale, esordio di una band in quarantena, dalle registrazioni home-made ad una importante collaborazione internazionale

Disinteresse Generale è un trio strumentale nato ai tempi del Coronavirus composto da studenti dei Conservatori di Cuneo e Genova, che hanno iniziato a comporre...

NINA SIMONE: “Fodder On My Wings” torna su etichetta Verve

FODDER ON MY WINGS, FONDAMENTALE ALUM DELL’ULTIMO PERIODO DI NINA SIMONE, RIVEDE LA LUCE SU ETICHETTA VERVE:  PER LA PRIMA VOLTA, SU TUTTE LE...

Coca Cola e Cremonini insieme per Croce Rossa Italiana: una donazione e una campagna di crowdfunding #ungiornomigliore

Per dare un contributo concreto alla lotta all’epidemia di COVID-19 in Italia, dopo una donazione di 1,3 milioni di euro, parte la seconda fase a...

KATY PERRY ESCE CON “NEVER WORN WHITE” – VIDEO

"Never Worn White", il nuovo singolo di Katy Perry.  La ballata è stata scritta da Katy con Johan Carlsson, John Ryan, Jacob Kasher Hindlin...

Lilies di Melanie De Biasio è un disco che fa apparire semplice ciò che facile non è – RECENSIONE

Voto Utenti
[Total: 0 Average: 0]

Lilies è il quarto album per la straordinaria cantautrice belga Melanie De Biasio.

Di lei e del suo album avevamo parlato già in un altro articolo (leggi -> QUI) e qui vogliamo ancor più rimarcare la bellezza di un lavoro che non lascia spazio ad alcun dubbio sulla sua artistiità e su una visione ben definita di una particolare concezione della musica.

Melanie De Biasio debutta nel 2007, e il suo “A stomach Is Burning” “vive” all’interno dei confini del suo paese di nascita. Ma con il secondo album, “No Deal” (2013), Melanie ha raggiunto i fan di tutto ciò che ha a che fare con le atmosfere incantate derivanti da un jazz soffuso e controllato.

Successivamente si è inventata “Blackened Cities” (2016), un EP allungato che conteneva una suite electro-industrial, molto più complessa e stratificata. Alcuni suoi fan, solitamente attratti dalla voce sommessa e gentile, hanno faticato nel capire tale cambiamento, ma Melanie è rimasta fedele alla scelta, introducendo la suite nei suoi set live dell’epoca.

Ora la De Biasio è tornata con “Lilies”, una sua versione di night light jazz, musica noir e abbellimenti elettronici, che possono essere collocati ovunque tra il rock e i classici del blues, del folk e del jazz.

Lilies

Se “No Deal” è stato considerato un trionfo musicale, legato alla sua immagine classica e più nota, con ”Lilies” si alza ulteriormente la posta. Ciò che è ancora più sorprendente è che l’album è praticamente una produzione casalinga, realizzata con l’aiuto del sodale Pascal Paulus, un computer e un singolo – ed economico – microfono. Ancora una volta Melanie è autonoma e suona la maggior parte degli strumenti, ma in modo essenziale, senza appesantire la sua musica con elementi ridondanti.

Mano a mano che l’album progredisce diventa sempre più evidente che anche le sue capacità compositive si sono ampiamente sviluppate, senza allontanarsi dalla visione musicale originale: che si tratti della sola “voce e pianoforte” o dell’utilizzo della ritmica, Melanie De Biasio conferma tutti i commenti positivi fin qui raccolti.

Difficile scegliere le tracce che spiccano, vista l’omogeneità della qualità, ma la sua versione di “Afro Blue” fornisce un nuovo tocco ad uno standard jazz del 1959, mentre All My Worlds” è probabilmente uno dei migliori brani della sua produzione.

E ascoltando l’album si ha la netta sensazione che dal suo cilindro magico Melanie De Biasio possa far uscire musica sempre nuova e sorprendente, con naturalezza, e facendo apparire come semplice ciò che facile non è!

Da ascoltare.

Lilies

Tracklist – Lilies di Melanie De Biasio

1 Your Freedom Is The End Of Me
2 Gold Junkies
3 Lilies
4 Let Me Love You
5 Sitting In The Stairwell
6 Brother
7 Afro Blue
8 All My Worlds
9 And My Heart Goes On

Lilies

Latest Posts

Disinteresse Generale, esordio di una band in quarantena, dalle registrazioni home-made ad una importante collaborazione internazionale

Disinteresse Generale è un trio strumentale nato ai tempi del Coronavirus composto da studenti dei Conservatori di Cuneo e Genova, che hanno iniziato a comporre...

NINA SIMONE: “Fodder On My Wings” torna su etichetta Verve

FODDER ON MY WINGS, FONDAMENTALE ALUM DELL’ULTIMO PERIODO DI NINA SIMONE, RIVEDE LA LUCE SU ETICHETTA VERVE:  PER LA PRIMA VOLTA, SU TUTTE LE...

Coca Cola e Cremonini insieme per Croce Rossa Italiana: una donazione e una campagna di crowdfunding #ungiornomigliore

Per dare un contributo concreto alla lotta all’epidemia di COVID-19 in Italia, dopo una donazione di 1,3 milioni di euro, parte la seconda fase a...

KATY PERRY ESCE CON “NEVER WORN WHITE” – VIDEO

"Never Worn White", il nuovo singolo di Katy Perry.  La ballata è stata scritta da Katy con Johan Carlsson, John Ryan, Jacob Kasher Hindlin...

I piu' letti

LA CANZONE PROFETICA DI GIORGIO GABER: “DESTRA-SINISTRA”

di Roberto Manfredi  C’è una sola canzone che potrebbe sostituire l’inno di Mameli, è Destra-Sinistra di Giorgio Gaber. Non è solo una canzone apparente satirica,...

Analisi del testo “Fin che la barca va”

di Alberto Salerno So che a molti sembrerà strano che io abbia deciso di affrontare l’analisi di questo grande successo di Orietta Berti, scritto da...

Viaggio nelle canzoni: Vattene amore

di Alberto Salerno Sono affezionatissimo a questa canzone, un vero emblema che rappresenta, insieme a poche altre, il Festival di Sanremo. Minghi e Panella ne...

La lunga storia della proprietà dell’Edizioni delle canzoni dei Beatles dal 1963 fino ai giorni nostri

di Claudio Ramponi Per comprendere meglio l'intera vicenda bisogna fare un salto nel passato e conoscere di un personaggio chiave: Dick James. Nato a Londra nel 1920,...

Viaggio nelle canzoni: “Il più grande spettacolo dopo il big bang” di Jovanotti

di Alberto Salerno Jovanotti e "Il più grande spettacolo dopo il big bang" - Fonte Testo Wikipedia: Il brano è caratterizzato da un sound rock,  che il...

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.