17.5 C
Milano
giovedì, Giugno 4, 2020

FESTIVAL MUSICALI DELL’ESTATE 2020 ANNULLATI

Quasi tutti gli appuntamenti estivi con la musica dal vivo, compreso i Festival, sono stati cancellati o rimandati a causa della pandemia

Ultimi post

Kareem Abdul-Jabbar: “Il razzismo in America è come la polvere nell’aria, sembra invisibile, ma ti sta soffocando”

Per la rubrica “Scritto da Voi” abbiamo scelto un articolo, pubblicato sul Los Angeles Times, del campione di basket Kareem Abdul-Jabbar in cui spiega il razzismo in America

#TheShowMustBePaused: il mondo musicale si ferma per protesta contro il razzismo

Oggi 2 Giugno l'industria musicale si unisce alla lotta al razzismo in un’iniziativa senza precedenti per dire basta: #TheShowMustBePaused

America a ferro e fuoco – Proteste del mondo della musica contro il razzismo e Trump

In America molti personaggi del mondo della musica chiedono giustizia per la morte di George Floyd scagliandosi contro Trump  

LO STUPIDARIO CULTURALE DA CATENA SOCIAL

C’è gente che perde tempo sui social a postare giochini inutili sui dieci dischi o i dieci film più belli della loro vita, nominandosi tra loro e facendo incazzare chi le catene non le ha mai sopportate

Il Kobra perde il pelo, ma non il vizio – Lo show della Rettore ad “Ora o mai più 2”

Voto Utenti
[Total: 9 Average: 3.4]

Miss Rettore sta rivivendo un momento di nuova popolarità essendo stata insignita della carica di giudice nella trasmissione di Rai 1 Ora o mai più 2, condotta da Amadeus.

Dopo aver partecipato per poche puntate a “Tale e quale show” nel 2017 e poi aver abbandonato per non meglio specificati problemi di salute, quest’anno è tornata su Rai 1 ed è diventata una delle protagoniste della trasmissione, ma in senso negativo.

Tralasciando i commenti sul suo look e sul suo viso rigidamente finto, si è contraddistinta per una delle sue più evidenti qualità, la presunzione e la maleducazione.

Ha duramente criticato il testo, insieme alla signora Vanoni e a Red Canzian, di “Vattene amore” di Minghi, nello stupore del Minghi stesso, testo scritto da Pasquale Panella, che certamente non è uno sfigato qualsiasi. Se poi pensiamo alla profondità dei testi di certe sue canzoni, come “Kobra”, “Lamette” o “Donatella”, non si capisce veramente da che pulpito vengano le critiche.


rettore

Poi critica Barbara Cola, dicendo che potrebbe andare in spiaggia a vendere i gelati, affermazione sommersa dai fischi del pubblico e dalle urla di Toto Cutugno “Ma tu sei scema. Come ca**o fai? Ma tu non sei mica normale. Rettore, fatti vedere, non sei normale“.

Nella prima puntata invece ha criticato le canzoni di Orietta Berti, definendole “Questo è ciò che odio della musica italiana”. Ovviamente la signora Berti non è stata zitta, definendo Donatella “una vipera”.

Questi atteggiamenti, questa maniera di sfottere non sono nuovi per Miss Rettore. Si sono scritte pagine e pagine sui rapporti burrascosi con Mia Martini e Loredana Bertè, si ricordano ancora le liti con Marcella e Anna Oxa a Sanremo 1986. E gli apprezzamenti negativi su Mina sono anch’essi famosi e ridicoli.

Ma questo atteggiamento, che ha caratterizzato la sua carriera specialmente quando il successo ha iniziato a latitare, ha origini più lontane…

rettore

Anno 1978. dopo due sfortunate partecipazioni a Sanremo e un unico singolo di successo ma solo in Germania “Lailolà”, la signorina Donatella Rettore viene presa come valletta in un programma della neonata Antenna 3 Lombardia, “Ric & Gian Show”. All’inizio si nota solo per essere una bella ragazza, alta, magrissima e biondissima, ben diversa dall’immagine casereccia presentata al Festival.

Con il passare delle puntate, oltre a presentare il suo singolo della svolta “Eroe”, inizia ad intervistare i vari cantanti ospiti dello show, iniziando con il suo giochetto che continua anche adesso. Gli artisti di turno erano sue vittime, faceva le domande sfottendoli in continuazione come se lei fosse una diva consumata… Da lì a poco sarebbe esplosa con “Splendido Splendente” e il suo ego sarebbe tracimato totalmente.

Alla fine cosa ci troviamo? Un’artista che si comporta come una ex prima donna della canzone italiana, che sembra essere sempre in attesa del definitivo rilancio, piena di rancore e sempre con il dente avvelenato con tutti. L’ultima suo trovata è stato l’annuncio che pubblicherà un nuovo disco, lanciandolo addirittura da New York… 
Esagerazione o meno, l’unica cosa certa che comunque rimane è che certi suoi atteggiamenti finiscono con lo svilire solo se stessa e la sua stessa storica carriera, comprese tutte le cose buone da lei fatte.

Latest Posts

Kareem Abdul-Jabbar: “Il razzismo in America è come la polvere nell’aria, sembra invisibile, ma ti sta soffocando”

Per la rubrica “Scritto da Voi” abbiamo scelto un articolo, pubblicato sul Los Angeles Times, del campione di basket Kareem Abdul-Jabbar in cui spiega il razzismo in America

#TheShowMustBePaused: il mondo musicale si ferma per protesta contro il razzismo

Oggi 2 Giugno l'industria musicale si unisce alla lotta al razzismo in un’iniziativa senza precedenti per dire basta: #TheShowMustBePaused

America a ferro e fuoco – Proteste del mondo della musica contro il razzismo e Trump

In America molti personaggi del mondo della musica chiedono giustizia per la morte di George Floyd scagliandosi contro Trump  

LO STUPIDARIO CULTURALE DA CATENA SOCIAL

C’è gente che perde tempo sui social a postare giochini inutili sui dieci dischi o i dieci film più belli della loro vita, nominandosi tra loro e facendo incazzare chi le catene non le ha mai sopportate

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.