Home Sanremo 2018 Sanremo 2018… partono già le polemiche

Sanremo 2018… partono già le polemiche

Sanremo 2018 : Ieri durante Sarà Sanremo, sono stati resi i nomi dei Big e delle Nuove Proposte che parteciperanno al 68mo Festival della Canzone Italiana

311
0
SHARE
sanremo 2018

Sanremo e la sua Kermesse, come in ogni edizione, fa discutere dall’inizio alla fine, e la prossima non sarà da meno, visto che appena usciti i nomi dei Big in gara della 68ma Edizione già le polemiche si sprecano. Quindi, nuovo Festival, nuove polemiche, nuovi fiumi di inchiostro, spesso senza nemmeno parlare della reale protagonista, ossia la musica.

Ieri sera sono stati rivelati i protagonisti del Sanremo 2018 (leggi nostro articolo in merito) nel programma televisivo, Sarà Sanremo, tanto brutto quanto lungo. Un’inguardabile Claudia Gerini (ma chi la veste?) e Federico Russo con il suo stile da “perchè mi trovo qui?”, hanno comunicato gli otto giovani che andranno al Festival nelle Nuove Proposte e i 20 Big. Nella giuria in studio, un logorroico Facchinetti jr, una troppo “simpaticaAmbra, uno sperduto Salvatores e due messi lì per caso, Pelù e Irene Grandi.

sanremo 2018

Per i giovani belle sorprese e speranze, tra cui Mirkoeilcane, Eva, l’emulo di Gabbani Mudimbi, Giulia Casiero. Tra gli esclusi meritevoli Nyvinne, Antonia Laganà e il duo Aprile-Mangiaracina. L’autore dei Big Davide Petrella è stato anche lui eliminato, per la solita legge che chi è bravo a scrivere non è detto che lo sia anche a cantare, stessa legge di cui è portatore sano Giovanni Caccamo. I due giovani dell’ Area Sanremo non sono niente di che. Speriamo abbiano miglior fortuna dei giovani dello scorso anno, tutti praticamente spariti.

CAST DELLE NUOVE PROPOSTE SANREMO 2018

EVA 
GIULIA CASIERI 
LORENZO BAGLIONI
ULTIMO 
MIRKOEILCANE 
MUDIMBI
LEONARDO MONTEIRO – da Area Sanremo
ALICE CAIOLI – da Area Sanremo

sanremo 2018

MA ORA PASSIAMO AI BIG.

Premettendo che non abbiamo ancora ascoltato i brani, ipotizzando che siano tutti dei futuri capolavori che il Patron Baglioni ha scelto con la sua squadra e “aiutanti vari” (vedi Salzano & Co.), facciamo qualche considerazione e qualche domanda:
 I Pooh si sono sciolti e a questo punto, divisi, occupano ben due posti, Fogli con Facchinetti (per risollevare le sorti di un album da poco pubblicato) e Canzian da solo. Ci chiediamo a questo punto Battaglia e D’Orazio dove siano. Chiederemo alla Sciarelli a Chi l’ha visto?.

Sarà stata la Vanoni a trascinare in gara Bungaro e Pacifico, che senza di lei non sarebbero stati ammessi?

The Kolors e Biondi che cantano in italiano come risulteranno? Come Spagna con Gente come noi? E Barbarossa in romano… amen!

– I molti duetti, significano pochi posti per tanti nomi? Meta e Moro, Diodato e Roy Paci, Avitabile e Servillo (già vincitore con gli Avion Travel nel 2000, con una giuria che traghettò i voti in maniera discutibile per far vincere il gruppo di casa Sugar). I duetti dello scorso anno, Nesli e Alice Paba, Giulia Luzi e Raige furono dei fiaschi totali, speriamo che i nuovi non facciano la stessa fine.

– Quanti album di poco successo verranno ripubblicati all’indomani del Festival? Nina Zilli, Decibel, Fogli-Facchinetti? Quante raccolte di successo con aggiunta del nuovo pezzo?

– La quota rosa è stata ampliamente stralciata, con solo quattro donne su venti in gara. Complimenti.

– C’è una nuova categoria al Festival, i “giovani habitué” della Kermesse: Annalisa (che dal 2013 al 2018 è arrivata a quota 4 Festival), Caccamo e la sua inspiegabile presenza (dal 2015 al 2018 arrivato a quota 3 Festival), la rossa Noemi (che dal 2010 al 2018 è arrivata a quota 5 Festival), Nina Zilli (dal 2010 al 2018 arrivata a quota 4 Festival), Renzo Rubino (che dal 2013 al 2018 è arrivato a quota 3 Festival), Fabrizio Moro (dal 2000 al 2018 arrivato a quota 6 Festival).

– Il mistero di Elio e le storie Tese. Non si erano sciolti anche loro? O è una delle loro ironiche trovate? Di sicuro il mistero è voluto e lo dimostra l’ironico titolo del brano che presenteranno, che di per sé è tutto un programma, “Arrivedorci“. Comunque sia, per gli Elii questo sarebbe il loro quarto Festival… e magari utile dopo il poco fortunato musical Spamalot.

SANREMO 2018

I nomi non ammessi, che molti si aspettavano, erano quelli di Loredana Bertè, della Ruggiero, di Marcella Bella, delle Deva, di Alexia, di Mietta. Tutte donne e tutte non ammesse.

Nella crisi totale del mondo discografico, partecipare o tornare al Festival è quasi obbligatorio se si vuole dare un seguito, almeno decente, ad un progetto discografico. Mesi e mesi di lavoro, buttati via dopo due/tre settimane in classifica non hanno senso. Se si indovina il brano giusto, può essere la svolta, non definitiva ma per qualche tempo si tira avanti. Così è successo l’anno scorso con la vittoria di Gabbani, il ritorno grandioso di Paola Turci, la conferma di Ermal Meta, la Mannoia che non ha più smesso di fare concerti, la riscoperta di Michele Bravi e la conferma di Samuel. Quest’anno cosa succederà?

sanremo 2018

CAST DEI BIG SANREMO 2018 E CANZONI:

Roby Facchinetti e Riccardo Fogli con “Il segreto del tempo
Nina Zilli con “Senza appartenere
The Kolors con “Frida
Diodato e Roy Paci con “Adesso
Mario Biondi con “Rivederti
Luca Barbarossa con “Passame er sale
Lo Stato Sociale con “Una vita in vacanza
Annalisa con “Il mondo prima di te
Giovanni Caccamo con “Eterno
Enzo Avitabile con Peppe Servillo con “Il coraggio di ogni giorno
Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico con “Imparare ad amarsi
Renzo Rubino con “Custodire
Noemi con “Non smettere mai di cercarmi
Erma Meta e Fabrizio Moro con “Non mi avete fatto niente
Le Vibrazioni con “Così sbagliato
Ron con “Almeno pensami
Max Gazze con “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno
I Decibel con “Lettera dal Duca
Red Canzian con “Ognuno ha il suo racconto
Elio e le Storie Tese con “Arrivedorci

Commento su Faremusic.it