Home Musica Vasco e i quattro regali per Natale

Vasco e i quattro regali per Natale

1301
0
SHARE
Voto Autore

di Giuseppe Santoro

Pare stia arrivando nuovo materiale firmato Vasco Rossi. A quanto si legge infatti sulla pagina facebook del cantautore di Zocca (spesso utilizzata dallo stesso Vasco per annunci importanti e “clippini”), entro Natale saranno rilasciate quattro canzoni che faranno parte della sua antologia, si spera definitiva.

L’ultimo album del Blasco, “Sono innocente” del 2014, che è anche il disco che in quell’anno ha venduto di più in Italia, doveva essere il suo ultimo cd fisico, con tutte le canzoni successive destinate alla distribuzione solo attraverso il web e i portali di download.

Le cose sembrano invece cambiate e l’ennesima raccolta del rocker è in uscita entro l’anno, seguita da un concerto evento già programmato per il 1°luglio 2017. Il Parco Ferrari di Modena ospiterà infatti non meno di 100.000 persone pronte a festeggiare i 40 anni di carriera del loro mito e le sessantacinque candeline dell’uomo Vasco Rossi. Un traguardo importante per chi pensava di non vivere così a lungo, per chi cantava “non ci bastano le solite emozioni, vogliamo bruciare”.

E invece è andata diversamente per il ribelle che con la chitarra in mano strimpellava le canzoni di Lucio Battisti (ha dichiarato di essersi sentito un cantante solo in quel momento), diventando negli anni una leggenda del rock all’italiana.

Un personaggio intramontabile che lo scorso giugno ha radunato più di 200.000 persone allo Stadio Olimpico di Roma per le quattro date del suo Live Kom 2016 e che, dopo i problemi di salute degli anni scorsi, non ha nessuna intenzione di riposarsi. Riascolteremo il nostro già questo ottobre in radio con una nuova canzone. Un pezzo che pare sia, per citare le parole dell’autore, “una grande ballata alla Vasco”.
Bentornato allora.

 

SHARE
Previous articleStefano Bollani – una stella del jazz nel cielo delle Dolomiti
Next articleGli Ottavo Richter escono con “GIF” – RECENSIONE
Giuseppe Santoro
Ricco, bello, dolce e simpatico nella vita precedente. In questa invece, nasco a Lecce il 18 luglio del 1989 da una famiglia di professori. Mia madre insegna Lettere in una Scuola Media di provincia e mio padre, adesso pensionato, era insegnante di Educazione Fisica. Dopo il diploma commerciale ho lavorato come impiegato in un Centro di Medicina Nucleare per un anno e mezzo, ma purtroppo in seguito ai tagli alla sanità pugliese, all’inizio del 2011 mi sono ritrovato disoccupato. Nel 2013 ho conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione e adesso frequento la facoltà Magistrale di Lettere Moderne. Importante è stata per la mia formazione professionale, l’esperienza come responsabile comunicazione e social per il sito Cometiveste.it, di cui sono il fondatore con altri due ragazzi. Canto in una band da due anni e adesso ci stiamo dedicando anche allo sviluppo di alcuni progetti inediti. Ho sempre scritto testi musicali, poesie, ma anche saggi brevi sugli argomenti più disparati e nei miei articoli mi piace osservare la società con occhio critico. Oltre a un’ ipotetica carriera nell’ambito dell’insegnamento, molto difficile visti i tempi che corrono, mi piacerebbe continuare a dedicarmi alla critica musicale e sociale. Non amo molto dire cose ovvie e in generale, non mi piace stare dalla parte del più forte. Da un po’ di tempo collaboro con questo blog che credo stia diventando un punto di riferimento importante per chi ama la musica e i suoi retroscena. Spero di essere all’altezza del compito e poter interessare i lettori a quelle che sono le mie idee e i miei pensieri.

Commento su Faremusic.it