Home Musica Jova Beach Party, una figata pazzesca – Jovanotti racconta il suo Tour...

Jova Beach Party, una figata pazzesca – Jovanotti racconta il suo Tour sulle spiagge

Solo a lui poteva venire in mente un'idea tanto esplosiva, innovativa ed impegnativa. Jovanotti annuncia il suo progetto estivo 2019: il Jova Beach Party

805
0
SHARE
jovanotti
Voto Utenti
[Total: 4 Average: 4.3]

Solo a lui poteva venire in mente un’idea tanto colorata, esplosiva, innovativa ed impegnativa. Jovanotti, come quando era uno scolaretto (“e la maestra per questo mi punì ingiustamente”), non riesce a stare fermo, chiacchiera senza bisogno di stimolarlo e, in una Milano accesa di luminarie natalizie, ci annuncia il suo progetto estivo 2019: il Jova Beach Party (leggi nostro articolo precedente), una città contemporanea, un villaggio itinerante che toccherà 15 località marine (il via il 6 luglio da Lignano Sabbiadoro) per chiudere il 24 agosto sulle Dolomiti, ai 2.275 metri di Plan de Corones.

Una grande festa su “spiagge vere, quelle della gente”, in un’area grande come tre campi da calcio: dal primo pomeriggio a notte fonda si starà insieme con gli occhi aperti sul mondo tra street food, una consolle a pieno ritmo con ogni genere (dall’afro al funk, dal pop al lento, dal trap all’house…), giochi per i bambini, la possibilità di fare il bagno e persino di essere sposati da Jovanotti o Saturnino.

Jova ci ha visto giusto: “Presumo sempre che quello che piace a me piaccia anche agli altri” e così in 10 ore dall’apertura delle prevendite sono stati “bruciati” 100 mila biglietti, dal prezzo fisso di 52 euro (i bambini fino ad 8 anni entrano gratis).

L’estate – spiega Jovanotti – è la più grande invenzione italiana e io voglio esaltarla. L’estate prossima poi ricorrono i 50 anni dallo sbarco sulla luna e dal festival di  Woodstock. Due eventi diversissimi tra loro, ma simili perché ci parlano del desiderio di andare oltre i confini, di fratellanza e di un’epoca in cui l’idea di Europa cresceva. Erano gli anni della fiducia e dell’ottimismo. Un mondo immaginario che è andato in crisi, ma non dentro di me. Sono cresciuto con le bugie fantasiose di mio papà, potrei scriverci un libro“.

E così è partito proprio dall’idea che la luna sia “la spiaggia dell’universo” e dal desiderio di “lasciare un’impronta” l’ambizioso progetto del Jova Beach Party quello che – come sostiene lui – “finalmente vi porterà nel vero ombelico del mondo”.

In spiaggia – ha spiegato – si possono fare tante cose: è avventura, festa, partenza, arrivo, orizzonte, incontro, contemplazione, divertimento, vacanza, amore, aquiloni….Ma soprattutto in spiaggia si può ballare. Il Jova Beach Party è la costruzione di un luogo, è un format nuovo, una figata pazzesca, la cosa più bella che abbia mai fatto. Io farò pure il dj, il lavoro che so fare meglio. Il tempo e l’esperienza mi hanno insegnato che è importante tenere la pista piena e creare un’onda emotiva intorno a me”.

jovanotti

Jovanotti mentre parla ti trasmette la voglia di essere già lì, su una di quelle spiagge a testare dal vivo quello che lui illustra come “più di un concerto, più di un festival, più di un dj set. È una giornata intera fatta di musica, ospiti, il mio dj set con la band. Ci saranno vari palchi e sarà diverso su ogni spiaggia. Al mio pubblico non farò mancare nulla. Ci saranno tutti i miei successi, ma ci sarà tanto altro perché per me la musica non ha frontiere. E’ un momento fisico ed emotivo, un istinto da condividere, un linguaggio universale, appartiene a tutti, è di tutti”.

E’ impossibile chiedergli qualcosa di più riguardo alla scaletta o ai possibili ospiti perché, al momento, non li sa neppure lui. “Non l’ho ancora chiesto a nessuno – spiega- la mia sarà una scaletta da dj, con lenti e ballabili, e poi canterò canzoni di altri. Non so se ci saranno nuove canzoni o un nuovo album. Ultimamente ho scritto un sacco, ho avuto un fuoco di Sant’Antonio musicale, ma non è detto che faccia uscire qualcosa. Forse sì forse no”.

E, cosa speciale, sarà un tour ecosostenibile, in stretta collaborazione con il Wwf. Jovanotti ha già lanciato un appello al pubblico: “Dovrà lasciare la spiaggia meglio di come l’ha trovata”. Anche questa è una figata pazzesca.

jovanotti

JOVA BEACH PARTY – LE DATE Jovanotti

– 6 luglio, Lignano Sabbiadoro (Spiaggia Bell’Italia)
– 10 luglio, Rimini (Spiaggia Rimini Terme)
– 13 luglio, Castel Volturno (Spiaggia Lido Fiore Flava Beach)
– 16 luglio, Ladispoli (Spiaggia di Torre Flavia)
– 20 luglio, Barletta (Lungomare Pietro Mennea)
– 23 luglio, Olbia (Banchina Isola Bianca Molo Bonaria)
– 27 luglio, Albenga (Lungomare Cristoforo Colombo)
– 30 luglio, Viareggio (Spiaggia del Muraglione)
– 3 agosto, Lido di Fermo (Lungomare Fermano)
– 7 agosto, Praia a Mare (Lungomare Area Dino Beach)
– 10 agosto, Roccella Jonica (Area Natura Village Lungomare Lato Nord)
– 17 agosto, Vasto (Lungomare Duca degli Abruzzi)
– 24 agosto, Plan De Corones (Cima 2.275 metri)

A queste si aggiungeranno altre due date, una in Basilicata il 13 agosto e una nel Nord Adriatico il 20 agosto.

SHARE
Previous articleSfera Ebbasta chi? – Ai concerti ci siamo andati anche noi
Next articleUn dito nel culo, a Corinaldo
Paola Pellai
Classe 1961, una laurea in Lettere Moderne e quasi 30 anni in varie redazioni ad imparare il mestiere più bello del mondo. Tanto Sport, una dose velenosa di Politica, gli Spettacoli come premio e un po' di tutto perché “curiosare” tra le pieghe (e le piaghe) del vivere quotidiano t'insegna a diventare una persona migliore. Caporedattore costretta a un pit stop forzato dalla crisi del mercato, non smetto di fare quello che facevo prima. Scrivere ed organizzare lavoro. Cosa mi manca rispetto a prima? Lo stipendio. Cosa ho in più? La libertà del tempo. Che solo svuotandosi si riempie di significato

Commento su Faremusic.it