22.6 C
Milano
venerdì, Agosto 7, 2020

Tiziano Ferro ricorda Mango: arriva la cover di “Bella d’estate”

Tiziano Ferro ha postato oggi sui social un messaggio in cui esprime la sua intenzione di pubblicare a breve la cover di “Bella d’estate” di Mango

Ultimi post

Lana Del Rey: “Violet Bent Backwards Over the Grass” la raccolta di poesie da ottobre

Lana Del Rey pubblicherà il 29 settembre il suo primo libro di poesie, una raccolta intitolata "Violet Bent Backwards Over the Grass"

Bastille: nuovo singolo a sorpresa “What you gonna do???” con Graham Coxon – VIDEO

I Bastille tornano a sorpresa con un nuovo singolo e video “What you gonna do???”, realizzato in collaborazione con Graham Coxon

Sam Smith: fuori il nuovo singolo “My Oasis” in collaborazione con Burna Boy

Fuori il nuovo singolo di Sam Smith, “My Oasis” in collaborazione con Burna Boy. “My Oasis” segna l'inizio di un nuovo capitolo per Sam

Niccolò Fabi e HER vincono i premi del festival “Voci per la Libertà– Una canzone per Amnesty”

A Niccolò Fabi e alla cantautrice e violinista pugliese HER vanno i premi della XXIII esizione del festival Voci per la Libertà

Piero Pelù: “Pugili fragili” è il nuovo album di inediti – Conferenza Stampa

Voto Utenti
[Total: 1 Average: 4]

Si intitola ‘Pugili Fragili’ il nuovo album di inediti di Piero Pelù, con il quale l’artista festeggia i suoi 40 anni di carriera.

Un disco sorprendente, che oscilla tra melodie e atmosfere rock, cantautorato, blues, metal, punk, grunge, persino gospel e elettronica. Il tutto arrangiato e prodotto insieme al pluripremiato Luca Chiaravalli.

Un Pelù decisamente in forma, un ‘El Diablo’ carico a pallettoni che ritorna alla grande, dopo quella travolgente performance sul palco del 70° Festival di Sanremo con la sua ‘Gigante’.

piero pelù

Mi sono proprio divertito” –  sottolinea l’artista incontrando la stampa nella sede della Sony Music, la sua casa discografica – “l’ho vissuto benissimo perché l’approccio è stato totalmente easy. Sono arrivato quinto ma non mi interessava la gara, volevo solo festeggiare questi miei quaranta di attività. Nel corso degli anni purtroppo molti miei amici si sono fermati al ‘club 27’, primo tra tutti Ringo De Palma (batterista dei Litfiba, scomparso a 27 anni nel 1990; ndr). Io sono andato avanti senza mai fermarmi e sono arrivato a quell’età in cui, o ti diverti o te ne vai a fare l’orto. Non c’è via di mezzo. Ho scelto la prima soluzione, perché ho ancora troppa energia da esternare”.

Hai una carica incredibile, a Sanremo hai asfaltato tutti!

Il Festival è stato una scommessa, ma sono abbastanza incosciente da non preoccuparmi delle cose. Programmo tutto, ma poi vivo il presente, mi butto, non mi curo delle conseguenze”.

Parli della performance della borsa, che hai ‘scippato’ a una signora seduta in platea durante l’esibizione?

Una Chanel da 5000 euro, vallo a sapere! Correvo e l’agitavo come fosse una borsetta qualsiasi di mia figlia! (ride; ndr).  E’ proprio questa la mia quota di incoscienza, quella che devo coltivare assolutamente. Guai se non lo facessi.”

Parliamo di ‘Gigante’, un pezzo fortissimo che se ti entra in testa è la fine, non ti lascia più.

E’ una canzone nella quale credo molto. Sono stati i ragazzi delle carceri minorili di Nisida a ispirarmi il tema della rinascita. L’ho fatto mio. Sto cambiando pelle, un po’ come quando il serpente fa la muta (come le sue braccia nella cover del disco; ndr) e poi continua la sua vita. In ‘Pugili Fragili’ uso un linguaggio nuovo. E’ un disco che contiene tutta la mia incoscienza ma anche la progettualità. Come dicevo prima sono un istintivo, ma razionalizzo quello che faccio”.

Come è andata la collaborazione con Luca Chiaravalli?

Ah molto bene, è stata un’esperienza positiva e quello che speravo di aggiungere alla mia musica, è arrivato. Si è instaurata un’ottima collaborazione, sia artistica che umana. Infatti… abbiamo litigato sempre ed è stato un calvario! (ride; ndr) Io arrivavo in studio con tutto il mio bagaglio di trio rock alla Stooges, mentre lui andava proprio in direzione (ostinata e) contraria, verso il pop. Le nove tracce dell’album sono il compromesso tra le due forze”.

