Home Musica Luca Carboni, cantautorato e modernità nel nuovo singolo “Luca lo stesso”

Luca Carboni, cantautorato e modernità nel nuovo singolo “Luca lo stesso”

E' in rotazione radiofonica il nuovo singolo di Luca Carboni, "Luca lo stesso", prodotto da Michele Canova. Il brano anticipa l'uscita del nuovo album di inediti del Cantautore, che uscirà ad Ottobre.

1981
0
SHARE
Voto Autore

di Andrea Amendolagine

La nuova stagione discografica si apre con il ritorno in scena di un nome illustre del cantautorato italiano.

Luca Carboni torna in radio, dal 21 Agosto, con l’autobiografica “Luca lo stesso” (Sony Music Italia) che anticipa un nuovo lavoro di inediti in uscita ad Ottobre e prodotto da Michele Canova, lo stesso arrangiatore e produttore  che rielaborò i grandi successi dell’artista bolognese (compresi gli inediti) nel lavoro antologico “Fisico&Politico” pubblicato nel 2013.

Viste le ultime dichiarazioni rilasciate da Laura Pausini su come funziona il sistema della scelta del singolo di lancio di un nuovo disco, ci si chiede sempre quanto “l’aggiornamento” al sound contemporaneo sia voluto oppure imposto dai discografici e dalle radio ad un artista: d’altro canto bisogna anche osservare che se un cantautore rimane sempre sullo stesso stile e non cambia mai, o almeno non lo adegua ai tempi, a lungo termine rischia di “scadere” agli occhi e alle orecchie di un  “grande” pubblico che ascolta la musica in maniera sempre più superficiale e azzardando giudizi avventati senza approfondire la conoscenza di chi si vuole giudicare, limitandosi alla prima impressione (l’era dei Talent ha aumentato il numero dei critici musicali in circolazione).

Da più parti “Luca lo stesso” viene definito come un brano che coniuga il cantautorato moderno al sound internazionale, e così è. Ma brani come questi vengono poi veramente esportati all’estero? Perchè dobbiamo a tutti i costi dimostrare di essere internazionali quando poi, all’estero, veniamo amati ed ammirati per la tradizione melodica italiana? Paradossi del sistema discografico.

Luca lo stesso” è comunque da definire come un pezzo in cui l’originalità della scrittura di Carboni si amalgama perfettamente nella modernità del sound Pop contemporaneo, imposto o voluto che sia, comunicando quindi messaggi interessanti e spunti di riflessione attraverso un “mezzo” musicale giudicato idoneo dalle le radio; la qualità rimane e Carboni dimostra di avere ancora qualcosa da dire ribadendo che l’amore vince su tutte le contraddizioni, contrasti, superficialità e perdita di valori nella società dei Social Networks, osservata dagli occhi di chi la società l’ha capita, raccontata e cantata in 30 anni di carriera, rimanendo sempre lo stesso Luca.

Un ritorno necessario, ed un autunno con in sottofondo un nuovo disco di Luca Carboni, ha sempre qualcosa di speciale.

Qui per ascoltare in Streaming “Luca lo Stesso” su Spotify e per il Download su iTunes

SHARE
Previous articleIntervista a Mario Incudine, sintesi perfetta tra colto e popolare
Next articleC’era una volta un certo Mauro Malavasi
Andrea Amendolagine
Pugliese di nascita ma cresciuto in terra sicula dai tempi delle elementari, il 15 Ottobre 1988 è da Manduria, in provincia di Taranto, che inizio a respirare su questa Terra. Oggi vivo a Siracusa. Appassionato di musica e dischi ancor prima di raggiungere la pubertà, nel corso degli anni maturo un certo interesse per i cantautori italiani. Cerco quindi di accrescere la mia cultura per diventare un "esperto" del settore. Nel 2010 fondo la pagina Facebook "Musica italiana-Tutte le novità" che attualmente conta quasi 15.000 iscritti e rappresenta il mio battesimo nel mondo dell'informazione "fai da te", con la possibilità di dire la mia. Nell'estate 2012 partecipo come giurato ad un contest per chitarristi tenuto in provincia di Taranto. Accanito acquirente di Cd e vinili, credo di ascoltare ed apprezzare l'80% del panorama musicale italiano. Oggi sostengo una teoria tutta mia sulla musica italiana, un po' tradizionalista e un po' innovatrice...

Commento su Faremusic.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here