Home Musica Il ritorno di Mietta

Il ritorno di Mietta

2354
0
SHARE
Voto Autore

di Marco Fioravanti

Un altro gradito ritorno. Dopo quasi sei anni di silenzio, Mietta ha appena pubblicato non una ma ben due canzoni, “Another dream” e “Non sei solo”, brani inediti contenuti nella colonna sonora del film “Ciao brother”. Nel film, oltre alla stessa Mietta, ci sono il duo comico di Zelig e Colorado, Pablo & Pedro e Benedicta Boccoli. “Non sei solo”, scritto da Mietta con Emiliano Cecere e Oscar Angiulli, è il tema portante della pellicola diretta da Nicola Barnaba. Anche il secondo brano della colonna sonora, “Another dream”, è stato composto da Mietta con Emiliano Cecere e Andrea Gallo.

Il grande talento di Mietta si è sempre diviso tra cinema e canzone. Il suo debutto non avvenne come pensano tanti a Sanremo, ma a RadioUno Rai nel 1987 con la radionovella “Nasce una stella”. Arriva quindi l’incontro con Claudio Mattone che scrive per lei “Sogno” (Sanremo Giovani ’88), e poi con Amedeo Minghi che compone “Canzoni” (SanremoGiovani ’89, vittoria) e la famosissima “Vattene Amore” (SanremoBig ’90, 3rzo posto in coppia con lo stesso Minghi), che fecero di lei la nuova primadonna della canzone italiana. Dotata di una voce particolarmente potente e di una bellezza selvaggia e mediterranea, Mietta è stata all’inizio degli anni ’90 un personaggio spesso presente in tv, nei vari festival e programmi musicali e non. Ha recitato anche in diversi film e fiction, tra cui “La Piovra 8” e “Donne di mafia”, ed ha prestato la voce per il personaggio di Esmeralda nel “Gobbo di Notre-Dame” della Disney, ricevendo un premio internazionale per il miglior doppiaggio.

Negli anni, oltre a diventare anche lei autrice di molte delle sue canzoni, Mietta ha cantato brani di molti dei migliori autori italiani. Dal già citato Minghi a Mariella Nava, da Cocciante a Biagio Antonacci, da Mango a Maurizio Fabrizio, da Simone Cristicchi e Mario Venuti.

Tra le molte contaminazioni musicali che hanno coinvolto Mietta durante la sua carriera, una delle più felici, è stata quella relativa ad una serie di concerti con Dado Moroni nel 2013, per il tour “Dado Moroni incontra Mietta”, un confronto musicale tra un pianista jazz ed una cantante pop. Sul palco presentarono una serie di canzoni tratte da diversi repertori, dalla world music al pop ed ovviamente il jazz.

Mietta, con una voce come la sua, come si fa a non volerla sentire cantare sempre?

Commento su Faremusic.it