27.7 C
Milano
giovedì, Maggio 19, 2022
No menu items!

Ultimi post

Il Divo o meglio il Divino

di Alberto Salerno

Purtroppo quando si critica qualcuno la gente tende a pensare che lo si fa per invidia o gelosia.

Ma nel mio caso è impossibile perché il signor Michele Canova, che pare ormai essere rimasto l’unico arrangiatore italiano, e verso il quale convergono quasi tutte le più importanti realizzazioni di cantanti italiani… nel mio caso, dicevo, e’ impossibile perché sono stato io, insieme a Mara, a proporgli di realizzare il primo disco di Tiziano Ferro.

Dunque dovrei essere fiero di avere aiutato la discografia italiana ad avere trovato un produttore di studio come lui. Michele aveva senza dubbio talento, grande conoscenza del repertorio internazionale più avanzato e una capacità innata di saper “ispirarsi” bene.

Premesso questo temo che Michele abbia fatto, e stia facendo degli errori. Il primo, e il più grave, è quello di realizzare dischi che suonano quasi tutti uguali, il secondo e’ quello di “sentirsi” un autore di canzoni.

Il fatto è che ormai Canova è diventato una sorta di pifferaio magico, e’ ben incuneato all’interno di un “sistema chiuso”, che non offre alcuna prospettiva ad eventuali concorrenti.
Possibile che non esistano giovani in grado di fare cose interessanti, magari anche meglio di lui?

Personalmente non ho nulla contro Michele, tranne rimproverargli una supponenza e un’arroganza che però hanno sempre fatto parte del suo dna, quindi non gliene si può fare una colpa.

La vera colpa è quella di non avere più fantasia e colpi d’ala. Peccato.

Facebook Comments

Latest Posts

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.