Home Scritto da voi Ambra Angiolini: storie di infedeltà tra teatro e spot pubblicitari. Il tempismo...

Ambra Angiolini: storie di infedeltà tra teatro e spot pubblicitari. Il tempismo dello spettacolo che magicamente crea “coincidenze”!

2341
0
SHARE
Voto Autore

di Alessandra M. Segneri

Ebbene sì, anch’io ci sono cascata. Lunedi 9 Novembre, durante la mia diretta in radio ho parlato dell’intervista ad Ambra Angiolini pubblicata il 6 Novembre su “Io Donna”  e ho speso parole molto positive sulle frasi di buon senso e i toni fin troppo pacati che l’attrice usava per descrivere la fine della sua relazione con Renga.

Cito in particolare questo passaggio: “Resto a Brescia. Non so se è la mia casa, ma è giusto continuare qui perché le nostre incertezze non pesino sui bambini. In questo momento devono abitare dove sono cresciuti sinora”.

In realtà ho commentato con entusiasmo altre parti dell’intervista, quelle in cui lei raccontava con glaciale distacco e rassegnazione la scoperta di servizi fotografici che farebbero pensare a un tradimento di Renga: “Non voglio essere rabbiosa né patetica, e vivo quello che sta succedendo come il più grande gesto d’amore che ci siamo regalati, forse il gesto più altruista che siamo stati in grado di fare dopo la nascita dei nostri figli”.

Non ho voluto malignare sulla coincidenza che vede l’attrice protagonista della commedia teatrale “Tradimenti” di Harold Pinter, in scena dall’1 Dicembre a Roma, troppo facile. Mi piaceva il suo modo sereno e quasi poco umano di affrontare la situazione.

Poi questa mattina, mentre faccio colazione con la tv accesa, vedo proprio lei, Ambra, in uno spot che sembra drammatizzare proprio la sua situazione attuale: litiga col compagno (attore che, del tutto casualmente, ha lo stesso look di Renga e lo ricorda molto) e c’è un figlio di mezzo che lei sembra voler allontanare da un affranto papà, vittima appunto della furia di una moglie stronza.

Come un’apparizione ecco che irrompe il sacro duo “Hunziker-Bongiorno”, le indomite eroine dell’associazione “Doppia Difesa” a rimettere le cose a posto: Ambra torna una mansueta casalinga del Mulino Bianco, capisce di essere stata una monella e dichiara che il bimbo potrà vedere il papà ogni volta che vorrà. Finalmente lo spot passa dal bianco e nero al colore e torna la meravigliosa immagine della showgirl e dell’avvocato a chiederci soldi per foraggiare l’associazione “Doppia Difesa“.

Ragionavo sul fatto che una campagna pubblicitaria non si prepara in un giorno. Questo spot compare proprio adesso, insieme a tanti articoli che riportano vicende personali della protagonista del tutto simili alla storia ivi interpretata e ciò mi fa pensare a una coincidenza veramente straordinaria.

Coincidenze appunto. Tutto qua.

Commento su Faremusic.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here