3 C
Milano
venerdì, Aprile 3, 2020

Andrà tutto bene, nella speranza che il risveglio ci trovi più umani e grati

Viviamo momenti difficili, costretti da un virus, un'entità quasi invisibile, una semplice sequenza di geni, a cambiare le nostre vite radicalmente, a cambiare le...

Ultimi post

Coronavirus: “Artisti profondi”, artisti in diretta streaming per la città di Fondi da una idea di Virginio

“Artisti profondi, la musica italiana in diretta streaming per la città di Fondi”, un interessante gioco di parole che dà il titolo ad una...

Jack Savoretti e i suoi fan italiani in una canzone per l’Ospedale San Martino di Genova

“Siamo distanti ma uniti, andrà tutto bene e torneremo a cantare” sono alcune delle parole contenute nel bellissimo brano scritto da Jack Savoretti in...

Coronavirus: morto Ellis Marsalis, la leggenda jazz di New Orleans

Il coronavirus si porta via un altro grande artista. Il mondo della musica jazz perde un maestro, un gigante, un mito, Ellis Marsalis, una leggenda...

PEARL JAM ESCONO CON IL NUOVO ALBUM “GIGATON”

I Pearl Jam sono finalmente usciti con l'attesissimo nuovo album “Gigaton” a sette anni da "Lightning Bolt", il primo disco nell’era Trump. Molto spazio...

Canzoni di ieri e di sempre

Voto Autore

di Alberto Salerno

Quando ero piccolo, diciamo intorno ai dodici/tredici anni, le canzoni che consideravo vecchie erano quelle degli anni quaranta/cinquanta, che so… “Grazie dei fior”, “Tango del mare”, “Son tutte belle le mamme del mondo”.

Ma anche chi le cantava mi sembrava vecchio: Claudio Villa, Giorgio Consolini, Carla Boni etc etc. Tutto quel mondo mi sembrava antico, grondava di retorica e arredamenti rococò, era come salire in una soffitta, aprire un baule polveroso e trovarci dentro ninnoli del secolo precedente, ben poco attraenti.

Perché dico questo? Lo dico perché oggi, a un ragazzino di tredici anni, che ha la stessa età che io avevo allora, non può trovare vecchie le canzoni degli anni settanta e ottanta, anzi, più le riscopre e più le ama, capisce la loro essenza, capiscono che hanno un sapore diverso. Non trovano vecchi nemmeno i Beatles, i Rolling Stones, gli Yes, i Pink Floyd, ma neppure Paul Simon o Battisti.

Forse sarà anche perché i loro genitori sono stati i primi a crescere e ad amare quelle canzoni, quegli artisti, e hanno a loro volta cresciuto i loro figli a pane, latte insieme a quella musica che, ancora oggi, risulta essere molto più moderna e coraggiosa di quella attuale.

Latest Posts

Coronavirus: “Artisti profondi”, artisti in diretta streaming per la città di Fondi da una idea di Virginio

“Artisti profondi, la musica italiana in diretta streaming per la città di Fondi”, un interessante gioco di parole che dà il titolo ad una...

Jack Savoretti e i suoi fan italiani in una canzone per l’Ospedale San Martino di Genova

“Siamo distanti ma uniti, andrà tutto bene e torneremo a cantare” sono alcune delle parole contenute nel bellissimo brano scritto da Jack Savoretti in...

Coronavirus: morto Ellis Marsalis, la leggenda jazz di New Orleans

Il coronavirus si porta via un altro grande artista. Il mondo della musica jazz perde un maestro, un gigante, un mito, Ellis Marsalis, una leggenda...

PEARL JAM ESCONO CON IL NUOVO ALBUM “GIGATON”

I Pearl Jam sono finalmente usciti con l'attesissimo nuovo album “Gigaton” a sette anni da "Lightning Bolt", il primo disco nell’era Trump. Molto spazio...

I piu' letti

Analisi Fiori Rosa Fiori Di Pesco

di  Alberto Salerno Prima di passare all’analisi del testo, voglio darvi qualche notizia tecnica sulla realizzazione della canzone. Bè, ovviamente Lucio Battisti, voce e chitarra acustica, Franco...

Come è nata Bella D’estate

di Alberto Salerno  Siamo nel marzo del 1987 e ci troviamo a Bologna, nello studio di Mauro Malavasi, che era stato scelto come arrangiatore del...

Lady Gaga come un’ androide nuda per il lancio di “Chromatica”

Lady Gaga sta per uscire con il suo nuovo album "Chromatica", in uscita il 10 aprile, anticipato dal singolo "Stupid Love". L'artista italo americana sta...

Analisi del testo “Fin che la barca va”

di Alberto Salerno So che a molti sembrerà strano che io abbia deciso di affrontare l’analisi di questo grande successo di Orietta Berti, scritto da...

Beppe Carletti sul cambio del cantante dei Nomadi: “dico ai fan di avere fiducia in noi, e spero capiranno”

di Athos Enrile I Nomadi fanno sempre notizia. La loro storia è infinita e il loro resistere al mutare dei tempi, i loro live sempre...

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.