13.8 C
Milano
domenica, Aprile 5, 2020

Eurovision Song Contest 2020 ANNULLATO

E da giorni che girava la notizia dell'annullamento dell’Eurovision Song Contest 2020 e ora si è arrivati a questa decisione. A causa dell’emergenza sanitaria per...

Ultimi post

Turchia: morta l’attivista e cantante Helin Boker dopo 228 giorni di sciopero della fame

Si è conclusa così la battaglia di Helin Boker cantante dei Grup Yorum, band simbolo della sinistra turca fin dagli anni Ottanta, che dopo...

MEI e OA Plus riuniscono “L’Italia in una stanza”. Da Jamiroquai e Nek, tutti gli ospiti dello show

Da sabato 4 aprile fino a domenica 5 aprile andrà in onda in diretta streaming, dalle 8 alle 20, sui siti e sulle pagine...

Finale di Amici 19 ai tempi del Coronavirus: Il nulla assoluto!

Con tutto il rispetto per i concorrenti, per i ragazzi, per chi lavora nel programma, per le manovalanze, per la gente che ha profuso...

È morto Bill Withers. Era sua la bellissima canzone “Ain’t No Sunshine”

È morto un maestro, una leggenda, un mito, Bill Withers. A darne notizia è stata la famiglia con un comunicato ufficiale: "Siamo distrutti dalla perdita del...

I giovani talenti… perduti

Voto Utenti
[Total: 2 Average: 4.5]

di Marco Fioravanti
I giovani talenti perduti, senza potersi riconfermare, come arrivano spariscono. Sono moltissimi e affollano le nostre classifiche e i programmi televisivi. Sono moltissimi e cambiano di continuo, c’è un turnover velocissimo.

I motivi di questo perpetuo ricambio continuo sono parecchi.

Diciamo che raggiungono i livelli massimi della propria carriera già con il primo o con il secondo disco, quando uno come Lucio Dalla ci ha messo anni e anni di gavetta. Gli errori che si fanno ad inizio carriera, servono per affinare il talento e per imparare a gestire lo stress e le emozioni del lavoro di cantante.

Quando si pensa di essere già i migliori da subito, o ci si mette in gioco e si cresce, come fece per esempio Jovanotti, inventato da quel visionario di Cecchetto, oppure ci si perde in un repertorio senza futuro.

talenti perduti

Un’altra ostinazione che non porta a nulla è la presunzione di voler far tutto da soli, creando prodotti a tavolino, con un pc e commettendo gli errori inevitabili di chi si affaccia per la prima volta nel mondo della canzone senza competenze.

Quando il talento c’è, va sostenuto e affinato

con collaborazioni di chi è già nel settore e da chi conosce il mestiere della musica: parole, note, arrangiamenti, sono solo la punta dell’iceberg di un mercato che consuma e non ammette incompetenza.
Il lavoro del produttore e di alcuni discografici è fondamentale.

Tanto per citare due esempi lampanti, se non ci fosse stata Mara Maionchi chi sarebbe oggi Gianna Nannini? Alberto Fortis, Mango e Tiziano Ferro, senza Alberto Salerno sarebbero davvero stati Fortis, Mango e Tiziano Ferro? In questo caso il talento c’era ma certamente è stato notato, e aiutato ad emergere, secondo chiari obiettivi di carriera.

talenti perduti

La carriera è un programma a lunga scadenza.

In altri casi, nemmeno poi a stupirsi della sparizione di ex talenti, mancano proprio le basi, l’Abc, i fondamenti di un mestiere, di una crescita professionale. Manca l’educazione alla gestione di un ambiente che ti consuma brevemente.

Se una ragazza vuole cantare, vuole diventare una grande interprete, oltre a studiare canto, dovrebbe umilmente ascoltare le più brave cantanti di sempre, non per scimmiottare, ma per capire quale valore aggiunto perseguire con i propri mezzi tecnici e umani.

Cantare non è gridare e camminare vantando presenza scenica sul palco e ce lo hanno dimostrato Mia Martini, la Vanoni, Mina, la Streisand, Aretha Franklin, ma anche Juliette Greco e la Piaff.

talenti perduti

Cantare è entrare nel cuore di una melodia e poi divulgarla. Se al pubblico arriva una verità del cantante, gioia o sofferenza che sia, significa che il cantante ha fatto bene il suo mestiere. Altrimenti, per chi riesce solo a sciorinare una bella voce ma non riesce a superare quel limite, ci sono le balere, le serate, i piano bar e le sagre.

Come in ogni professione, gli improvvisati hanno vita breve. La preparazione è la base per poi poter essere pronti, al momento giusto, nel posto giusto, con le persone giuste.

Latest Posts

Turchia: morta l’attivista e cantante Helin Boker dopo 228 giorni di sciopero della fame

Si è conclusa così la battaglia di Helin Boker cantante dei Grup Yorum, band simbolo della sinistra turca fin dagli anni Ottanta, che dopo...

MEI e OA Plus riuniscono “L’Italia in una stanza”. Da Jamiroquai e Nek, tutti gli ospiti dello show

Da sabato 4 aprile fino a domenica 5 aprile andrà in onda in diretta streaming, dalle 8 alle 20, sui siti e sulle pagine...

Finale di Amici 19 ai tempi del Coronavirus: Il nulla assoluto!

Con tutto il rispetto per i concorrenti, per i ragazzi, per chi lavora nel programma, per le manovalanze, per la gente che ha profuso...

È morto Bill Withers. Era sua la bellissima canzone “Ain’t No Sunshine”

È morto un maestro, una leggenda, un mito, Bill Withers. A darne notizia è stata la famiglia con un comunicato ufficiale: "Siamo distrutti dalla perdita del...

I piu' letti

LA CANZONE PROFETICA DI GIORGIO GABER: “DESTRA-SINISTRA”

di Roberto Manfredi  C’è una sola canzone che potrebbe sostituire l’inno di Mameli, è Destra-Sinistra di Giorgio Gaber. Non è solo una canzone apparente satirica,...

Analisi del testo “Fin che la barca va”

di Alberto Salerno So che a molti sembrerà strano che io abbia deciso di affrontare l’analisi di questo grande successo di Orietta Berti, scritto da...

Viaggio nelle canzoni: Vattene amore

di Alberto Salerno Sono affezionatissimo a questa canzone, un vero emblema che rappresenta, insieme a poche altre, il Festival di Sanremo. Minghi e Panella ne...

La lunga storia della proprietà dell’Edizioni delle canzoni dei Beatles dal 1963 fino ai giorni nostri

di Claudio Ramponi Per comprendere meglio l'intera vicenda bisogna fare un salto nel passato e conoscere di un personaggio chiave: Dick James. Nato a Londra nel 1920,...

Viaggio nelle canzoni: “Il più grande spettacolo dopo il big bang” di Jovanotti

di Alberto Salerno Jovanotti e "Il più grande spettacolo dopo il big bang" - Fonte Testo Wikipedia: Il brano è caratterizzato da un sound rock,  che il...

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.