23.2 C
Milano
mercoledì, Settembre 22, 2021
Voto Autore

Ultimi post

Mietta infiamma il pop d’estate con “Milano Bergamo”

Voto Utenti
[Total: 4 Average: 4]

Preparate la valigia e azionate play su “Milano Bergamo”, la nuova canzone di Mietta disponibile su tutte le piattaforme streaming e download dal 16 luglio per Dafra Music con distribuzione Artist First.

Un intro alla Gangnam Style” e in un attimo partirete per un viaggio di delirante pop firmato Karin Amadori, Valerio Carboni e Vincenza Casati, team artistico che ha curato tutta la nuova produzione dell’artista pugliese.

Incontenibile, travolgente, spinta. Tutto questo è Mietta, Nostra Signora delle note più scoscese, che torna a stupire tuffandosi nell’orgia delle canzoni “tormentone” per l’estate 2021 e scoprendo la parte più erotica, sensuale e selvaggia di sé.

Rosso shock è l’inedita sfumatura che connota la voce e l’evoluzione della Dea di minghiana e manghiana creazione, sempre più libera di giocare con una bellezza e un eclettismo artistico che la rendono iconica e unica nel panorama musicale mondiale. 

Per Daniela – se si pensa ad alcune tracce del suo maestoso passato, tempestato di riconoscimenti d’oro e platino, come “Eccitazione”, “Shisa”, “Fare l’amore” e “Dentro me”l’eros non è un territorio sconosciuto, ma ora esplode con fiammante e orgasmatica intensità. Non a caso nella recente Top 10 delle “Voci più peccaminose” della musica italiana, redatta da OA Plus, svetta incontrastata.

La rinascita pop di Mietta, partita con “Milano è dove mi sono persa” e consolidata con “Cloro” e “Spritz Campari”, si apre dunque ad una nuova ed esaltante fase, carica di malizia e leggerezza.

Daniela/Mietta, che da qualche anno è anche musa jazz di artisti di caratura internazionale come Dado Moroni e Andrea Dessì, racconta così il brano prodotto e arrangiato da Valerio Carboni: «Io ho sempre spaziato tra i generi più diversi sentendomi rimproverare che non avevo una mia identità. Adesso, paradossalmente, dopo tanti anni di carriera ho vinto io: una cifra mia che mi identifica ce l’ho e anche ben precisa: quella di non essere legata ad un genere! Per questo, con felicità, negli ultimi mesi ho registrato brani “contemporanei”, come gli ultimi singoli usciti, che rappresentano un ulteriore nuovo stile col quale fare i conti. Brani difficilissimi da scrivere perché diversamente da altri brani di altri periodi storici, questi non sono destinati all’impegno sociale o a commuovere, ma destinati alla leggerezza, che ha pur sempre del valore».

L’estate con l’arrivo della calura di Mietta si fa rovente e, citando il contagioso refrain del brano, “di più”!

Il videoclip bomba di “Milano Bergamo”, che la vede più nuda che mai e avvinghiata al conterraneo Antonio Lopresto, incoronato “Il più bello d’Italia” nel 2005, è stato realizzato da Mauro Russo e strizza l’occhio alla Beyoncé di “Drunk in love”.

La critica musicale l’ha già incoronata regina assoluta dell’estate. Per Fabrizio Testa di OA Plus “manda tutti a scuola”, “e che le colleghe più giovani, totalmente desessualizzate, inizino a prendere appunti su cosa significhi essere veramente una Diva” (VOTO: 9); per Fabio Fiume di All Music Italia “dà ancora lo stacco a tante altre” (VOTO: 7+); per Ilario Luisetto di Recensiamo Musica “la fa da padrona” ed è “irresistibile” (VOTO: 8).

Daniela è tornata!

TESTO | MILANO BERGAMO

Quando mi chiedi che cosa ne penso

ma in testa hai soltanto un monologo

Quando mi dici che adesso mi ascolti

ma poi guardi sempre il telefono…

Eh ma non ti ricordi niente te?

Lo ripeto cento volte sul divano

ma con la valigia già pronta per Milano Bergamo

E parte un altro monologo

E parte un altro monologo…

 

Ma ci dobbiamo toccare

e non parlarne più

se fare ancora l’amore

ma dalla vita in giù

a volte basta partire

per non amarsi più

e fare tutte le cose che ami di più…

di più di più di più di più di più

di più di più di più di più di più

 

Te lo ricordi quell’ultimo viaggio

dove ti sei sentito libero?

L’ ultima volta che ti sei fermato a contare i cerchi di un albero?

E non ti piace quasi niente

là fuori c’è chi si diverte

Nella tua macchina c’è già una valigia

già pronta per Milano Bergamo.

Succede tutto in un attimo

 

Ma ci dobbiamo toccare

e non parlarne più

se fare ancora l’amore

ma dalla vita in giù

a volte basta partire

per non amarsi più

e fare tutte le cose che ami di più…

di più di più di più di più di più

di più di più di più di più di più

 

Il cinese giù all’angolo

ha un sorriso più grande

Di quello che fischia l’arbitro

non gli frega niente

e non ti sembra bellissimo?

