Home Musica e Diritto Anche WeTransfer scende in campo e lancia il suo servizio di streaming

Anche WeTransfer scende in campo e lancia il suo servizio di streaming

1183
0
SHARE
Voto Autore

di Victor Venturelli

Quando si dice che la realtà è web, la realtà è social state pur certi che è davvero così.

Non si può certo ignorare quanto ormai le piattaforme sociali, sia in ambito imprenditoriale sia in campo artistico, abbiano pervaso il nostro vivere quotidiano.
Promozione, vendita o semplice volontà di “farsi vedere” da un pubblico più ampio, questa è l’era dei social-network e della rete.

Numerosi gli artisti che si affidano alle piattaforme online per dare voce ai propri pezzi, i propri brani musicali e le nuove produzioni, dai singoli agli album interi.
Spotify, Apple Music, Tidal, sono solo alcune di queste realtà multimediali che offrono un servizio di streaming, acquisto e ascolto online.

Proprio di questi giorni è la notizia che la compagnia tedesca WeTransfer sta lavorando alla creazione di un server ove sarà possibile per artisti, musicisti, cantanti di proporre in ascolto la loro musica.
Con oltre 85 milioni di utenti mensili questa piattaforma si è presa l’onore, e diciamocelo l’onere, di dare una possibilità in più all’artista, che vedrà così l’occasione di presentare online il proprio disco, i propri brani mettendo tutto in streaming.

Maarten Kadiks, vice-presidente della sezione marketing di WeTransfer, assicura come senza far concorrenza alle grandi major del settore, ma semplicemente avendo un ruolo complementare, l’artista sia portato a scegliere direttamente quali prodotti musicali visualizzare e inserire nella piattaforma.

Non vi sarà nessun incasso da parte di WeTransfer (i cui introiti arrivano dalla pubblicità e dagli abbonamenti WeTransfer Plus) ma la volontà di permettere maggiore visibilità all’artista e, soprattutto ai suoi brani; se il problema delle licenze è cosa difficile da risolvere, il fatto che lo stesso musicista sia garante della scelta di quale singolo, album inserire nel network rende le cose più facili e gestibili.

Voci dichiarano che potrebbero già essere pronti alla pubblicazione sulla piattaforma inediti di Madonna e Justin Bieber; anche se dovremo aspettare Aprile 2016 prima che il servizio prenda avvio, la curiosità non manca e, certamente, non possiamo che essere contenti che un’arte come quella musicale possa essere messa alla portata, all’ascolto di tutti.

Commento su Faremusic.it