16.6 C
Milano
sabato, Aprile 4, 2020

Tosca: Ozpetek firma il video di “Ho amato tutto”

La partecipazione di Tosca all'ultimo Festival di Sanremo è stata senza dubbio la perla più preziosa di tutta la kermesse canora. Il suo brano "Ho...

Ultimi post

MEI e OA Plus riuniscono “L’Italia in una stanza”. Da Jamiroquai e Nek, tutti gli ospiti dello show

Da sabato 4 aprile fino a domenica 5 aprile andrà in onda in diretta streaming, dalle 8 alle 20, sui siti e sulle pagine...

Finale di Amici 19 ai tempi del Coronavirus: Il nulla assoluto!

Con tutto il rispetto per i concorrenti, per i ragazzi, per chi lavora nel programma, per le manovalanze, per la gente che ha profuso...

È morto Bill Withers. Era sua la bellissima canzone “Ain’t No Sunshine”

È morto un maestro, una leggenda, un mito, Bill Withers. A darne notizia è stata la famiglia con un comunicato ufficiale: "Siamo distrutti dalla perdita del...

Coronavirus: “Artisti profondi”, artisti in diretta streaming per la città di Fondi da una idea di Virginio

“Artisti profondi, la musica italiana in diretta streaming per la città di Fondi”, un interessante gioco di parole che dà il titolo ad una...

Report: Gabanelli abbandona, al suo posto Ranucci

Voto Autore

di Angela Paonessa

A chi segue la televisione d’inchiesta giornalistica non sarà sembrato vero l’abbandono annunciato a novembre: Milena Gabanelli, dopo quasi 20 anni di conduzione, lascia Report.

Qualcuno ha provato a fermarmi in passato ma ho sempre resistito“, ha dichiarato la giornalista. Ma quali sono i veri motivi che l’hanno spinta a prendere questa drastica decisione?

Dopo quasi 20 anni Milena Gabanelli lascia la conduzione di Report, storico programma di Rai 3, saldamente identificabile con la sua figura giornalistica.

I motivi che l’hanno spinta a prendere tale decisione non hanno niente a che vedere, a suo dire, “con pressioni dall’alto o con ipotetiche incompatibilità politiche“. Semplicemente si è data una scadenza per non atrofizzarsi, o morire insieme al programma, e per dedicarsi a un nuovo progetto. Report è una di quelle trasmissioni che fin da subito ha attirato l’attenzione del pubblico, non solo per i temi trattati ma anche per il modo in cui i servizi venivano realizzati. Sempre precisi e completi, seguivano uno specifico format di videogiornalismo sperimentato già da Giovanni Minoli che di Report è stato ideatore.

La Gabanelli, collaboratrice e autrice di quel programma che al debutto televisivo, nel 1994, si chiamava Professione reporter e che divenne Report solo nel 1996, rivoluzionò la figura della donna nell’ambiente televisivo, mettendo in primo luogo la sua serietà professionale e la passione per il giornalismo puro.

I temi affrontati nella trasmissione spaziavano da quelli economici a quelli di carattere sanitario, dalle inchieste sugli sprechi pubblici ai disservizi della pubblica amministrazione e senza timore reverenziale verso alcuno: parlava di mafia, di camorra, di ‘ndrangheta tanto liberamente da racimolare querele.

Insieme alle querele, sono arrivati negli anni anche tanti riconoscimenti e premi giornalistici. Il successo della trasmissione e della Gabanelli non è arrivato a caso ma è il frutto di un impegno costante. Nel 2014 per lei ci fu addirittura la possibilità di candidarsi alla carica di Presidente della Repubblica Italiana, grazie al M5S che, in seguito a una votazione online, la scelse come candidata alla più alta carica istituzionale.

Con grande delusione dei suoi fan, Milena Gabanelli rifiutò, dichiarandosi inadeguata al ruolo.

Dunque la Gabanelli lascia. Report ripartirà comunque a Pasqua. A condurre sarà uno dei suoi coautori, Sigfrido Ranucci, al quale facciamo i nostri migliori auguri, certi che non deluderà le aspettative dei telespettatori, affrontando il servizio pubblico giornalistico con lo stesso impegno professionale e umano della sua predecessora.

La Gabanelli si è sempre distinta sia per la serietà del suo lavoro, sin dagli esordi a Mixer e poi come inviata di guerra in Paesi come Cambogia, Vietnam, ex Jugoslavia, Somalia, Cecenia, che per il suo altruismo.

Nel 2008 infatti rifiutò un ambito premio giornalistico a favore di una giovane e meritevole collaboratrice. E siamo certi che con lo stesso entusiasmo affronterà le nuove sfide professionali.

A Milena Gabanelli va il nostro sincero augurio per i futuri successi e la nostra riconoscenza per aver scritto pagine indimenticabili di autentico giornalismo.

 

Latest Posts

MEI e OA Plus riuniscono “L’Italia in una stanza”. Da Jamiroquai e Nek, tutti gli ospiti dello show

Da sabato 4 aprile fino a domenica 5 aprile andrà in onda in diretta streaming, dalle 8 alle 20, sui siti e sulle pagine...

Finale di Amici 19 ai tempi del Coronavirus: Il nulla assoluto!

Con tutto il rispetto per i concorrenti, per i ragazzi, per chi lavora nel programma, per le manovalanze, per la gente che ha profuso...

È morto Bill Withers. Era sua la bellissima canzone “Ain’t No Sunshine”

È morto un maestro, una leggenda, un mito, Bill Withers. A darne notizia è stata la famiglia con un comunicato ufficiale: "Siamo distrutti dalla perdita del...

Coronavirus: “Artisti profondi”, artisti in diretta streaming per la città di Fondi da una idea di Virginio

“Artisti profondi, la musica italiana in diretta streaming per la città di Fondi”, un interessante gioco di parole che dà il titolo ad una...

I piu' letti

LA CANZONE PROFETICA DI GIORGIO GABER: “DESTRA-SINISTRA”

di Roberto Manfredi  C’è una sola canzone che potrebbe sostituire l’inno di Mameli, è Destra-Sinistra di Giorgio Gaber. Non è solo una canzone apparente satirica,...

Analisi del testo “Fin che la barca va”

di Alberto Salerno So che a molti sembrerà strano che io abbia deciso di affrontare l’analisi di questo grande successo di Orietta Berti, scritto da...

Viaggio nelle canzoni: Vattene amore

di Alberto Salerno Sono affezionatissimo a questa canzone, un vero emblema che rappresenta, insieme a poche altre, il Festival di Sanremo. Minghi e Panella ne...

La lunga storia della proprietà dell’Edizioni delle canzoni dei Beatles dal 1963 fino ai giorni nostri

di Claudio Ramponi Per comprendere meglio l'intera vicenda bisogna fare un salto nel passato e conoscere di un personaggio chiave: Dick James. Nato a Londra nel 1920,...

Viaggio nelle canzoni: “Il più grande spettacolo dopo il big bang” di Jovanotti

di Alberto Salerno Jovanotti e "Il più grande spettacolo dopo il big bang" - Fonte Testo Wikipedia: Il brano è caratterizzato da un sound rock,  che il...

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.