Home Le pillole di A. Salerno Emozioni… Pensieri e parole – La cronaca minuto per minuto

Emozioni… Pensieri e parole – La cronaca minuto per minuto

3715
0
SHARE
Voto Autore

di Alberto Salerno

La trasmissione comincia con un’interpretazione assurda di Loretta Goggi de Il mio canto libero, un modo veramente speciale per rovinare un capolavoro, con delle evoluzioni vocali da Eleonora Duse che si attacca alle tende per la disperazione.

La nostra eroina e’ anche piuttosto stonata, ma evidentemente non se ne accorge. Inizio sconcertante. Cominciamo malissimo. I ragazzi che fanno il coro, poi, dove li hanno presi?
Renato Serio, che è di sicuro un arrangiatore “serio“, mi induce a chiedermi cosa ci faccia li… Mah.

Flashback con una Loretta Goggi agli esordi, tutto in bianco e nero, insieme al grande Lucio. Momento magico spazzato via dal ritorno in studio di Giletti e la Goggi.

Arriva un montaggio con diverse immagini di Lucio, tratte dalle varie trasmissioni alle quali aveva partecipato. In effetti sono immagini viste e straviste, che si trovano tranquillamente su YouTube, compreso il noto duetto con Mina.

Giornalisti in studio, due allegroni: Fegiz e Bartoletti. Poi Mara in collegamento da Milano che ci racconta un episodio a Rieti con Lucio. Non è per essere di parte, ma almeno il suo volto sorridente tira un po’ su di morale.

Altro vecchio filmato di Acqua azzurra acqua chiara.
Giletti ha un entusiasmo nel condurre la trasmissione che sembra partecipare a un funerale, e Bartoletti ci mette un bel carico di suo…clima un po’ tetro. Fegiz parla di Mara e di come faceva la promozione.

hqdefault (1)
Altro flashback con una meravigliosa e bellissima Patty Pravo…quindi si torna in studio con la Patty Pravo di oggi che canta Il Paradiso. OHI OHI… anche qui l’intonazione è relativa. Mi chiedo se hanno un buon ritorno in cuffia. Strano perché di sicuro avranno fatto le prove. Il pubblico in studio non mi sembra emotivamente troppo coinvolto, però è comprensibile, perchè tra l’interpretazione della Goggi e della Pravo non saprei chi scegliere. Ma ecco, che alla fine, il pubblico fa una vera standing ovation alla Patty…Mah.

Nuovo flashback con Lucio in Mi ritorni in mente.
Qui mi prende la nostalgia, ricordando quei tempi in cui avevo soltanto vent’anni. Sono di lacrima facile in questi casi…

Giletti introduce Stefania Sandrelli. Comincia una chiacchierata. Comunque carino quello che dice la Sandrelli riguardo Battisti.
Un altro flashback… Pensieri e Parole, canzone che io ritengo una delle meno riuscite di Lucio, perché l’ho sempre trovata un po’ “antica” rispetto alle cose che scriveva di solito.

Ripropongono per l’ennesima volta lo scontro che ebbe con dei ragazzi in studio a Per voi giovani presentata da Renzo Arbore. Credo che da allora lui decise di non andare più in televisione .

Pubblicità

Torna Giletti con la Sandrelli, ed entra in scena la Tantangelo.
Grazie al cielo e’ vestita non da strafiga, anzi, molto sobria ed elegante. Niente di particolare la sua interpretazione di E Penso a te, ma sull’intonazione nulla da dire. Brava, via. Merita un sette. Resto convinto che Anna, se fosse stata prodotta da gente forte, avrebbe fatto di sicuro una carriera migliore.

Un altro flashback con Anna, capolavoro assoluto…

emozioni-pensieri-e-parole-5-dicembre
Torna la Goggi con Io vorrei…non vorrei…ma se vuoi. Dramma nel dramma. Ma perché canta? Non sente come è superata? Ho sempre stimato Loretta, ha persino cantato delle mie canzoni, ma oggi non si può proprio sentire. Altro pezzo rovinato. Finale da spararsi, quasi recitato da locale francese degli anni trenta. Chissà se Mina sta guardando. Altre belle stonature nel finale, con patetiche evoluzioni canore senza senso. Ci manca solo che pianga e siamo a posto.
Giletti sostiene che è’ stata grandissima…a me viene da sorridere.

Eccola Mina. E che cazzo! Amor mio… mostruosamente bella e brava… Insieme… Io e te da soli. Per favore, andate a scuola…da Lei.

Giletti chiede alla Goggi di fare l’imitazione di Mina… tanto per perdere un po’ di tempo, altrimenti la trasmissione durerebbe troppo poco. Ecco…magari una volta questo tipo di imitazioni facevano anche ridere, ora non più, sono solo molto tristi. Comunque il pubblico applaude.

29 settembre… Battisti con Arbore che sembra davvero un liceale per quanto era giovane.

maxresdefault (1)
Cristicchi ha scelto di interpretare Non è Francesca. Interpretazione molto vicina all’originale. Il che mi fa piacere. Cristicchi mi piace perché non è un superficiale, e in questo caso lo dimostra evitando di fare il fenomeno. Bravo. Merita un sette.

Fegiz ci racconta quale è stata la fortuna di Mogol e Battisti, cioè di essere riusciti a entrare sotto la pelle della gente. Mara conferma, sostenendo che Battisti e dentro di noi.

Mario Biondi canta Una donna per amico, che con lui, a mio avviso, non ha niente a che vedere, completamente fuori contesto. In questo momento mi chiedo perché Mario Biondi, che ritengo un artista formidabile, debba partecipare a trasmissioni di questo tipo. Lo boccio con un quattro. Ma naturalmente il pubblico in studio e entusiasta. Forse io sto vedendo un’altra trasmissione

Ora c’è un signore che recita una poesia, forse dedicata a Mogol. Ah…no, anche a Battisti. Ora, se devo essere sincero, mi verrebbe voglia di cambiare canale e andare su Sky…ma resisto, in attesa che questo signore finisca la poesia… e speriamo faccia presto.

Tocca a Celentano con l’Arcobaleno. Ma lui non è in studio, è un contributo tratto da una delle sue trasmissioni, forse Rockpolitik.

Naturalmente era inevitabile che ci fosse Giulio Mogol. Io l’ho sempre conosciuto come Giulio Rapetti. Non so perché ha voluto cambiare cognome. A me non verrebbe mai in mente di rinunciare al cognome che era quello di mio padre. Non mi sentirei a mio agio con un cognome inventato, preso dal mio pseudonimo come autore, mi sentirei ridicolo… ma, ovviamente, ognuno fa quello che gli pare.

Ora, dato che non ce la faccio proprio a sentire anche Giulio Mogol, chiudo qui questa mia “diretta televisiva“, ribadendo ancora una volta che Rai Uno non è un canale adatto ai miei gusti.

Hasta la vista!

 

Commento su Faremusic.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here