Home Musica LASSOCIAZIONE: ANTEPRIMA VIDEO “CANZONE STORTA”

LASSOCIAZIONE: ANTEPRIMA VIDEO “CANZONE STORTA”

Esce oggi 18 ottobre, in radio e in digitale, “CANZONE STORTA” (laPop), il nuovo singolo del band rock folk LASSOCIAZIONE, estratto dal nuovo album Möi.

167
0
SHARE
lassociazione
Voto Utenti
[Total: 3 Average: 3.3]

Esce oggi 18 ottobre, in radio e in digitale, “CANZONE STORTA” (laPop), il nuovo singolo del band rock folk LASSOCIAZIONE, estratto dal nuovo album Möi.


“Canzone storta” è uno dei cinque brani in italiano del disco ed è dedicata a una persona cara ai membri della band, purtroppo scomparsa recentemente.

Un brano dedicato al proprio padre e al ricordo dei momenti vissuti che non andranno mai perduti ma al contrario resteranno vivi in noi. La mente e il cuore viaggiano e ripercorrono un tempo lontano, così il videoclip, IN ANTEPRIMA QUI DI SEGUITO, restituisce frammenti di vita che solo nelle vecchie pellicole appaiono sbiaditi. Il loro potere evocativo ci commuove ma ci lascia anche la consolazione di come quell’amore sia ancora indelebile e prezioso.

lassociacione

In merito al singolo la band ha dichiarato:

«Il dolore come le stagioni non va allontanato ma attraversato, noi ci abbiamo provato con questa canzone».

Dal 10 maggio è disponibile “Möi”, un album che ha radici profonde nel folk, nel blues, nel Rock’n’roll e nella nostra terra. Un disco che esce dopo anni difficili per la band, che esce nonostante i tempi che la musica d’autore sta vivendo. Dieci brani, di cui cinque cantati nel dialetto dell’Appennino Tosco-Emiliano, che sottolineano il valore che il gruppo attribuisce a questa antica lingua, punto fondamentale e distintivo del proprio viaggio musicale.

lassociazione 

Biografia

Lassociazione è un gruppo folk rock nato dall’incontro di Marco Mattia Cilloni (compositore, voce e chitarra), Giorgio Riccardo Galassi (scrittore) e Gigi Cavalli Cocchi (batterista di Ligabue, C.S.I. e Clan Destino). Formatosi nell’Appennino Reggiano, fin dal suo esordio, il progetto ha fatto breccia nel cuore di un folto pubblico che si è riconosciuto nelle canzoni dove si parla di gente e storie che testimoniano la cultura e i valori della propria terra. Il gruppo, grazie all’attenzione che ha dedicato al racconto della “civiltà dell’Appennino” e al lavoro di recupero dei dialetti del crinale (usato insieme alla lingua italiana), si è guadagnato il riconoscimento come rappresentante del patrimonio artistico-culturale locale, al conseguimento dell’ingresso dell’Appennino Tosco-Emiliano nella rete MaBUnesco. Lassociazione è stata scelta per rappresentare l’Emilia Romagna ad Expo 2015, e nella settimana dedicata alla Regione Emilia Romagna si è esibita al Padiglione Italia. Nei testi si evidenziano temi universali e senza tempo che appartengono ad ogni uomo. Ricorrenti nei contenuti il bisogno della ricerca di un rapporto più rispettoso con la natura ed i suoi elementi, esseri umani compresi. La musica è un incontro tra suoni acustici ed elettriciche si amalgamano in una simbiosi perfetta e dove ogni musicista ha portato la propria differente esperienza. Dal 10 maggio 2019  su etichetta laPop è disponibile il quarto album intitolato “Mòi. I 10 brani contenuti sono metà in italiano e metà in dialetto.

Commento su Faremusic.it