20.6 C
Milano
lunedì, Agosto 3, 2020

Il consumo di musica rap in Italia cresce del 40%, otto volte di più della media globale

Da “Rap Italia: Battle Royale” a “Plus Ultra”: Spotify presenta il restyling della più importante playlist hip hop italiana

Ultimi post

A CINECITTA’ WORLD L’OLOGRAFIA MADE IN ITALY

Il 29 agosto a Cinecittà World a Roma, dalle ore 20.00 in poi, si terrà a battesimo il primo concerto olografico prodotto in Italia: “Il Brigante”

Neil Young: il ritorno al passato con “Homegrown” – RECENSIONE

Torna Neil Young, classe 1945, con un album registrato però all’età di trent’anni, intorno al 1975, rimasto nel cassetto per quarantacinque anni

MEI 2020: Primi premi e primi ospiti della prossima edizione del Mei

Il MEI 2020, Meeting delle etichette indipendenti, in programma a Faenza (Ravenna) dal 2 al 4 ottobre, ha già assegnato i primi premi

Bocelli, il negazionismo e l’ipocrisia

Bocelli prima prende parte al progetto ONU per dire alla gente di stare attenta al covid e poi partecipa ad un raduno negazionista per dire il contrario

Morto il trombettista Ben Cauley, unico sopravvissuto dell’incidente aereo in cui morì Otis Redding

Voto Autore

Lunedì notte è morto il grande trombettista Ben Cauley. Aveva 67 anni.
La notizia è stata data dalla figlia Shuronda Cauley – Oliver, che ha specificato che il padre è morto al South Methodist Hospital, a Menphis, dove era ricoverato per problemi di salute non meglio specificati.

Ben Cauley, oltre ad essere stato un grande trombettista, nel mondo musicale internazionale era anche noto per essere stato l’unico sopravvissuto nell’incidente aereo che costò la vita a Otis Redding e la sua band di supporto, i Bar-Kays, il mitico gruppo della Stax Records di Menphis, di cui Ben ne fu il fondatore.

73 x 7.878
L’indimenticabile vicenda dell’incidente aereo, avvenuto nel Lago Monona a Madison nel Wisconsin, in cui morì Redding, risale al dicembre del 1967. Ben Cauley, fino a qualche istante prima dell’impatto – come da lui stesso raccontato – stava dormendo, e quando si svegliò vide Phalon Jones, un altro membro della band seduto accanto a lui, guardare fuori dal finestrino e poi gridare. Ben fece in tempo a slacciarsi la cintura di sicurezza, cosa che lo salvò, visto che quando rinvenne, perchè svenuto nelle acque gelide del lago, era aggrappato al cuscino di un sedile per mantenersi a galla.

Con la sua morte, scompare anche un grandissimo musicista, un pilastro della Stax Records di Menphis, uno degli ultimi “maestri” rimasti della “vecchia guardia” dei grandi di Menphis.

R.I.P. Ben…

[youtube id=”cmqBJYSPLMk”]

Latest Posts

A CINECITTA’ WORLD L’OLOGRAFIA MADE IN ITALY

Il 29 agosto a Cinecittà World a Roma, dalle ore 20.00 in poi, si terrà a battesimo il primo concerto olografico prodotto in Italia: “Il Brigante”

Neil Young: il ritorno al passato con “Homegrown” – RECENSIONE

Torna Neil Young, classe 1945, con un album registrato però all’età di trent’anni, intorno al 1975, rimasto nel cassetto per quarantacinque anni

MEI 2020: Primi premi e primi ospiti della prossima edizione del Mei

Il MEI 2020, Meeting delle etichette indipendenti, in programma a Faenza (Ravenna) dal 2 al 4 ottobre, ha già assegnato i primi premi

Bocelli, il negazionismo e l’ipocrisia

Bocelli prima prende parte al progetto ONU per dire alla gente di stare attenta al covid e poi partecipa ad un raduno negazionista per dire il contrario

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.