Home Musica Chris Cornell: l’ultimo video, “The Promise”. L’ultima telefonata con la moglie e...

Chris Cornell: l’ultimo video, “The Promise”. L’ultima telefonata con la moglie e la lettera della figlia

Chris Cornell: l’ultima drammatica telefonata con la moglie. La lunga lettera della figlia al padre e il video "The Promise" per i bambini rifugiati.

1097
0
SHARE
Voto Utenti
[Total: 2 Average: 3.5]

Veronica Ventavoli

Chris Cornell – vero nome all’anagrafe Christopher Boyle – ci ha lasciati drammaticamente poco tempo fa (leggi nostro articolo precedente), a metà Maggio, a soli 52 anni, mentre era in tour con i Soundgarden a Detroit.

La moglie, Vicky Karayiannis, in queste settimane ha più volte parlato del marito e dei momenti subito prima della sua dipartita.

Diversi giorni fa la testata scandalistica “TMZ” ha reso noto il drammatico contenuto della telefonata che la moglie di Chris, Vicky, avrebbe avuto con lui soltanto mezz’ora prima che fosse rinvenuto senza vita dal bodyguard.

Nel riportarvi la notizia il condizionale ci sembra d’obbligo, dal momento che la testata afferma di esser venuta a conoscenza dello scambio telefonico da alcuni “conoscenti” di Vicky.

chris cornell

Questa la dinamica dei fatti. La notte fra il 17 e il 18 maggio, dopo il concerto di Detroit al termine del quale Chris si sarebbe poi ucciso, Vicky gli telefona incuriosita da alcune anomalie nel funzionamento delle luci del loro appartamento; sapendo che Chris poteva controllarne l’accensione e lo spegnimento tramite un’app, la donna gli chiede se sia lui a trafficare con le lampadine.

Nel negarlo, Chris parla in maniera insolita, strascicando le parole. È molto nervoso perché i tecnici del concerto non sono riusciti a risolvere un problema agli auricolari così da metterlo in difficoltà durante le esibizioni. “Mi sono rovinato la voce. Me la sono rovinata”, si lamenta con Vicky, sempre più allarmata di fronte all’agitazione del marito.

Memore dello stato in cui, circa 14 anni fa, l’ex frontman dei Soundgarden e degli Audioslave si trovava perché dipendente dall’Oxycontin (a causa del quale rischiò la vita), Vicky lo incalza per sapere se anche quella sera abbia assunto qualche sostanza. “Ho preso solo due Ativan. Ero molto incazzato e dovevo calmarmi”, la risposta di Cornell. “Non mi pare solo Ativan”, insiste Vicky: “Sembra altro. Devi dirmi cos’hai preso, ti perdono”.

 

chris cornell
Crediti del FotoMontaggio Immagini: ©FareMusic – FMD Copyright

Chris si fa sempre più aggressivo, le sue frasi sempre più sconnesse, quindi Vicky decide di chiamare il bodyguard del cantante, chiedendogli di controllare il marito e autorizzandolo anche ad abbattere la porta della camera se necessario.

Come tristemente noto, il bodyguard ha effettivamente dovuto buttare giù sia la porta d’entrata che quella del bagno della stanza di Cornell.

Dall’inizio della telefonata al ritrovamento del cadavere, sottolinea “TMZ”, passano al massimo 30 minuti.

Nei giorni scorsi, la medesima testata riferiva di segni di aghi freschi sulle braccia di Cornell; la moglie ha però pubblicamente smentito le illazioni ricordando di non aver mai visto il marito utilizzare droghe per via endovenosa, precisando inoltre di non aver notato nulla di simile quando incontrò Chris soltanto pochi giorni prima della tragedia.

chris cornell
Chris Cornell – The Promise (Official Video)

Intanto è stato pubblicato l’ultimo video, The Promise, che vede protagonista Chris Cornell. La clip è uscita in occasione della giornata mondiale del rifugiato e nelle immagini si possono vedere scenari di guerra provenienti da Libia, Syria e altri paesi, mediorientali e non, colpiti dalle guerre. Il brano è stato registrato per l’omonimo Film di Terry George e tutti i proventi saranno devoluti alla Chris & Vicky Cornell Foundation per aiutare bambini in difficoltà.

Inoltre la figlia di Chris ha scritto una lettera per il padre, pubblicandola nella pagina ufficiale di quest’ultimo.
Di seguito la lettere completa:

 

Commento su Faremusic.it