Home Musica Stromae canta il Cancro in “Quand C’Este” e nel nuovo Video lo...

Stromae canta il Cancro in “Quand C’Este” e nel nuovo Video lo mette in scena. Ed è un capolavoro

E' uscito "Quand c'est?", l'ennesimo estratto dal fortunato album "Racine Carrée" di Stromae​ . Il brano parla del "cancro" (problema che ha afflitto la famiglia dell'artista) e il video che lo accompagna è letteralmente un CAPOLAVORO ARTISTICO. Nella clip viene messa magistralmente in scena la lotta tra l'uomo e la malattia, su di un palcoscenico, che è quello metaforico della vita..e della morte. Con questo Video e questo brano di forte impatto, Stromae si prepara a conquistare anche il mercato Americano dopo aver conquistato ormai l'Europa.

1870
2
SHARE
Voto Autore

di Adrien Viglierchio

Paul Van Haver, in arte Stromae, anagramma della parola “Maestro”, di padre Africano e di madre belga, un trentenne alto ben 190 cm ed esile come uno stelo in movimento, stupisce ancora una volta il pubblico raccontando, nel testo del suo nuovo brano “Quand C’Est” – tratto dal fortunato album “Racine Carrée – un rapporto simbiotico col male del Secolo, il Cancro.

Un argomento forte e difficile che solo un artista come lui può farci digerire nel modo più artistico e voluttuoso possibile. Un male che, come per molti in questo pianeta, ha colpito anche sua madre al seno e suo padre al polmone.

Ma è soprattutto nel video che traspare la genialità, il capolavoro di questo brano. L’artista, nella clip, dischiude la sua incredibile fisicità mimica per regalarci una comunicazione teatrale in bianco e nero, una danza di contrasto tra un “Artiglio Cancerogeno” e le sue continue trasformazioni su un palco – che simboleggia il palco della vita su cui viene messa in scena, la lotta per la sopravvivenza e la morte – e in un teatro in rovina, con poltrone in decadenza, massacrate da questo simbionte alieno verso il nostro corpo e quindi verso il suo racconto lirico.

stromae-clip-quand-cest-cancer-660x373

Inevitabili le contaminazioni cinematografiche di questo Video, che ricordano nettamente le scenografie di Tim Burton e lo stesso movimento alieno del Simbionte del supereroe Venom nello Spiderman 3 di Sam Raimi, una forma aliena che avanza impossessandosi in modo invasivo del corpo altrui, fino a portarlo, come nel videoclip, su, in alto, in un limbo agghiacciante, tentacolare che “trattiene”, una sorta di mondo malvagio, triste, da cui ci si può liberare solo perdendosi nell’universo e lasciando sulla terra, e su quello che fu il palcoscenico della vita, e ora della morte, un corpo inerme e senza anima.

Il brano è musicalmente impeccabile, perché Stromae, pur attingendo a sonorità pop elettroniche, ha creato il suo universo artistico, un suo stile avanguardistico, particolare quanto originale. L’inarrestabile successo che ha ottenuto in Europa, ora si appresta a sbarcare, prossimamente, anche in America, motivo anche dei sottotitoli in inglese che compaiono nel video.

7779721769_stromae-dans-son-nouveau-clip-quand-c-est

Paragonato dai suoi conterranei francesi a Jacques Brel, di lui parlano anche molti suoi colleghi (tipo Madonna , Lorde e altri).

Personalmente lo considero un istrione da ogni punto di vista e non posso che, con i dovuti distingui, associarlo nell’immaginario al nostro grande Adriano Celentano, un uomo che ha sempre Osato e ha sempre Vinto. Stramae lo ricorda in moltissime mosse e mimiche, anche facciali. Non a caso lo stesso Adriano lo nominò ufficialmente sul web per la campagna umanitaria dell’Ice Bucket Challenge.

SHARE
Previous articleApprodi. Avanguardie musicali a Napoli, volume primo
Next articleLa stima
Adrien Viglierchio
Mi occupo di Musica e di Medicina Alternativa Olistica da oltre 22 anni. Unire queste 2 grandi Discipline Insieme è stato lo scopo della mia Vita. Il Pianoforte in Conservatorio, gli studi di Canto, le Esperienze col Jazz per 3 anni, con la Lirica per 7 anni e col Musical in Europa nei 4 anni successivi, mi hanno portato a realizzare il mio Disco d’Esordio Etno Pop “Il Dodicesimo Pianeta” come autore e compositore, mansioni che svolgo tutt’ora per altri Artisti ed Eventi. Ho unito la mia scrittura inserendomi con “La Voce che Guarisce” nel libro Accademia di Canto dell’amica e collega Vocal Coach Danila Satragno, conducendo la rubrica radiofonica “Vibrazioni Musicali” per Radio Oltre Roma e partecipando come special guest all’evento “Lumiere” San Gimignano 2014 con la colonna sonora ufficiale del 12°mo Pianeta. Sempre alla ricerca di Nuove Sculture Sonore in grado di far Vibrare i Grandi, ma soprattutto i Piccoli…i Nuovi Piccoli che dovranno cambiare la Nuova Era. Il Futuro per me è la Musicoterapia…realizzata con Studio, Evoluzione e Consapevolezza.

Commento su Faremusic.it

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here