Home Musica Interviste Premio Tenco, Le Targhe : Il ritorno del tema e dei convegni...

Premio Tenco, Le Targhe : Il ritorno del tema e dei convegni – Intervista a Sergio Secondiano Sacchi

Il Club Tenco di Sanremo ha annunciato i nomi dei vincitori della 41° edizione del Premio Tenco. L’evento si tiene ogni anno, nella seconda metà di ottobre al Teatro Ariston. Le prime novità in compagnia degli organizzatori.

765
0
SHARE
Premio Tenco
Voto Utenti
[Total: 2 Average: 3]

di Tiziana Pavone

Novità al Premio Tenco.

Il primo cambiamento che salta all’occhio riguarda l’annuncio anticipato dei vincitori delle Targhe Tenco, avvenuto in agosto. La vera sorpresa però è che, per la prima volta, i cinque ospiti delle Targhe si esibiranno nello stesso giorno. La prima serata, dunque, è dedicata ai cinque dischi premiati tra quelli usciti quest’anno.
Distribuiti nelle altre due serate, oltre ai vincitori dei due premi decretati storicamente dal Club, si esibiranno numerosi altri artisti, i cui nomi saranno rivelati a settembre. I premi vengono sempre assegnati ad artisti che apportano un contributo significativo alla canzone d’autore mondiale, in qualità di Artisti e di Operatori Culturali.

Locandina Premio Tenco

Ecco i primi nomi del cast:
i vincitori delle Targhe (dischi) e dei Premi (artisti).

I Premi del Club agli artisti sono andati a Massimo Ranieri, Camané (i due Premi come Operatori Culturali) e Vinicio Capossela (Premio all’Artista). Si esibiranno tra il 20 e il 21 del mese di ottobre.
Le Targhe ai dischi, votate dai critici musicali, sono state assegnate a  Claudio Lolli, Brunori Sas, Lastanzadigreta, Ginevra Di Marco, Canio Loguercio e Alessandro D’Alessandro. Come già detto, li vedremo giovedì 19 ottobre.
Una curiosità: dei cinque vincitori, ben due hanno realizzato il disco grazie al crownfunding: Lolli e Di Marco. Per dire che i critici musicali premiano anche lavori esclusi da logiche di mercato. Gli estimatori della musica d’autore hanno votato liberamente, senza aver scelto da una lista proposta in passato da una commissione apposita del Club. Il Club invece decide il lasso di tempo da considerare, sempre ovviamente nel recinto delle cinque distinte categorie. Quest’anno dunque, ogni giurato ha votato il disco che ha ascoltato e gradito, tra i dischi usciti nel periodo di tempo che va dal 21 agosto 2016 al 31 maggio 2017. Si presume che ai critici musicali siano arrivati in promozione tutti i lavori usciti dalle vare scuderie, facenti capo alla canzone d’autore. Certo è che se gli artisti giovani non faranno pervenire il loro lavoro a tutti i nominativi che votano, non potranno mai essere votati.

Premio Tenco
Sergio Secondiano Sacchi

Al telefono con Sergio Secondiano Sacchi, direttore artistico del Club 

Quello del tema è un mio pallino. Mi soddisfa molto che il tema delle Terre di Mare vada avanti. E’ una idea che circola nel Tenco dal 2015. E’ un grande veicolo di cultura, il mare. Non vogliamo restare chiusi nei piccoli territori, nei praticelli. Nulla come il mare ci poteva permettere di trattare la cultura millenaria del mare. Finalmente è arrivata in porto. Nelle due serate dedicate, svilupperemo il tema in profondità

Non è la prima volta che il Tenco propone dei filoni da seguire. Nel 2014 c’era stato il tema delle Resistenze. In passato il tema della Letteratura, quello delle Traduzioni. Altre volte abbiamo sviluppato temi più celebrativi, come per esempio, il mondo di Guccini.

Ben due serate saranno dedicate allo sviluppo del tema. Quindi anche il Premio Tenco è in linea con le altre iniziative dell’anno”, spiega il direttore artistico Sergio Secondiano Sacchi.

Il Club ha infatti stilato un accordo col Comune, per realizzare più eventi durante l’anno:questa è un’altra novità.

Il tema è unico per tutto l’anno. Nel senso che si snoda lungo tutte le rassegne organizzate nella città di Sanremo dal Club. In totale, circa un evento al mese (vedi altro articolo, MUSICHE DA NEW YORK con Patty Smith).

I Premi del Club spiegati da Sacchi

 

VINICIO CAPOSSELA – PREMIO TENCO ALL’ARTISTA

Capossela è il cantautore che identifica benissimo quello che noi intendiamo quest’anno per Terre di Mare. Tutta la sua opera è una traduzione di viaggi attraverso la cultura marina. Ha toccato il mito del mare, abbracciando non solo la navigazione del mediterraneo. Abbiamo assistito, nel dopo Tenco del 1989, alla partenza del suo viaggio. Un viaggio nella storia della musica e dell’uomo, nella geografia dell’anima e del mito inseguendo le suggestioni di correnti marine. Ci ha portato nei porti di Livorno, Amburgo e Atene; ha esplorato musiche di mare come il rebetico, la morna, la milonga, il tango, la taranta; si è immerso nei miti di Melville e nel racconto di un viaggiatore come Céline. Il Premio Tenco non poteva essergli assegnato che nell’edizione intitolata alle Terre di Mare.

