Home Società e Cultura Lady Gaga in American Horror Story – Hotel, tra orge, sangue e...

Lady Gaga in American Horror Story – Hotel, tra orge, sangue e approcci con cadaveri

Lady Gaga nella sua prima vera prova d’attrice in American Horror Story – Hotel, tra orge, sangue e approcci con cadaveri.

1567
0
SHARE
Voto Autore

di Mariafrancesca Mary Troisi

E’ iniziata negli Stati Uniti, sul canale pay FX, la quinta stagione di “American Horror Story“, intitolata “Hotel”, che vede tra i protagonisti, dopo l’abbandono di Jessica Lange, la cantautrice americana di origini italiane, Lady Gaga.

Lady Germanotta non contenta di vestire solo gli abiti (originalissimi il più delle volte) di popstar internazionale, capace di buttare sempre un occhio attento e decisivo a temi sociali e attuali, come ad esempio la lotta contro l’omofobia, ha deciso di mettere in mostra anche le sue doti di attrice, dopo le due parentesi in “Machete Kills” del 2013, e “Sin City – Una donna per cui uccidere” del 2014.

Gaga ha scelto di comunicare attraverso il suo account Instagram la partenza della nuova serie, che mantiene il suo “bel” clima di depravazione, come nelle passate stagioni, postando una foto sua in topless, sporca di sangue e con sigaretta in bocca, mentre mostra strafottente il dito medio.

Nella prima puntata della serie, Lady Gaga – la Contessa, inizia a tracciare il suo personaggio, malvagio, e assettato di sangue umano. Insieme al suo compagno, Donovan, l’attore Matt Bomer, inizia, infatti, a combinarne di tutti i colori.

 


ATTENTION SPOILER!

I due prima adescano in un parco una coppia. E poi via, tutti e 4 protagonisti di in una “bella” orgettina … con sorpresina finale!

Eh già, perché i malcapitati, manco il tempo di finire l’ululato alla luna, che finiscono sgozzati, mentre la Contessa – Gaga si beve il loro sangue (L’acqua non le piace, si vede, e manco il vino).

L’altra scena che la vede protagonista è una scena di sesso con un morto. Pare che la morte porti l’erezione (io non ho mai verificato, non so voi!). E la serie è appena partita!
Roba per stomaci forti, quindi. Io dunque vedrò altro!

x

A quanto pare, però, il creatore della serie Ryan Murphy è decisamente entusiasta della Gaga – attrice.
Ha twittato, infatti, queste parole: ” Lady Gaga è talmente splendida nella quinta stagione di American Horror Story, che ieri le ho chiesto ufficialmente di unirsi alla sesta. Di’ di sì!

In attesa della risposta della cantautrice – attrice (chi più ne ha più ne metta), io per togliermi dagli occhi queste immagini che non digerisco molto bene, stasera mi guarderò un Dvd della Disney, con la luce accesa.

Non si sa mai.

 

Ps. Non è che non guardi scene di sesso o di omicidi. Ma son gli eccessi che mi spaventano, in ogni senso.

SHARE
Previous articleFrancesco Di Giacomo e Rodolfo Maltese o della nuova Teologia
Next articleTIZIANO FERRO: “IL VENTO” NUOVO SINGOLO
Mariafrancesca Mary Troisi
Da sempre appassionata alla letteratura italiana, ho iniziato a scrivere da ragazzina. Passione, insieme a quella per la musica, ereditata da mio padre, scomparso quando ero ancora piccola. In breve tempo la penna e il foglio (o lo schermo di un pc) sono diventati il “mio amico fedele”, capace di comprendere perfettamente ogni mio stato d’animo. Dall’età di 6 anni, per circa 8 anni, ho preso lezioni di pianoforte classico, e per due anni consecutivi, ho fatto parte di un coro, partecipando a svariati concorsi, portando il folclore della mia terra (la Campania) in giro per l’Italia. Esperienza, insieme a quella del pianoforte, volutamente accantonata, ma non conclusa, perché il “mondo della musica” ha continuato ad affascinarmi, anche se in altre “vesti”. Ho iniziato, infatti, a scrivere testi di canzoni, sviscerandomi e “confidandomi” in ogni mio testo, scoprendo così, lati di me, sconosciuti anche a me stessa. Per circa un anno ho collaborato con una rivista, scrivendo racconti. Ho partecipato a diversi concorsi di poesia; le poesie sono sempre state scelte per la pubblicazione. Ho avuto il piacere e onore di essere inserita lo scorso anno nell’Enciclopedia dei Poeti Contemporanei, intitolata a Mario Luzi, patrocinata dal Senato della Repubblica, con 3 poesie. Dall’inizio dell’anno ho una sorta di blog su fb, una pagina sui cui appunto considerazioni, riflessioni, e su cui pubblico periodicamente racconti e poesie. Ho provato di recente anche l’esperienza della radio, facendo uno stage /laboratorio full immersion, con alcuni degli speaker più “quotati” attualmente. Esperienza, quella della radio, che riprenderò a breve, senza abbandonare quello che è il mio sogno più grande, ossia continuare a scrivere. Perché paradossalmente sono i sogni l’unica certezza che abbiamo.

Commento su Faremusic.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here