Home Musica TUTTI I VINCITORI DEL PREMIO TENCO 2016 – NICCOLO’ FABI VINCE...

TUTTI I VINCITORI DEL PREMIO TENCO 2016 – NICCOLO’ FABI VINCE LA TARGA “ALBUM DELL’ANNO”

1109
0
SHARE
Voto Autore

di Mariafrancesca Mary Troisi

Sono stati resi noti i nomi degli artisti vincitori delle targhe Tenco 2016, che saranno consegnate con la nuova edizione del Premio Tenco – la Rassegna della canzone d’autore in programma al Teatro Ariston di Sanremo – dal 20 al 22 ottobre.

I vincitori sono: Niccolò Fabi, Motta, Peppe Voltarelli, Claudia Crabuzza, James Senese & Napoli Centrale, Francesco Di Giacomo e Paolo Sentinelli con Elio e le Storie Tese, che si aggiudicano il riconoscimento annuale – che dal 1984 – è assegnato da una giuria di 230 giornalisti, per iniziativa del Club Tenco.

Niccolò Fabi torna così a calcare il palco dell’Ariston, il 21 ottobre, dopo quasi 20 anni dagli esordi, anche se in un contesto differente (nel 1997 aveva infatti partecipato al Festival tra le Nuove Proposte, vincendo il Premio della Critica, con “Capelli”), premiato come album dell’anno con “Una somma di piccole cose” (questa la nostra recensione dell’album all’uscita di quest’ultimo), album “capolavoro” (lasciatemi usare questo termine), una somma di piccole (grandi) emozioni in musica, che ha messo immediatamente d’accordo pubblico e critica, consegnandoci la testimonianza di come si possa far buona musica, ancora, lasciando agli altri sia le chiacchiere sia i fronzoli.

imgresize

Date a Cesare quel che è di Cesare e a Fabi il suo giusto riconoscimento. Chapeau!

La targa per l’album in dialetto invece va ex aequo a Claudia Crabuzza con il disco in catalano di Alghero “Com un soldat” (sul palco del Tenco il 21) e a James Senese & Napoli Centrale con il napoletano “O sanghe” (all’Ariston il 20).

Nella sezione Opera prima la vittoria è di Francesco Motta (presente il 20) con “La fine dei vent’anni”.

14333069_10154068994828565_8702076464989856532_n
Incuriosita da questo cantautore (di cui avevo sentito parlare benissimo in un’intervista che leggerete a breve) – non conoscendolo, mea culpa, in maniera approfondita – sono andata ad ascoltarmi il suo album, meritevolissimo.

Fra gli interpreti di canzoni non proprie (quindi non cantautori) ha avuto la meglio Peppe Voltarelli con “Voltarelli canta Profazio”, dedicato al repertorio del grande folksinger calabrese Otello Profazio, già annunciato come Premio Tenco 2016, all’Ariston il 20 ottobre.

Infine, la Targa per la miglior canzone (che va agli autori dei brani e non agli interpreti) va a “Bomba intelligente” di Francesco di Giacomo e Paolo Sentinelli, interpretata in disco dalla voce del compianto Francesco Di Giacomo assieme a Elio e le Storie Tese.

Sarà ritirata dalla moglie di Di Giacomo, Antonella, insieme con il pianista Paolo Sentinelli.

302865_140221_digiacomofrancesco

Le prevendite per le tre serate del “Tenco” sono già attive.

Biglietti e abbonamenti si possono acquistare alla cassa del Teatro Ariston (Via Matteotti 107, Sanremo – Tel. 0184 507070) tutti i giorni dalle 16:00 alle 21:00, anche telefonicamente.

I singoli biglietti possono essere acquistati anche on line attraverso clubtenco.it, premiotenco.it e aristonsanremo.com.

 

Questi i prezzi dei biglietti: poltronissima 45 euro + 5 euro prevendita, poltrona I settore 35 + 4, poltrona II settore 25 + 4, galleria 25 + 4, ultime 6 file galleria 20 + 4. Abbonamenti: poltronissima 90 + 9, poltrona I settore 70 + 6, poltrona II settore 54 + 6, galleria 54 + 6, ultime 6 di galleria 44 + 6.

 

 

 

 

SHARE
Previous articleTappa di Assago del “Back to the Who Tour 51” degli Who – RECENSIONE
Next articleI soliti ignoti
Mariafrancesca Mary Troisi
Da sempre appassionata alla letteratura italiana, ho iniziato a scrivere da ragazzina. Passione, insieme a quella per la musica, ereditata da mio padre, scomparso quando ero ancora piccola. In breve tempo la penna e il foglio (o lo schermo di un pc) sono diventati il “mio amico fedele”, capace di comprendere perfettamente ogni mio stato d’animo. Dall’età di 6 anni, per circa 8 anni, ho preso lezioni di pianoforte classico, e per due anni consecutivi, ho fatto parte di un coro, partecipando a svariati concorsi, portando il folclore della mia terra (la Campania) in giro per l’Italia. Esperienza, insieme a quella del pianoforte, volutamente accantonata, ma non conclusa, perché il “mondo della musica” ha continuato ad affascinarmi, anche se in altre “vesti”. Ho iniziato, infatti, a scrivere testi di canzoni, sviscerandomi e “confidandomi” in ogni mio testo, scoprendo così, lati di me, sconosciuti anche a me stessa. Per circa un anno ho collaborato con una rivista, scrivendo racconti. Ho partecipato a diversi concorsi di poesia; le poesie sono sempre state scelte per la pubblicazione. Ho avuto il piacere e onore di essere inserita lo scorso anno nell’Enciclopedia dei Poeti Contemporanei, intitolata a Mario Luzi, patrocinata dal Senato della Repubblica, con 3 poesie. Dall’inizio dell’anno ho una sorta di blog su fb, una pagina sui cui appunto considerazioni, riflessioni, e su cui pubblico periodicamente racconti e poesie. Ho provato di recente anche l’esperienza della radio, facendo uno stage /laboratorio full immersion, con alcuni degli speaker più “quotati” attualmente. Esperienza, quella della radio, che riprenderò a breve, senza abbandonare quello che è il mio sogno più grande, ossia continuare a scrivere. Perché paradossalmente sono i sogni l’unica certezza che abbiamo.

Commento su Faremusic.it