Home Musica Premio Fabrizio De Andrè 2016: svelati i 30 semifinalisti della sezione Musica

Premio Fabrizio De Andrè 2016: svelati i 30 semifinalisti della sezione Musica

1118
0
SHARE
Voto Autore

di Paola Maria Farina

La direzione artistica del Premio Fabrizio De Andrè 2016 “Parlare Musica” ha reso noti i nomi dei semifinalisti che concorrono nella sezione “Musica” della quindicesima edizione della rinomata manifestazione. Sotto la guida di Luisa Melis e Massimo Cotto, la commissione ha selezionato trenta semifinalisti dei quali solo dodici accederanno alle finali, dove verranno votati da una giuria, presieduta da Dori Ghezzi.

Per le tre sezioni del Premio (Musica, Poesia e Pittura) la fase conclusiva si svolge a settembre con l’esibizione live dei musicisti in gara e la corresponsione della somma di € 1.000 a ciascun vincitore. Inoltre, la collaborazione con Sounday offre un’ulteriore occasione di visibilità in quanto la compilation ufficiale con i dodici brani 12 finalisti sarà pubblicata su tutti gli store online.

Ma veniamo ai 30 musicisti che accedono alla finale (in ordine alfabetico per nome con relativa canzone):

Adolfo De Cecco con “La neve”
Antonio Langone con “Chiedi alla polvere”
Bah! con “La gente di città”
Beatrice De Dominicis con “Storia d’inverno”
Camin I Dodicianni con “Come Robin di Locksley”
Daniele Arzuffi con “È uguale per tutti”
Efuza con “Montecristo”
Emanuele Ammendola con “Saglie”
Francesco Mircoli con “Ti…”
I Profugy con “Nun da’ retta”
I Treni Non Portano Qui con “Walter White”
Inigo con “Di me e di te”
Isole Minori Settime con “Non cambiare traccia”
Livio Livrea con “Nonostante tutto”
Luca Mele con “Se sapessi cantare come faccio il caffè”
Lucia Donadio con “E allora che sia tango”
Massimo Francescon Band con “Sognando la rivoluzione”
Mizio Vilardi con “La notte porta sempre”
MUD con “Un punto dentro all’universo”
Nunzia Carrozza con “Filastrocca”
Pupi di Surfaro con “Li me’ paroli”
Roberto Ribuoli con “Se solo pesassero qualcosa”
Rosso Petrolio con “Riflessioni sullo schermo del computer”
Samuela Schilirò con “Niente che non sia tutto”
Simone Cicconi con “Canto notturno di un lavoratore errante dell’Europa Unita”
Stefano Palmieri con “Chantal”
Stranivari con “C’est la vie”
Tamuna con “Accussì”
Vito e le Orchestrine con “Ho paura”
Ylenia Lucisano con “Il mondo tra le mani”


Con il patrocinio dalla Fondazione Fabrizio De Andrè Onlus, il Premio Fabrizio De Andrè rappresenta ogni anno uno degli appuntamenti più importanti per il mondo cantautorale italiano. Organizzato da Monna Lisa Srl con la direzione artistica di Luisa Melis, il Premio giunge in questo 2016 alla sua XV edizione mantenendosi fedele all’impegno originario: stimolare la creatività libera nella canzone d’autore. Il che significa sia essere estranei alle mode e alle tendenze del momento sia non piegarsi alle logiche del mercato e del mero guadagno. Solo così l’Arte può davvero germogliare.

Commento su Faremusic.it