Home Angolo FANS TIZIANO FERRO di Mariafrancesca NEWS TIZIANO FERRO TRA GINEVRA, LO SPECIAL SU RAI1 E THE YEAR...

NEWS TIZIANO FERRO TRA GINEVRA, LO SPECIAL SU RAI1 E THE YEAR IN VEVO

1095
0
SHARE
Voto Autore

di Mariafrancesca Mary Troisi

Era una mattina come tante (fredda, per intenderci!) in quel di Ginevra.
Il calendario segnava il sei dicembre, giorno del concerto di Tiziano Ferro all’Arena di Ginevra.

L’orologio dava le ore 10 del mattino, più o meno, quando Tiziano su fb annunciava a malincuore di dover cancellare la data della sera stessa a Ginevra, e quella del giorno 8.12 a Monaco.

Buongiorno a tutti!
È più di una settimana che salgo sul palco in condizioni fisiche non ottimali e purtroppo ieri sera dopo il concerto di Zurigo, nonostante le cure e le precauzioni di ogni sorta, ho avuto un crollo. 
Non avrei mai voluto prendere una decisione simile ma sfortunatamente è stata la salute a decidere: purtroppo al momento non riesco a cantare.
Mi scuso con gli amici di Ginevra e Monaco, ma per ora sono costretto a fermarmi. Spero di tornare presto.Mi piange il cuore.
Tiziano”.

Tiziano Ferro dunque cancella le due date in Svizzera e poi “scompare” per alcuni giorni, generando le reazioni “tranquille” dei fans (c’è chi lo dava per “spacciato”, per intenderci).

Per me e la mia amica Vale, che eravamo a Ginevra (solo) per il concerto, è stato un duro “colpo” leggere le sue parole, ma la reazione immediata è stata di solo dispiacere per lui.
Conoscendo un po’ Tiziano, conoscendo il suo non risparmiarsi mai sul palco, prendere una decisione simile deve essergli costato non poco.

Alcuni fans si sono giustamente dispiaciuti per aver perso i soldi di hotel, treno/volo, ma poi l’affetto per Tiziano ha avuto per tutti la meglio. I biglietti dei concerti di Ginevra e Monaco saranno ovviamente rimborsati; inviando una e-mail all’organizzazione dell’evento si avranno indicazioni più dettagliate in merito.

Intanto i fans si chiedevano che fine avesse fatto Tiziano Ferro.
Era stato rapito dagli alieni?

Quel che è certo è che il tour ha ripreso il suo corso, non è stato sospeso completamente, come alcuni articoli in giro per il web erroneamente indicavano. Poche ore prima del concerto di Conegliano, Tiziano stesso, su fb, ha rassicurato i fans, ribadendo la normale continuazione del tour, a partire dalle due date di Conegliano.

Ma … sul palco c’è il vero Tiziano, o una controfigura messa in sostituzione dagli alieni?

In attesa di scoprire la risposta, mentre il fortunatissimo tour si avvicina a battere gli ultimi rintocchi in quel di Firenze, abbiamo due notizie (quasi) fresche fresche.

La prima: chi non ricorda lo special su Rai1, tanto decantato, con protagonista il nostro cantastorie preferito, che doveva in primo luogo essere trasmesso a novembre, poi spostato a gennaio, febbraio, data il #primaopoilovedremo?
Ebbene, Babbo Natale, con un leggero ritardo sulla tabella di marcia (con le renne fa un po’ fatica a essere puntuale, c’ha pure ‘na certa età, insomma!) consegna ai fans dell’artista (dai 6 dischi di platino in saccoccia per l’ultimo album), “Tiziano Ferro – Lo Stadio”, impacchettato sotto l’albero. Il 30 Dicembre, tutti sintonizzati su Rai1, ore 21:20 circa; questa volta la notizia è sicura, c’è tanto di comunicato della Rai, di Giannini (Fabrizio) e di Tiziano stesso.

L’altra notizia, fresca di prima mattina:
Tiziano Ferro vince, nella categoria Italians Do It Better, del The Year in Vevo Awards (un evento della durata di alcuni giorni che si terrà nei prossimi mesi a New York, per celebrare i migliori video di quest’anno scelti dai fans), con il video di Incanto, secondo singolo estratto dalla sua raccolta.

L’anno si conclude nel migliore dei modi, dunque, per Tiziano Ferro, in attesa di accogliere il prossimo, che vedrà l’uscita del suo nuovo album di inediti, a distanza di cinque anni dall’ultimo.

 

SHARE
Previous articleThom Yorke attacca i servizi streaming che paragona ai nazisti che rubavano l’arte nella seconda guerra mondiale,
Next articleMadonna non le manda a dire e chiama i fan “b*tches” per averla fischiata per il ritardo
Mariafrancesca Mary Troisi
Da sempre appassionata alla letteratura italiana, ho iniziato a scrivere da ragazzina. Passione, insieme a quella per la musica, ereditata da mio padre, scomparso quando ero ancora piccola. In breve tempo la penna e il foglio (o lo schermo di un pc) sono diventati il “mio amico fedele”, capace di comprendere perfettamente ogni mio stato d’animo. Dall’età di 6 anni, per circa 8 anni, ho preso lezioni di pianoforte classico, e per due anni consecutivi, ho fatto parte di un coro, partecipando a svariati concorsi, portando il folclore della mia terra (la Campania) in giro per l’Italia. Esperienza, insieme a quella del pianoforte, volutamente accantonata, ma non conclusa, perché il “mondo della musica” ha continuato ad affascinarmi, anche se in altre “vesti”. Ho iniziato, infatti, a scrivere testi di canzoni, sviscerandomi e “confidandomi” in ogni mio testo, scoprendo così, lati di me, sconosciuti anche a me stessa. Per circa un anno ho collaborato con una rivista, scrivendo racconti. Ho partecipato a diversi concorsi di poesia; le poesie sono sempre state scelte per la pubblicazione. Ho avuto il piacere e onore di essere inserita lo scorso anno nell’Enciclopedia dei Poeti Contemporanei, intitolata a Mario Luzi, patrocinata dal Senato della Repubblica, con 3 poesie. Dall’inizio dell’anno ho una sorta di blog su fb, una pagina sui cui appunto considerazioni, riflessioni, e su cui pubblico periodicamente racconti e poesie. Ho provato di recente anche l’esperienza della radio, facendo uno stage /laboratorio full immersion, con alcuni degli speaker più “quotati” attualmente. Esperienza, quella della radio, che riprenderò a breve, senza abbandonare quello che è il mio sogno più grande, ossia continuare a scrivere. Perché paradossalmente sono i sogni l’unica certezza che abbiamo.

Commento su Faremusic.it