6.8 C
Milano
martedì, Gennaio 26, 2021

Vasco Rossi: il nuovo album “palindromo” uscirà il 12 novembre

Vasco Rossi annuncia che tornerà con un nuovo e attesissimo album il 12/11/21, una data che scritta in questo modo risulta una data palindroma

Ultimi post

Gli invisibili fuori da ogni decreto: L’appello degli artisti per chi lavora dietro le quinte

Voto Utenti
[Total: 3 Average: 5]

L’appello degli artisti al Governo con l’hashtag #SeiConNoi❓ per portare alla luce le difficoltà di alcuni settori, come quello della musica, del teatro, del cinema e dello spettacolo in generale, in questo momento drammatico di lockdown. Nello specifico si chiede un supporto e delle risposte certe per tutte quelle maestranze, per tutti quei lavoratori, per tutto l’indotto che fa muovere questi settori, donne, uomini, famiglie che stanno vivendo nell’assoluta incertezza del domani. Basta guardare i numeri: 
4200 eventi saltati, 63 milioni di perdite in bigliettazioni, 120 di perdite in indotto (leggi nostro articolo).  


In questo periodo di quarantena forzata a causa del covid-19 si conoscono bene le priorità della nostra Nazione e del mondo intero. La prevenzione e la guarigione dei cittadini, la cura per questo virus inizialmente catalogato come una semplice influenza ma che negli ultimi periodi ci ha dimostrato la sua aggressività, la soluzione alle mancate entrate dei commercianti e degli operai generici che, con il blocco di tutte le attività lavorative (al di fuori da quelle ospedaliere e di beni primari) non sanno porre rimedio ai pagamenti di affitti e bollette.

Si intuisce quindi che oltre all’occuparsi della salute pubblica, il Governo dovrebbe concentrarsi sulla ripresa economica del paese in grave difficoltà. Siamo tutti liberi di esprimere le nostre perplessità, le nostre preoccupazioni e quando capita di lavorare nel settore dello spettacolo, quando capita di essere sotto i riflettori e di dovere rispondere alle domande dei tuoi fan sugli spettacoli o suoi concerti che dovrebbero essere eseguiti durante questa estate, allora non resta altro che fare appello al Governo stesso, considerando che la categoria degli artisti non è stata menzionata da nessuna parte. Da sempre purtroppo l’arte e la cultura è bistrattata e ignorata quasi come se il mestiere dell’artista fosse di ripiego, senza meritata considerazione da parte delle istituzioni. 

Chiedere l’attenzione delle istituioni da parte del mondo dello spettacolo potrebbe sembrare un argomento di poco conto, ma si pensi per un attimo a quante persone – ad esempio elettricisti, fonici, trasportatori, autori, musicisti, ballerini, tecnici e così via – ci sono dietro la preparazione di uno spettacolo o di un tour di un’artista. Non stiamo parlando dunque solo di intrattenimento, ma di un lavoro complesso che vede impegnate mediamente, per artista, decine e decine di professionisti di ogni settore.

Così ci si ritrova sui social a scambiare idee e a cercare soluzioni, o in programmi televisivi che danno modo di esporre le proprie questioni sul cosa fare e quando. Tiziano Ferro in collegamento da Los Angeles, ospite a Che Tempo che fa (leggi nostro articolo) ha esposto con chiarezza il dubbio sul tour che dovrebbe cominciare a breve, non sapendo se organizzarsi o meno, se coinvolgere personale che ovviamente viene pagato o meno, se avvertire i fan del rinvio delle date al 2021 oppure lasciarli ancora in attesa di buone nuove.

Molti artisti, da Laura Pausini a Fiorella Mannoia, da Alessandra Amoroso a Elisa, da Giorgia a Gianna Nannini, Emma, Vasco Rossi, Ligabue e tantissimi altri, si sono fatti portavoce di tutti gli “invisibili” che lavorano nel mondo dello spettacolo. Lo hanno fatto con un appello preciso rivolto a chi ci governa, una richiesta di tutelare per tutte le maestranze che lavorano nel mondo della musica e dell’intrattenimento.

Appello al nostro Governo perché nessuna voce resti inascoltata.
Chiediamo ai nostri colleghi, a tutti professionisti dello spettacolo e a tutti quelli che come noi amano la musica l’arte e ogni forma di intrattenimento di unirsi in questo momento così delicato’’. 

Così, attraverso il loro canali social gli artisti hanno guardato in faccia la telecamera è hanno fatto dei video, dei veri e propri appelli postati in rete all’unisono così da amplificare il più possibile il messaggio, tutti uniti in una sorta di lettera aperta rivolta allo Stato che, da un po’ di tempo, li ha lasciati in bilico tra la preparazione dei loro tour e la sospensione delle loro attività. 

Questo il testo dell’appello: 

Ogni cosa ha il suo tempo e oggi è ancora il tempo del dolore per chi non c’è più, delle cure ai malati e del sostegno economico, morale e organizzativo da chiedere a gran voce per tutti gli operatori sanitari che sono in prima linea e questa senza dubbio è la priorità. Domani però, nel rispetto di tutti, dovremo ripartire e non possiamo permetterci di dimenticare qualcuno, di lasciare indietro centinaia di migliaia di lavoratori senza colpe e oggi senza prospettive. Non stiamo parlando per noi o di noi. Stiamo parlando di tutti i musicisti, gli autori, i dj, i ballerini, gli operai, i tecnici, i lavoratori specializzati, i professionisti di ogni settore dello spettacolo, i lavoratori senza cassa integrazione, i lavoratori occasionali, tutte le maestranze che lavorano nel mondo della musica e dell’intrattenimento.

