25.9 C
Milano
mercoledì, Luglio 8, 2020

David Crosby invita Bruce Spingsteen per un concerto per Joe Biden e la sua campagna elettorale

David Crosby chiama Springsteen, Eagles e Jackson Browne per supportare il candidato democratico Joe Biden alle presidenziali statunitensi

Ultimi post

Bob Dylan, l’ultimo dei migliori in “Rough And Rowdy Ways” – RECENSIONE

“Rough And Rowdy Ways”, uscito il 19 giugno scorso, è il 39° album in studio di Bob Dylan, un musicista “nobile” che ha venduto oltre 125 milioni di dischi

Arriva a Messina il primo albo che riconoscerà il mestiere di musicista

Arriva a Messina la rivoluzione della musica con la fondazione di un albo per musicisti professionisti. a seguito proposta del sindacato autonomo Sacs Cisal

Un viaggio nella vita di MILLE con “La Vita Le Cose” – INTERVISTA

Una voce coinvolgente e diversa dal solito è sicuramente quella di Elisa Pucci in arte Mille, uscita in questi giorni con il singolo "La Vita Le Cose"

Morricone ci lascia e ora siano ancora più soli in un modo di brutta musica

Ennio Morricone è morto stamane a quasi 92 anni. Per la musica è una perdita immane perché viene a mancare un musicista di importanza fondamentale

Per la mia generazione stronza il TALENTO è importante – Per la nuova generazione il talento sono i SOLDI

Voto Utenti
[Total: 6 Average: 3.3]

Sinceramente, non è che mi curi granché dello stile e della profondità di Signorino o di un qualunque altro Sfera Ebbasta, ma visto l’interesse che muove e il modo in cui lo muove, inizio a considerare il loro, un movimento da mettere sotto la lente d’ingrandimento di un sociologo o, rimanendo nel campo, di un musicologo.

Quindi, la domanda che mi balza in testa è: perché?

Voglio dire, ne facciamo solo un ragionamento economico? Cioè, ‘sti tizi piacciono e volenti o nolenti, fanno girare i soldi. Ok, mi sta bene. Però, a questo punto cosa facciamo?

Tutti quegli artisti validissimi che la discografia, major o indipendente che sia, dimentica (e nomi in testa ne ho), che ricorrono all’ autoproduzione e girano in lungo e in largo l’Italia ottenendo consensi, dove li mettiamo? E tutti gli autori che non riescono a lavorare perché non ci sono più produzioni?

Perché è evidente che l’indie (o come cavolo preferite chiamarla), sta smuovendo le masse e crea interesse in un’industria che vede solo nel fatturato il proprio obiettivo, ma è altrettanto evidente che l’alternativa non c’è più. E soprattutto, è evidente che non interessa a nessuno, nemmeno a quelli che la fanno, nemmeno a coloro a cui piace.

Abbiamo lasciato la musica in balia dei piani finanziari e questo è il risultato: la musica si sta riprendendo i suoi spazi, e lo fa alla sua maniera, partendo dai giovani. Solo che questi giovani sono diversi da noi e ha ragione qualcuno quando dice che non abbiamo capito nulla.

Per cui, è vero, non abbiamo capito nulla, perché i primi a aver abbandonato la musica siamo stati noi, non comprando, scaricando più o meno illegalmente, dimenticandola in un angolo o intellettualizzandola quando volevamo sentirci migliori. Beh, io migliore non mi sento, continuo a comprare i dischi ma considero buona parte delle produzioni indie, una vera schifezza.

Auguro loro di crescere e di dimostrarmi di che stoffa sono fatti, perché il talento, al momento, non è pervenuto e scusate ma, per me, per la mia generazione perdente e stronza, questo resta ancora un parametro di giudizio importante.

Latest Posts

Bob Dylan, l’ultimo dei migliori in “Rough And Rowdy Ways” – RECENSIONE

“Rough And Rowdy Ways”, uscito il 19 giugno scorso, è il 39° album in studio di Bob Dylan, un musicista “nobile” che ha venduto oltre 125 milioni di dischi

Arriva a Messina il primo albo che riconoscerà il mestiere di musicista

Arriva a Messina la rivoluzione della musica con la fondazione di un albo per musicisti professionisti. a seguito proposta del sindacato autonomo Sacs Cisal

Un viaggio nella vita di MILLE con “La Vita Le Cose” – INTERVISTA

Una voce coinvolgente e diversa dal solito è sicuramente quella di Elisa Pucci in arte Mille, uscita in questi giorni con il singolo "La Vita Le Cose"

Morricone ci lascia e ora siano ancora più soli in un modo di brutta musica

Ennio Morricone è morto stamane a quasi 92 anni. Per la musica è una perdita immane perché viene a mancare un musicista di importanza fondamentale

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.