23.5 C
Milano
sabato, Luglio 11, 2020

Ombretta Colli: “Chiedimi chi era Gaber”, il libro – RECENSIONE

S’intitola "Chiedimi chi era Gaber" il libro scritto a quattro mani da Ombretta Colli con Paolo Dal Bon, presidente della Fondazione Gaber

Ultimi post

Mahmood: fuori il nuovo singolo “Dorado” con Sfera Ebbasta e Feid

Esce il singolo “Dorado” di Mahmood in collaborazione con Sfera Ebbasta. Ai due si aggiunge anche Feid, mentre alla produzione c'è la firma di Dardust

Bob Dylan, l’ultimo dei migliori in “Rough And Rowdy Ways” – RECENSIONE

“Rough And Rowdy Ways”, uscito il 19 giugno scorso, è il 39° album in studio di Bob Dylan, un musicista “nobile” che ha venduto oltre 125 milioni di dischi

Arriva a Messina il primo albo che riconoscerà il mestiere di musicista

Arriva a Messina la rivoluzione della musica con la fondazione di un albo per musicisti professionisti. a seguito proposta del sindacato autonomo Sacs Cisal

Un viaggio nella vita di MILLE con “La Vita Le Cose” – INTERVISTA

Una voce coinvolgente e diversa dal solito è sicuramente quella di Elisa Pucci in arte Mille, uscita in questi giorni con il singolo "La Vita Le Cose"

Lo strano Festival del 1983

Voto Autore

di Alberto Salerno

Si, fu davvero uno strano Festival se pensate che ai primi tre posti arrivarono una certa TIziana Rivale, con una canzone molto tradizionale scritta da Maurizio Fabrizio, quasi come se l’avesse composta con la mano sinistra, quindi Donatella Milani, con un’altra canzone veramente fiacca, che sparì dopo qualche anno, e infine Dori Ghezzi.

Poi, al quarto posto si classificarono i Matia Bazar con la splendida “Vacanze Romane“, ormai un “must“, e al quinto “L’italiano” di Cutugno, una canzone che nel mondo, come successo, e’ seconda solo a Volare. Ma la cosa che lascia più sbalorditi fu l’incredibile venticinquesimo posto di Vasco con “Vita Spericolata“.

Ora, mettiamoci tutta la buona fede che vogliamo, ma come si fa a credere che la gente avesse davvero votato così? Certo, all’epoca c’era il sistema del Totip. Un sistema perverso, perché bastava fare incetta di cartoline dai tabaccai, e via poi si spedivano i voti per posta.

Ma qualcuno disse “gli ultimi saranno i primi“, e solo poche settimane dopo quel famigerato Festival, Vasco Rossi irruppe sul mercato travolgendo tutto e tutti. E quello oggi è riconosciuto come il Festival di “Vita Spericolata”, e non quello di Tiziana Rivale.

Ho sempre difeso il professionista e le capacità di Gianni Ravera, ma temo che quel Festival lo bucò clamorosamente, salvandosi in corner per avere avuto il coraggio di portare nei big un’artista rivoluzionario e contro ogni tendenza come il signor Rossi.

Latest Posts

Mahmood: fuori il nuovo singolo “Dorado” con Sfera Ebbasta e Feid

Esce il singolo “Dorado” di Mahmood in collaborazione con Sfera Ebbasta. Ai due si aggiunge anche Feid, mentre alla produzione c'è la firma di Dardust

Bob Dylan, l’ultimo dei migliori in “Rough And Rowdy Ways” – RECENSIONE

“Rough And Rowdy Ways”, uscito il 19 giugno scorso, è il 39° album in studio di Bob Dylan, un musicista “nobile” che ha venduto oltre 125 milioni di dischi

Arriva a Messina il primo albo che riconoscerà il mestiere di musicista

Arriva a Messina la rivoluzione della musica con la fondazione di un albo per musicisti professionisti. a seguito proposta del sindacato autonomo Sacs Cisal

Un viaggio nella vita di MILLE con “La Vita Le Cose” – INTERVISTA

Una voce coinvolgente e diversa dal solito è sicuramente quella di Elisa Pucci in arte Mille, uscita in questi giorni con il singolo "La Vita Le Cose"

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.