Home News Flash Ezio Bosso: “Non posso più suonare, ho due dita che non rispondono più...

Ezio Bosso: “Non posso più suonare, ho due dita che non rispondono più bene”

Ezio Bosso, durante un incontro pubblico alla Fiera del Levante a Bari, ha dichiarato:"Se mi volete bene, smettete di chiedermi di mettermi al pianoforte"

336
0
SHARE
ezio bosso
Voto Utenti
[Total: 1 Average: 3]

Il pianista, compositore e direttore d’orchestra torinese Ezio Bosso, durante un incontro pubblico alla Fiera del Levante a Bari, alla presenza del presidente della regione Puglia, Michele Emiliano, ha dichiarato:

Se mi volete bene, smettete di chiedermi di mettermi al pianoforte e suonare. Non sapete la sofferenza che mi provoca questo, perché non posso, ho due dita che non rispondono più bene e non posso dare alla musica abbastanza. E quando saprò di non riuscire più a gestire un’orchestra, smetterò anche di dirigere

Dopo il clamore mediatico che le sue parole hanno suscitato, lo stesso Ezio Bosso ha successivamente voluto precisare sui social quanto da lui detto:

“…continuo a fare musica e meglio di prima. Non mi sono ritirato. Sono felice di ciò che faccio tantissimo (il direttore d’orchestra n.d.r.)… Mi addolora che per quanto combatta contro le strumentalizzazioni, si scade sempre in quel pietismo sensazionalistico e queste cose sì che mi farebbero ritirare davvero“.

 

Ricordiamo che il 48enne Ezio Bosso dal 2011 soffre di una patologia degenerativa e durante l’incontro pubblico a Bari, con accanto il suo cane Ragout, aveva tra le altre parlato di musica e talento:

Il musicista non lo si diventa solo per talento… a un certo punto, soprattutto chi ce l’ha il talento, lo deve dimenticare e fare spazio al lavoro quotidiano, alla disciplina. La musica è come un focolare attorno al quale sedersi, un linguaggio universale che permette a tutti di parlarsi e fare comunità a prescindere dal luogo di provenienza

Commento su Faremusic.it