Stiamo parlando di chi suona la sera nei locali delle vostre città e di chi insegna musica ai vostri figli. Non sono star, ma è gente che lavora e con quel lavoro ci paga ciò che serve per vivere. Gente che, come tutti, ha il diritto di lavorare. E che come tutti ha il diritto a essere protetto quando, senza alcuna colpa, il lavoro e la dignità vengono messi in pericolo. Di loro, della loro angoscia e del loro disagio economico si parla pochissimo.

Il Paese si appresta a definire la Fase 2 e leggiamo ovunque di iniziative, proposte, modalità che consentiranno una graduale, difficile e doverosa ripresa delle attività produttive e commerciali. Ma non leggiamo mai di cosa accadrà ai lavoratori del mondo dell’intrattenimento. Noi artisti che condividiamo con questi lavoratori una parte fondamentale della nostra vita e conosciamo a fondo le difficoltà che stanno attraversando, ci chiediamo:
Come potranno reggere a una emergenza che diventa sempre più lunga? Come potranno vivere dignitosamente senza neanche la prospettiva di poter, un giorno, tornare a fare il proprio lavoro? Cosa succederà agli eventi di questa estate e a quelli programmati nei mesi successivi? Quando potranno tornare a lavorare?
 
Per questo attendiamo e ci auguriamo: che a tutti i lavoratori del settore, per tutta la fase di emergenza venga assicurato un trattamento economico e previdenziale dignitoso. Che sulla falsariga di quanto già fatto in altre nazioni, si definisca il futuro dei prossimi eventi rispettando e garantendo i diritti di tutti. Che il governo ascolti le varie associazioni di categoria coinvolte e possa offrire all’intero settore un’ipotesi realistica dei tempi in cui poter tornare a lavorare, con risorse concrete che consentano la ripresa delle attività in condizioni di sicurezza, per i lavoratori e per il pubblico.
 
Ci auguriamo infine di rivederci presto. In un club, in teatro, nei palasport, negli stadi, nelle arene e nelle piazze. E quando ci rivedremo, il primo applauso sarà dedicato a loro, ai nostri costruttori di sogni“.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

#seiconnoi❓ Gli artisti della musica: @amorosoof @naliannalisa @biagioantonacci @arisamusic @damalikessa @claudiobaglioniofficial @lucabarbarossa @samuelebersaniofficial @loredanaberteofficial @andreabocelliofficial @brunorisas @giov_caccamo @SergioCammariere @redcanzianofficial @caterinacasellisugar @riccardococcianteofficial @fabioconcatoofficial @paoloconte_official @cesarecremonini @gigidalessioreal @degregoriofficial @elisatoffoli @real_brown @niccfabi @robyfacchinetti @giusyferreriofficial @TizianoFerro @ghali @giorgiaofficial @gianlucagrignaniofficial @raphael.gualazzi @frankiehinrgmc @paolaiezzireal @ilvolomusic @debyiurato @j.axofficial @lorenzojova @achilleidol @levanteofficial @ligabue_official @danielemagro @mahmood @rita.marcotulli @fiorellamannoia @mengonimarcoofficial @francesca_michielin @modaufficiale @morandi_official
@fabriziomoropage @maestro_ennio_morricone @mottasonoio @officialnannini @negramaroofficial @nekfilipponeviani @niccoloagliardi @enriconigiotti @noemiofficial @ginopaoliofficial @tommasoparadiso @laurapausini @pieropelufficiale @maxpezzali @nicolapiovaniufficiale @rafriefoli @ramazzotti_eros @danilo.rea @francescorenga @rita_bellanza @vascorossi @danielesilvestri.official @syriaofficial @annatatangeloofficial @toscadonati @umbertotozziofficial @paolaturci @lauravalente63 @antonellovenditti.official @virginionero @zuccherosugar Con l’appoggio di amici del mondo del cinema, del teatro e dell’intrattenimento: @ambraofficial @ettorebassiofficial @raoulbovagram @paolacortellesireal @lcuccarini @maria_grazia_cucinotta @fradaloja @damoremarco @gianfranco_d_angelo @andrealarossa @ferri.irene @annaferzetti @rosario_fiorello @foglietta.anna @corradoguzzanti @gabriellalabate @TeoMammucari @MarcoMarzocca @gmuccino @Rociommorales @ferzanozpetek @giorgiopanarielloreal @fpannofino @gpasotti @FrancescoPezzulli @leonardo_pieraccioni @luisaranieriofficial @elenasofiaricci_officialpage @nicolettaromanoff @riccarossi @paolinoruffini @veroruggeri @valeriasolarino @marcostabileofficial @lucatommassinire @torrisilaura

Un post condiviso da Fiorella Mannoia (@fiorellamannoia) in data:

Latest Posts

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.