27.3 C
Milano
venerdì, Maggio 20, 2022
No menu items!

Ultimi post

QUARTA CONFERENZA STAMPA DEL FESTIVAL DI SANREMO 2022

Voto Utenti
[Total: 1 Average: 4]

C’è stata oggi la quarta conferenza stampa del 72mo Festival di Sanremo, kermesse con i dati auditel più alti da quando è stato istituito l’Auditel.
.

Oltre ai dirigenti Rai e ad Amadeus, era presente anche l’attesissima Drusilla Foer, al secolo Gianluca Gori. La Sala stampa ha cercato di farle intonare una delle canzoni che più ha amato dello scorso festival di Amadeus, ossia “Ho amato tutto” di Tosca. Ma non c’è stato nulla da fare, non l’ha cantata… Ma resta di fatto che la teatralità di questo personaggio è quanto di più alto e colto si possa avere nel panorama teatrale italiano.

Durante la conferenza interviene il direttore Stefano Coletta ricordando i momenti salienti di ieri sera, da quelli dedicati al razzismo con il commosso intervento di Lorena Cesarini, a quelli comici con Checco Zalone.

Il vicedirettore Claudio Fasulo invece ha ricordato i principali ospiti di questa terza serata, ossia Cesare Cremonini, Roberto Saviano, Anna Valle.

Sulla Nave questa sera ci sarà come ospite Gaia al posto dei Coma Cose risultati positivi al Covid

sanremo

La parola viene poi data ai giornalisti della sala stampa e la protagonista incontrastata e carismatica è lei, Drusilla.

 

Dalla testata Gay.it la prima domanda:

Ieri sera Checco Zalone ha fatto un intervento sui Transgender fortemente omotransfobico, che cosa ne pensa?

Drusilla:

La mia opinione è che ognuno può esprimere la propria arte col proprio pensiero. Non ho un opinione su Zalone. Se porta qualcuno ad avere una convinzione vuol dire che comunque ha un valore. Sono disposta a scansare spesso le mie convinzioni. Riflettendo credo che Checco abbia voluto smuovere le acque e dove ci sono le acque smosse sono sempre contenta, credo sia una televisione irrorata di civiltà. E’ un segno di civiltà.”

Sala Stampa:

Le donne sono tutte diverse e a Drusilla chiediamo: visto che non abbiamo mai avuto donne al comando, se ci fosse una donna alla conduzione del Festival di Sanremo, magari fra sette anni potremmo finalmente eleggere un presidente donna?

Amadeus:

Prendo un attimo la parola, perché ho proposto che l’anno prossimo ci fossero solo donne alla conduzione del Festival.

Drusilla:

Beh sarebbe molto carino, sarebbe un passo in avanti. Io sono per la meritocrazia sempre, sperando che siano in grado di condurlo. A me piacerebbe anche un papato donna, bisogna guardare tutto, io vado oltre. E sarebbe comunque bello avere anche dodici vallettoni sul palco” (Applausi in Sala).

Sala Stampa:

Cosa aggiunge Sanremo al suo percorso artistico?

Drusilla: 

Ragazzi bisogna pendere da qualcosa di prezioso. Per arrivare a un tesoro quello che conta è la caccia. Alla fine di un percorso comprendere se stessi è il vero tesoro. La mia voracità mi mette di fronte a questa esperienza e ne sono molto grata.
Ho avuto un buio assoluto quando me l’hanno proposto. D’istinto ho detto subito si, ho pensato alla scalinata. Ho avuto grande manifestazioni di affetto dalle persone che hanno apprezzato molto la mia presenza a Sanremo, più per quello che dico e per ciò che penso. E questo mi ha dato una grande responsabilità. Sono contenta di essere la bandiera di qualcosa. E io penso e dico tante tante cose.

Sala Stampa:

Cosa farai questa sera?

Drusilla:

Non mi sono preparata molto, spero di divertirmi, non c’è stata molta scrittura autorale, e io sono felicissima di questo.

Sala Stampa:

Sei Magnifica. Cosa l’ha conquistata di un gentiluomo come Amadeus per farle dire SI a Sanremo? Ed esiste un successo del passato del Festival che ama particolarmente?

Drusilla:

Amedeo mi ha sedotto con la cosa che più mi seduce in un uomo, la Naturalezza. Amadeus è un uomo leggibile, naturale….oh poi magari è una carogna tremenda.” (RISATE).

Ho un ricordo del Festival, mio padre che cantava a mia mamma “Dio come ti Amo”. E poi quando vidi un signore molto gentile dire “Chiamami ancora amore”. Ecco quello fu un evento che mi commosse molto.

Sala Stampa:

Drusilla, subito ci ha dato l’idea che dovesse far scandalo o dibattito. Lei non vuole crearlo?

Drusilla:

Guardi il divertimento non è un luogo stupido e dentro il divertimento c’è grande dibattito. Mi farà piacere tirar fuori dei temi, devo ancora decidere. Amedeo non mi fa decidere, lo deciderò all’ultimo, cercherò di onorare quel palco con le mie riflessioni, con il mio pensiero.

Facebook Comments

Latest Posts

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.