Home Società e Cultura La villa di Franco Battiato a Milo è in vendita – Si...

La villa di Franco Battiato a Milo è in vendita – Si chiede che la acquisti la Siae

Villa Grazia, casa che da quasi quaranta anni è la residenza di Franco Battiato a Milo, a monte di Giarre Riposto, sembrerebbe sia stata messa in vendita

1097
0
SHARE
battiato
Crediti del FotoMontaggio Immagini ©FareMusic - FMD Copyright
Voto Utenti
[Total: 1 Average: 4]

Villa Grazia, casa che da quasi quaranta anni è la residenza di Franco Battiato a Milo (Catania), a monte di Giarre Riposto, è stata messa in vendita.

La notizia che ormai è stata ripresa dai più importanti media nazionali, non è stata commentata nè della famiglia del cantautore, nè dallo stesso artista, convalescente dopo una malattia che lo sta costringendo lontano dalle scene (leggi nostro articolo). Anzi, l’annuncio di vendita dell’immobiliare Remax Platinum, con cui si chiedevano un milione 350 mila euro per l’immobile, ora è stato addirittura ritirato e cancellato.

Crediti del FotoMontaggio Immagini ©FareMusic - FMD Copyright

Ma nonostante ciò, in rete stanno girando foto (che mostrano angoli della villa con diverse camere da letto, tre bagni e due piscine, che si estende per 780 metri e ha un parco di un ettaro) e video della villa, il cui prezzo di vendita non viene comunicato.

Voci dicono che l’abitazione sarebbe stata messa in vendita dai familiari di Battiato.

In molti si sono mossi affinchè la villa ora non finisca in mani sbagliate. E per questo motivo è stata lanciata la proposta che ad acquistare la residenza sia la Siae.

battiato

La proposta di salvaguardare Villa Grazia di Franco Battiato è approdata con una petizione addirittura su Change.org in cui si chiede “alla SIAE l’acquisto per uso archivio-museo delle opere dell’artista ed attività culturali, consentendo a Battiato di abitarla finché sarà in vita[…]Evitiamo altre tristi vicende che spesso hanno seguito la scomparsa di numerosi artisti italiani. Evitiamo che la villa di Battiato finisca nelle mani di chi non sappia valorizzarla”.

Commento su Faremusic.it