Home Scritto da voi L’amore vince sempre perchè noi siamo come l’erba cresciuta su Marte

L’amore vince sempre perchè noi siamo come l’erba cresciuta su Marte

1228
0
SHARE
Voto Autore

Oggi per la rubrica “Scritto da Voi” – in cui inseriamo i migliori scritti in giro nel web – abbiamo scelto un bellissimo e commovente post su facebook apparso sulla bacheca di un ragazzo, Francesco Dell’Acqua. Quanto scritto e quanto leggerete di seguito, fa riferimento al fatto che finalmente in Italia due persone dello stesso sesso, che si amano, possono finalmente “unirsi” (avremmo voluto scrivere la parola “sposarsi” ma sembra che in Italia ci siano ancora alcuni strascichi del medioevo) civilmente. In tutta Italia cominciano già ad essere celebrate le prime unioni, ma ce n’è una in particolare, la prima unione civile tra due uomini avvenuta a Torino, che ha commosso tantissime persone, perchè ad “unirsi” sono stati due persone tenerissime che stavano insieme da ben 50 anniFranco e Gianni, e che hanno rispettivamente 83 e 79 anni. Alla fine della cerimonia uno dei due ha letto un discorso commovente che riporteremo alla fine.

Crediti Foto ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO
Crediti Foto
ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO

 

di Francesco Dell’Acqua

C’è una cosa che mi emoziona tanto.
Da quando le Unioni Civili sono entrate in vigore, le coppie che si stanno sposando, sono per la maggior parte coppie di uomini adulti, a volte molto adulti. Persone che stavano insieme da venti, trent’anni. Da tutta una vita. Senza che nessuno di noi ne avesse davvero la percezione, senza che nessuno di noi lo sapesse, le avesse mai viste.
Mi emoziona, perché questo vuol dire una sola cosa. Che in tutti questi anni di silenzio soffocato sulle nostre vite, di buio da parte di uno Stato, di un Paese che ha fatto come se noi non esistessimo, il nostro amore non si è fermato. Le nostre vite hanno fatto quello che ogni vita cerca sempre di fare, in qualunque condizione e in qualunque tempo: adattarsi per andare avanti e costruire altra vita. Costruire altri amori e legami, nonostante tutto, nonostante l’odio e l’ingiustizia. Nonostante l’insicurezza di esistere solo uno per l’altro, noi lo abbiamo fatto.
Noi siamo l’erba che è cresciuta su Marte. Senza ossigeno e con un sole rovente a bruciarci la testa, ci siamo incontrati, abbracciati, e siamo spuntati dalle rocce rosse. Noi abbiamo preteso l’unica cosa per la quale questa vita, vale ed esiste. Noi abbiamo preteso l’amore, nonostante tutto.
No, in questi quasi settant’anni, dolore e discriminazione non ci hanno fermati, e non lo faranno di certo ora. Non basteranno gli insulti, o qualche sindaco spregevole con i suoi diniego a celebrare il nostro legame. Non basteranno più.
Siamo cresciuti su Marte noi. Sappiamo resistere senza acqua, senza aria, con un sole di lava sulla testa. Già, buffo vero? Ci avete preparati a sopravvivere a tutto, all’ingiustizia e alla cattiveria più amara, senza sapere nemmeno che lo stavate facendo. Ci avete preparato a sopravvivere alle armi peggiori, bastando a noi stessi e cibandoci solo del nostro amore. Esattamente come hanno fatto tutti questi uomini che dopo avere attraversato una guerra, con i capelli bianchi, le mani tremanti e negli occhi gioia e tristezza, si giurano oggi amore.
Guardateci bene in viso: non vedrete mai paura, mai più, ma solo un sorriso. Il sorriso di chi ha appreso l’alchimia di mischiare la gioia col dolore, per crearne un sentimento incredibilmente diverso e resistente. Il sorriso di chi sa di essere sopravvissuto e continuerà a farlo.
Il sorriso di chi ha scavato da solo tra i sassi, il solco dove fare scorrere la vita. E scorre, scorre. Scorre sempre più lontano.
Scorre nonostante tutto. Nonostante Marte.
#lAmoreVince

Crediti Video di Magda Zanoni

Commento su Faremusic.it