Home Musica I CAPITANI CORAGGIOSI, CLAUDIO BAGLIONI E GIANNI MORANDI, SU RAI1 AD OTTOBRE

I CAPITANI CORAGGIOSI, CLAUDIO BAGLIONI E GIANNI MORANDI, SU RAI1 AD OTTOBRE

E' iniziata l'avventura dei due "Capitani Coraggiosi" , Claudio Baglioni e Gianni Morandi, in Tour insieme sullo stesso palco. La RAI trasmetterà ad Ottobre uno dei live al Foro Italico a Roma.

2189
0
SHARE
Voto Autore

di Mariafrancesca Mary Troisi

E’ salpata il 10 settembre la nave dei due ”Capitani coraggiosi” – come la canzone omonima scritta da Baglioni per “presentare” il progetto – con 10 appuntamenti al Centrale del Foro Italico.

Ai 10 appuntamenti previsti se ne sono aggiunti, in corso d’opera, altri 2, l’1 e 2 ottobre, con lo stesso scenario del Foro Italico a far da “contorno” a un’avventura che racconta oltre 50 anni di musica italiana. Per l’occasione le telecamere di Rai1 riprenderanno i due concerti, per poi trasmetterli successivamente (pare il 5 e 6 ottobre).

La nave getta dunque la sua ancora immaginaria su Rai1, con l’intento di far vivere (o rivivere, per chi era presente ai live) la sua avventura anche ai tanti “marinai” fans di Baglioni e Morandi, non presenti a Roma, o più semplicemente ai fans della buona musica. E l’avventura dei due capitani sembra davvero partita alla grande, come raccontano le recensioni di chi ha assistito ai concerti che si stanno susseguendo proprio in questi giorni.

12026571_10205995220738595_401876059_n
Il “compromesso storico” a cui accenna Baglioni, la “sfida” lanciata, porta sul palco due personalità differenti, che hanno già dimostrato di sapersi bilanciare reciprocamente, non annullandosi, ma esaltandosi vicendevolmente, con duetti sulla canzone ora dell’uno ora dell’altro, interpretazioni singole di pezzi del proprio repertorio, o canzoni dell’altro, riuscendo a farle “proprie” senza snaturarle, ma entrando nel pezzo con rispetto, quasi chiedendogli il permesso, “lasciandosi prestare”, per una sera, a una voce “che non è la propria”.

Il pubblico (proveniente da tutta Italia) è completamente partecipe, in quest’avventura che si ripeterà per un totale di 12 sere, sotto il cielo della Capitale, accompagnando le canzoni di due artisti che hanno scritto una pagina significativa della musica italiana.

12026694_10205995223298659_1192280189_n
Questo è solo un altro capitolo, che per la prima volta stanno scrivendo insieme.

L’avventura dei due capitani quindi continua, tra un “Sabato pomeriggio” “prestato” a Morandi, un “Non son degno di te”alla Baglioni, e poi una dietro l’altra “Scende la pioggia”, “E tu”, “Questo piccolo grande amore”, “Banane e lamponi” (dove Baglioni suona la chitarra, fa i cori, e accenna anche qualche passo di ballo), “Canzoni stonate” (con Morandi alla chitarra questa volta), i fuori programma tra il pubblico con “Fatti mandare dalla mamma” e “Porta Portese”, poi ancora sul palco insieme a chiudere con “Uno su mille” e “La vita è adesso”, alternandosi tutto il tempo nell’esecuzione singola dei pezzi con il coro, duettando, prendendosi reciprocamente in giro, e accompagnando l’altro al pianoforte (Baglioni) o al contrabbasso (Morandi).

12021990_10205995224818697_1170857935_n
Durante il “viaggio”, in ogni serata sarà omaggiato un artista del passato, fino ad arrivare all’approdo delle ultime due date romane (sono previste, non ancora in via ufficiale, altre date, presumibilmente a Milano e oltre i confini nazionali) che prevedono sul palco l’arrivo di alcuni ospiti, pronti a spiegare le vele insieme ai due artisti.

“O capitani, miei capitani” (cit. di Williams nel “L’attimo fuggente”, riadattata) … ancora buon viaggio!


[youtube id=”3OfLwcK8WEk”]

SHARE
Previous articleLa Vittoria del tennis femminile Italiano in America secondo Vittorio Zucconi
Next articleRibelli col sorriso in bocca
Mariafrancesca Mary Troisi
Da sempre appassionata alla letteratura italiana, ho iniziato a scrivere da ragazzina. Passione, insieme a quella per la musica, ereditata da mio padre, scomparso quando ero ancora piccola. In breve tempo la penna e il foglio (o lo schermo di un pc) sono diventati il “mio amico fedele”, capace di comprendere perfettamente ogni mio stato d’animo. Dall’età di 6 anni, per circa 8 anni, ho preso lezioni di pianoforte classico, e per due anni consecutivi, ho fatto parte di un coro, partecipando a svariati concorsi, portando il folclore della mia terra (la Campania) in giro per l’Italia. Esperienza, insieme a quella del pianoforte, volutamente accantonata, ma non conclusa, perché il “mondo della musica” ha continuato ad affascinarmi, anche se in altre “vesti”. Ho iniziato, infatti, a scrivere testi di canzoni, sviscerandomi e “confidandomi” in ogni mio testo, scoprendo così, lati di me, sconosciuti anche a me stessa. Per circa un anno ho collaborato con una rivista, scrivendo racconti. Ho partecipato a diversi concorsi di poesia; le poesie sono sempre state scelte per la pubblicazione. Ho avuto il piacere e onore di essere inserita lo scorso anno nell’Enciclopedia dei Poeti Contemporanei, intitolata a Mario Luzi, patrocinata dal Senato della Repubblica, con 3 poesie. Dall’inizio dell’anno ho una sorta di blog su fb, una pagina sui cui appunto considerazioni, riflessioni, e su cui pubblico periodicamente racconti e poesie. Ho provato di recente anche l’esperienza della radio, facendo uno stage /laboratorio full immersion, con alcuni degli speaker più “quotati” attualmente. Esperienza, quella della radio, che riprenderò a breve, senza abbandonare quello che è il mio sogno più grande, ossia continuare a scrivere. Perché paradossalmente sono i sogni l’unica certezza che abbiamo.

Commento su Faremusic.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here