Crediti Charle Marange

CAMANÉ – PREMIO TENCO ALL’OPERATORE CULTURALE

Con Camanè abbiamo preso una delle grandi musiche urbane di mare, che come la canzone napoletana, come il tango, rappresenta la città di mare. Il Fado è l’anima e l’icona musicale di Lisbona, capitale di viaggi e di esplorazioni. Da quando, nel 2011, l’Unesco l’ha proclamato “patrimonio culturale immateriale dell’Umanità”, molti cantanti prestigiosi infilano nel loro repertorio qualche canzone di questo genere. Ne abbiamo ospitati in passato. Ma con Camané andiamo proprio al cuore del fado perché lui fa solo quello: lui è proprio l’espressione del fado. L’erede naturale di Amália Rodrigues e Alfredo Marceneiro, la voce in grado di divulgare le emozioni e la poesia che la città di Lisbona tramanda da secoli.

MASSIMO RANIERI – PREMIO TENCO ALL’OPERATORE CULTURALE

Ranieri ha rivoluzionato in questi ultimi dieci anni attraverso Mauro Pagani, tutto un modo di cantare la canzone napoletana. Mauro ci ha messo arrangiamenti nuovi, esaltando una “nuova mediterraneità”. Ranieri ha un modo diverso di cantare rispetto al passato, ha una maggiore sobrietà. Se l’operazione di Murolo e Ciigliano si fermava agli anni ’20-’30, Ranieri ha rivisitato il repertorio della canzone napoletana aggiornandola. Questo fa di lui un grande divulgatore della tradizione e il prototipo di linguaggi espressivi del tutto inediti. Quindi, essendo Napoli, città natale di Ranieri, la capitale per eccellenza della musica marinara mediterranea; e la canzone napoletana, la musica più rappresentativa di mare che ci sia in Italia, è chiaro che anche qui il premio a Ranieri è una piccola ciliegina sulla torta.

C’è ancora riserbo sui nomi degli artisti che parteciperanno nelle serate di venerdì e sabato. E’ certo che saranno artisti dal forte legame con il mare. Mentre di Ranieri si sa che salirà sul palco con Mauro Pagani.

 

IL RITORNO DEI CONVEGNI CON MARIO DE LUIGI

Il Tenco non è solo rassegna di canzoni. Un altro motivo per esserci è la possibilità di assistere dal vivo agli incontri che si tengono durante il pomeriggio con gli addetti ai lavori del panorama musicale italiano e internazionale. I convegni pomeridiani varrebbero da soli il biglietto di ingresso. In realtà sono a ingresso gratuito e quindi aperti a tutta la popolazione.

Dietro c’è la mano capace di Mario De Luigi di Musica&Dischi, storica rivista dedicata all’industria discografica. Mario De Luigi è socio del Club dalla sua nascita. E’ uno dei cinque eredi artistici designati dal fondatore Amilcare Rambaldi, e suo stretto collaboratore. Ha fatto parte insieme a De Angelis e Sacchi, di un team che nel corso di questi 45 anni ha recato un contributo prezioso per lo sviluppo e l’affermazione del Club Tenco come realtà fra le più riconosciute in Italia sul terreno della musica di qualità. Dal 1973 al 2001 De Luigi è stato responsabile culturale. Era proprio lui a dirigere i Convegni a margine degli eventi spettacolari e a prepararne gli atti. Oggi fa parte del direttivo del Club Tenco.

Una novità di quest’anno è quindi il ripristino dei convegni e il coinvolgimento delle scuole, con il Convegno Cantautori a scuola. Gli incontri saranno centrati sui rapporti fra canzone d’autore e mondo didattico, in vista di un possibile progetto d’introduzione della canzone come materia di studio nelle scuole italiane dopo il confronto, per ora a distanza, tra il Club Tenco e il ministro Dario Franceschini su questo tema. “Ci ha fatto sapere che gli interessa portare avanti questo discorso“, dichiara de Luigi, “Quindi lo inviteremo“.

Al Forum prenderanno parte artisti, operatori del settore, esponenti delle istituzioni e dei media. Il programma dettagliato del convegno e l’elenco dei partecipanti saranno comunicati nel corso delle prossime settimane. Come nello stile di Mario De Luigi, l’intero convegno sarà trascritto per lasciare gli atti a disposizione degli addetti ai lavori.

 

Scheda Premio Tenco  2017

Spettacolo: Rassegna annuale della Canzone d’Autore
Eventi collaterali: Convegni
Luoghi: Sanremo, Teatro Ariston (serate dal vivo). Palafiori (eventi collaterali), da confermare
Quando: 19-20-21 ottobre 2017
Organizzazione: Club Tenco

Partner: Comune di Sanremo,  SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, Casinò di Sanremo, Regione Liguria, Camera di Commercio delle Riviere di Liguria e Coop Liguria

Biglietti Teatro Ariston: da quest’anno, aboliti diritti di prevendita, i biglietti hanno lo stesso prezzo sia in prevendita che al botteghino.

Commento su Faremusic.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here