Home Le pillole di A. Salerno La TV tritatutto, anche la dignità

La TV tritatutto, anche la dignità

655
0
SHARE
tv
Crediti del FotoMontaggio Immagini: FareMusic - FMD Copyright ©
Voto Autore
Voto Utenti
[Total: 8 Average: 3.5]

di Alberto Salerno

La musica continua imperterrita a essere la bestia nera e, nello stesso tempo, la vittima predestinata della televisione.

Lo dimostra il fatto che per gli MTV Awards sia stato chiamato Francesco Gabbani come presentatore. Non c’è niente da fare, appena nasce un nuovo personaggio la TV lo ingoia. Si, la TV divora chiunque sia ritenuto spendibile per guadagnare qualche punto di share.

Ora è la volta di Gabbani che è sul mercato da solo un anno e con un successo fulmineo, oltre ad essere un musicista anche con una notevole esperienza. Un cantante non fa il presentatore, e lui non ce lo vedo con una cartella in mano alla Carlo Conti, e se lo immagino così mi viene subito una gran tristezza, perché si fa in fretta a trasformarsi da star a un impiegato della televisione.

Mi chiedo cosa abbia spinto Gabbani ad accettare un’offerta del genere, da piccolo cabotaggio. Non credo i soldi, perché Gabbani ha una fortunata tournée in corso che durerà fino alla fine di settembre, ed ha un album in vendita che è già al primo posto in classifica. Perché buttarsi via così? Cosa aggiunge alla sua popolarità attuale la veste del bravo presentatore? Mistero.

La scorsa settimana ho visto Michele Bravi a “Bring The noise“, vestito da pagliaccio per farsi buttare delle palle addosso in un gioco e poi costretto a cantare il pezzo di Sanremo camminando sopra un tapis roulant. Ma un po’ di dignità, no?

Commento su Faremusic.it