Home Musica Il coraggio del futuro: i Metallica in streaming gratis

Il coraggio del futuro: i Metallica in streaming gratis

646
0
SHARE
Voto Autore

di Stefano De Maco

I Metallica, noto gruppo Heavy Metal di S.Francisco, il  20 Agosto ha trasmesso in streaming il concerto in programma quella sera. Gratis!

I Metallica, James Hetfield, Kirk Hammett, Lars Ulrich e Robert Trujillo, sono una band che a parte gli amanti del genere e gli addetti ai lavori, propongono una musica non esattamente Pop.

Nel 2000 fecero causa a Napster, uno dei primi siti di P2P fondato da un nerd appena 19enne per violazione di diritti di copyright. Trovarono molto materiale sonoro nelle liste di scambi, materiale che doveva ancora essere pubblicato e fecero causa. Ne seguì un dibattito accesissimo per i risvolti.

Napster creò quello che adesso è storia, cioè file gratis attraverso la prima piattaforma di condivisione tra utenti, in un’epoca di assoluta mancanza di regolamentazione per la tutela del diritto d’autore. Tutti si scambiavano files a sbafo. L’industria discografica mondiale, ovviamente, vide la cosa e internet come la catastrofe da fermare anziché come un futuro da affrontare.

Fecero bene i Metallica, benché abbiano ricevuto una valanga di critiche con l’accusa di voler fermare il libero movimento della musica… quanta demagogia paracu***!

Crediti Foto Jeff Yager
Crediti Foto Jeff Yager

Innanzitutto il gruppo non fece altro che tutelare il proprio lavoro. È antidemocratico? Non credo. Divenne finalmente chiaro che serviva una regolamentazione che tutelasse tutti, specialmente gli aventi diritto, non solo i furbetti che approfittavano dei buchi nella rete legale Secondariamente

Rese chiaro che il costume sociale andava verso una nuova direzione, anche attraverso una nuova tecnologia. Sto parlando di tempi precedenti a iTunes e i suoi DRM, che vide la luce a ridosso di quel periodo. Tutti poi sappiamo come cambiò il mondo della distribuzione musicale, fu una grande scommessa al buio vinta clamorosamente da quel visionario controverso di Steve Jobs.

Internet è in costante evoluzione, non si ragiona in termini di anni bensì di mesi. Fino a poco tempo fa era impensabile poter vedere sugli smartphone un video di buona qualità. Adesso siamo sommersi di sigle HD, 4k e via dicendo. Adesso la Banda Larga permette anche flussi di dati enormi, copertura permettendo.

 

Crediti Foto Jeff Yager
Crediti Foto Jeff Yager

Quindi si affacciano nuove possibilità di diffondere contenuti.

E arriviamo alla notizia. Un concerto in streaming che è un passo avanti rispetto ai Live di FB o di Periscope, con il loro particolare sapore personal e fai-da-te.

Un concerto che utilizza tutta la tecnologia più recente senza passare attraverso i canali tradizionali. Lo streaming mi porta sul posto dove l’evento ha luogo, anche se sono distante migliaia di km. È l’evoluzione della diretta. Quanti ricordano il senso di partecipazione che creò la diretta televisiva di Live Aid? Benché lo scopo fosse diverso, umanitario in primis, un terzo del mondo fu unito per la prima volta, indipendentemente da dove si trovasse, per un evento musicale. Un punto di svolta sociale.

Non è certo questa la novità. La novità che mi ha colpito, è che siano i Metallica ad aver intrapreso questa iniziativa. Proprio quella Band accusata di oscurantismo e spirito antidemocratico ai tempi della causa (vinta). Altro che artisti egoisti e capricciosi e ottusi. Direi piuttosto professionisti con le palle.

Crediti Foto Jeff Yager
Crediti Foto Jeff Yager


E sono proprio loro che usano la rete, ma in modo diverso, legale e gratuito per ringraziare i propri sostenitori. Considerate che dal punto di vista economico è una bella rinuncia.

La pratica, ad esempio, di trasmettere in diretta un evento in diversi cinema, contemporaneamente, prevede sempre il pagamento di un biglietto…

Diciamo che hanno preso lo spirito orizzontale e free dei Live di Facebook o Periscope, con la loro indubbia ricaduta social, ma portandolo ad uno standard più elevato, realizzando un evento con criteri professionali di alto livello. Non immagino certo che saranno stati usati smartphone per riprendere. Quindi sarà stato anche un investimento di strutture  e risorse molto consistente. Che tale costo sia coperto da sponsor o che altro, quello che alla fine rimane è il gesto di gratitudine verso coloro che in fondo sono la vera roccia su cui posa il successo di un artista: i fan. Se non ci fossero loro, con il supporto, la fiducia, il sostegno, non ci sarebbe nulla. Tanti o pochi che siano, sono fondamentali.

Ma il cambiamento è ciò che mi ha colpito e spinto a scrivere. Il coraggio di non chiudersi di fronte al futuro. È  necessario quanto l’ispirazione. E non solo per chi si occupa di Arte.

[youtube id=”rUb0r1z9aiI”]

Commento su Faremusic.it