Home Le pillole di A. Salerno Il cappello del cantautore

Il cappello del cantautore

1260
0
SHARE
cantautori
Crediti del FotoMontaggio Immagini: FareMusic - FMD Copyright ©
Voto Autore
Voto Utenti
[Total: 6 Average: 3.2]

di Alberto Salerno

Il cappello fa tendenza, diciamolo. Soprattutto se sei un cantautore. Senza il cappello non vali un fico secco, e tutto il resto passa in secondo piano.

Prima di tutto bisogna scegliere il cappello giusto, e in questi casi il cantautore intelligente si fa consigliare da uno stilista, oppure da una persona che possiede una cappelliera, e soprattutto da qualcuno che “cappelle” non ne fa.

Allora vediamo che tipo di cappello potrebbe andare bene per il nostro cantautore ideale.

Per esempio c’è il Patagonia, quello che si usa nella Savana, che fa molto cacciatore, anche se con la musica c’entra poco. Il cappello stile padrino già va meglio, fa molto “mafioso” ed intrigante, ma la “testolina” del cantautore lo indossa bene. C’è lo Scott che è il massimo per i golfisti, ma il nostro cantautore non ama il golf, e anche se lo ama deve fare finta di non amarlo, perché il golf è gioco troppo borghese ormai. C’è l’Army che va molto di moda tra gli ex miliari, ma non va certo bene nel caso specifico, perché per principio il nostro cantautore è contro qualsiasi guerra, fosse anche una guerra difensiva… per cui non sia mai  indossare un capello dalla parvenza militare! C’è il Baseball, ma quest’ultimo va bene per gli sportivi, e il nostro cantautore, gran fumatore, non ama alcun genere di sport.

Insomma, di cappelli ce ne sono davvero tanti, ma alla fine sono certo che LUI sceglierà un Borsalino. Il Borsalino è figo, è elegante, con quello non si sbaglia mia. Poi se le canzoni fanno schifo che te ne frega? E’ il cappello che conta!

Commento su Faremusic.it