Ne è valsa la pena però!

Decisamente. E’ un disco che racchiude un po’ tutte le mie anime e i generi che ho toccato in questi anni, da solo o con i miei amatissimi Litfiba. In queste tracce ho cantato questioni importanti legate all’ attualità – dall’ infanzia negata, alla violenza sulla donna, dalla paura del diverso, alle tematiche ambientali”.

Non mancano le collaborazioni…

“Decisamente eterogenee. Da Francesco Sarcina delle Vibrazioni (in ‘Luna nuda’), ad Andrea Appino degli Zen Circus (‘Fossi foco’) e poi Davide Simonetta alle chitarre in un particolare duetto con Greta Thunberg (voce recitante in ‘Picnic all’inferno’) che apre l’album”.

Uno dei pezzi che ami di più del disco?

Sicuramente ‘Nata libera’. ‘Tu arriverai con le tue scarpe rosse corallo, per ballare sui serpenti dell’amore’ E’ un brano contro la violenza sulle donne. Gli uomini devono imparare a gestire le emozioni nel segno del rispetto, superando rotture, mancanze e abbandoni. Una violenza inconcepibile, un vero incubo ormai”.

‘Pugili fragili’: ma Piero in questi anni, ne ha più prese o date?

Quando si vive una vita un po’ estrema come la mia, bisogna essere pronti a incassare o attaccare. Per quello che mi riguarda, tutto questo è circoscritto alla creatività del mio mestiere, ma è un ring continuo e l’avversario cambia in continuazione, sia la musica che il mercato discografico, completamente diverso negli ultimi anni. Il Festival ne è stato la dimostrazione e Amadeus molto coraggioso, nel proporre un ricco ventaglio di generi musicali”.

Oggi esce il disco, poi ci sarà il  firma copie negli instore, e a seguire partirà il ‘Pugili fragili live 2020’. Cosa ci puoi anticipare?

Che sarà un tour divertente, non una celebrazione ma una grande festa. Voglio festeggiare con il pubblico tutta la mia vita straordinaria vissuta in questi anni, ho solo una gran voglia di divertirmi. Arrivato a questo punto non voglio farmi rovinare la festa, da niente e da nessuno”.

piero pelù

Queste le prime date del ‘Pugili fragili live 2020’ – Piero Pelù:

3 luglio a Isola del Castello a Legnano (Milano) – Rugby Sound Festival;
10 luglio in Piazza Castello a Marostica – Marostica Summer Festival;
16 luglio Piazza Castello a Fossano (Cuneo)-  ‘Anima Festival’;
19 luglio Banchina S. Domenico di Molfetta (Bari) –  ‘Oversound Festival’;
23 luglio Valmontone Outlet (Roma) Valmontone Summer Festival;
1 agosto al Teatro della Laguna di Orbetello (Grosseto) –  Festival delle Crociere;
19 agosto Piazza delle Regioni a Presicce (Lecce) – Festival I Colori Dell’Olio;
3 settembre al Teatro Romano di Verona – Verona Folk Festival.

In concomitanza con i concerti, Piero Pelù porterà avanti dove possibile il suo ‘Clean beach tour’, il progetto di Legambiente, nato per sottrarre attivamente e concretamente plastiche e microplastiche all’ambiente.

Il singolo “Gigante” del rocker è accompagnato da un video realizzato da un’idea di Piero Pelù e da Marco Pellegrino che lo ha diretto.

piero pelù

Latest Posts

Lana Del Rey: “Violet Bent Backwards Over the Grass” la raccolta di poesie da ottobre

Lana Del Rey pubblicherà il 29 settembre il suo primo libro di poesie, una raccolta intitolata "Violet Bent Backwards Over the Grass"

Bastille: nuovo singolo a sorpresa “What you gonna do???” con Graham Coxon – VIDEO

I Bastille tornano a sorpresa con un nuovo singolo e video “What you gonna do???”, realizzato in collaborazione con Graham Coxon

Sam Smith: fuori il nuovo singolo “My Oasis” in collaborazione con Burna Boy

Fuori il nuovo singolo di Sam Smith, “My Oasis” in collaborazione con Burna Boy. “My Oasis” segna l'inizio di un nuovo capitolo per Sam

Niccolò Fabi e HER vincono i premi del festival “Voci per la Libertà– Una canzone per Amnesty”

A Niccolò Fabi e alla cantautrice e violinista pugliese HER vanno i premi della XXIII esizione del festival Voci per la Libertà

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.