16.4 C
Milano
martedì, Maggio 18, 2021

Ultimi post

Michael Stipe: tra l’amore per l’Italia e la disapprovazione per Trump

Voto Utenti
[Total: 4 Average: 5]


Michael Stipe
è stato ospite in remoto su Sky Uno, nella scorsa puntata di EPCC LIVE di Alessandro Cattelan.

Stipe ha presentato il suo nuovo singolo “No time for love like now” cantando live in collegamento dalla sua casa in Georgia. Durante la commovente esibizione la regia di EPCC ha anche mostrato le scene di una Milano isolata, vuota, ferita ma non sconfitta.

E dato che la canzone è stata scritta qualche mese prima dell’esplosione della pandemia da Covid-19, possiamo quasi parlare di ispirazione profetica da parte dell’ex cantante dei R.E.M. che in questo splendido brano sembra fotografare esattamente la situazione attuale da un punto di vista dei sentimenti e delle emozioni:

Non c’è tempo per l’allegria, non c’è tempo per le discussioni, non c’è tempo migliore di adesso per amare”.

Tre versi che dicono tutto. Tre versi che racchiudono saggezza, consapevolezza, amore. Nel corso della conversazione con Cattelan Stipe ha sottolineato come sia importante approfittare di momenti come questi della pandemia e della quarantena forzata per riscoprire i veri valori della vita, per liberarci di tutte le cose inutili di cui le nostre esistenze sono piene e di fare un RESET della nostra vita, per scoprire che l’unica cosa che può farci superare tutto è solo l’amore.

Amore come quello che l’artista prova per il nostro meraviglioso Paese che lo ha ospitato diverse volte per concerti, per eventi o anche solo per passarci un pò di tempo. Così Stipe ha promesso di tornare presto a trovarci a Milano per un progetto artistico al quale sta lavorando e che avrebbe dovuto tenersi ad ottobre e novembre ma che, per ovvi motivi, sarà spostato a data da definirsi.

Il singer di LOSING MY RELIGION ha anche detto di aver perso, proprio a causa del coronavirus, una persona a lui molto cara, cogliendo l’occasione per criticare aspramente l’amministrazione dell’attuale presidente degli States Donald Trump reo di essere la causa del disastro che il virus sta causando negli Stati Uniti.

Nonostante tutte le avvisaglie che arrivavano dalla Cina e dall’Europa il Tycoon non è stato capace di organizzare per tempo le giuste misure che avrebbero potuto salvare tante vite umane.

Stipe ha poi comunicato di fare parte di un gruppo a New York che si chiama Rise and Resist il cui motto è TRUMP LIES, PEOPLE DIE, il che la dice lunga su quello che è il suo pensiero in merito all’operato di questo presidente e della sua scellerata amministrazone.

Così anche Michael Stipe, a giusta ragione, si aggiunge alla già lunga lista di celebrità statunitensi che reputano Trump come il peggior presidente che la storia americana abbia mai avuto.

Facebook Comments

Latest Posts

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

Facebook Comments