 

Ma ci dobbiamo toccare

e non parlarne più

se fare ancora l’amore

o non ci riesci più

a volte basta partire

e non odiarsi più

e fare tutte le cose che ami di più…

Di più di più di più di più…

Di più di più di più di più…

Di più

Cover del singolo “Milano Bergamo” (2021)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Mietta (@mietta_official)

Clicca qui per mettere “Mi piace” a HIT NON HIT – Blog & Press

Clicca qui per seguire UGO STOMEO su TWITTER

Clicca qui per seguire UGO STOMEO su INSTAGRAM

Facebook Comments

Latest Posts

I piu' letti

[tdn_block_newsletter_subscribe title_text=”Resta in contatto” description=”UGVyJTIwZXNzZXJlJTIwYWdnaW9ybmF0byUyMGNvbiUyMHR1dHRlJTIwbGUlMjB1bHRpbWUlMjBub3RpemllJTJDJTIwb2ZmZXJ0ZSUyMGUlMjBhbm51bmNpJTIwc3BlY2lhbGku” input_placeholder=”Email address” tds_newsletter2-image=”5″ tds_newsletter2-image_bg_color=”#c3ecff” tds_newsletter3-input_bar_display=”row” tds_newsletter4-image=”6″ tds_newsletter4-image_bg_color=”#fffbcf” tds_newsletter4-btn_bg_color=”#f3b700″ tds_newsletter4-check_accent=”#f3b700″ tds_newsletter5-tdicon=”tdc-font-fa tdc-font-fa-envelope-o” tds_newsletter5-btn_bg_color=”#000000″ tds_newsletter5-btn_bg_color_hover=”#4db2ec” tds_newsletter5-check_accent=”#000000″ tds_newsletter6-input_bar_display=”row” tds_newsletter6-btn_bg_color=”#da1414″ tds_newsletter6-check_accent=”#da1414″ tds_newsletter7-image=”7″ tds_newsletter7-btn_bg_color=”#1c69ad” tds_newsletter7-check_accent=”#1c69ad” tds_newsletter7-f_title_font_size=”20″ tds_newsletter7-f_title_font_line_height=”28px” tds_newsletter8-input_bar_display=”row” tds_newsletter8-btn_bg_color=”#00649e” tds_newsletter8-btn_bg_color_hover=”#21709e” tds_newsletter8-check_accent=”#00649e” embedded_form_code=”JTNDIS0tJTIwQmVnaW4lMjBNYWlsQ2hpbXAlMjBTaWdudXAlMjBGb3JtJTIwLS0lM0UlMEElMEElM0Nmb3JtJTIwYWN0aW9uJTNEJTIyaHR0cHMlM0ElMkYlMkZ0YWdkaXYudXMxNi5saXN0LW1hbmFnZS5jb20lMkZzdWJzY3JpYmUlMkZwb3N0JTNGdSUzRDZlYmQzMWU5NGNjYzVhZGRkYmZhZGFhNTUlMjZhbXAlM0JpZCUzRGVkODQwMzZmNGMlMjIlMjBtZXRob2QlM0QlMjJwb3N0JTIyJTIwaWQlM0QlMjJtYy1lbWJlZGRlZC1zdWJzY3JpYmUtZm9ybSUyMiUyMG5hbWUlM0QlMjJtYy1lbWJlZGRlZC1zdWJzY3JpYmUtZm9ybSUyMiUyMGNsYXNzJTNEJTIydmFsaWRhdGUlMjIlMjB0YXJnZXQlM0QlMjJfYmxhbmslMjIlMjBub3ZhbGlkYXRlJTNFJTNDJTJGZm9ybSUzRSUwQSUwQSUzQyEtLUVuZCUyMG1jX2VtYmVkX3NpZ251cC0tJTNF” descr_space=”eyJhbGwiOiIxNSIsImxhbmRzY2FwZSI6IjE1In0=” tds_newsletter=”tds_newsletter3″ tds_newsletter3-all_border_width=”0″ btn_text=”Sign up” tds_newsletter3-btn_bg_color=”#ea1717″ tds_newsletter3-btn_bg_color_hover=”#000000″ tds_newsletter3-btn_border_size=”0″ tdc_css=”eyJhbGwiOnsibWFyZ2luLWJvdHRvbSI6IjAiLCJiYWNrZ3JvdW5kLWNvbG9yIjoiI2E3ZTBlNSIsImRpc3BsYXkiOiIifSwicG9ydHJhaXQiOnsiZGlzcGxheSI6IiJ9LCJwb3J0cmFpdF9tYXhfd2lkdGgiOjEwMTgsInBvcnRyYWl0X21pbl93aWR0aCI6NzY4fQ==” tds_newsletter3-input_border_size=”0″ tds_newsletter3-f_title_font_family=”445″ tds_newsletter3-f_title_font_transform=”uppercase” tds_newsletter3-f_descr_font_family=”394″ tds_newsletter3-f_descr_font_size=”eyJhbGwiOiIxMiIsInBvcnRyYWl0IjoiMTEifQ==” tds_newsletter3-f_descr_font_line_height=”eyJhbGwiOiIxLjYiLCJwb3J0cmFpdCI6IjEuNCJ9″ tds_newsletter3-title_color=”#000000″ tds_newsletter3-description_color=”#000000″ tds_newsletter3-f_title_font_weight=”600″ tds_newsletter3-f_title_font_size=”eyJhbGwiOiIyMCIsImxhbmRzY2FwZSI6IjE4IiwicG9ydHJhaXQiOiIxNiJ9″ tds_newsletter3-f_input_font_family=”394″ tds_newsletter3-f_btn_font_family=”” tds_newsletter3-f_btn_font_transform=”uppercase” tds_newsletter3-f_title_font_line_height=”1″ title_space=”eyJsYW5kc2NhcGUiOiIxMCJ9″]

Facebook Comments