15.8 C
Milano
martedì, Aprile 7, 2020

Eurovision Song Contest 2020 ANNULLATO

E da giorni che girava la notizia dell'annullamento dell’Eurovision Song Contest 2020 e ora si è arrivati a questa decisione. A causa dell’emergenza sanitaria per...

Ultimi post

Turchia: morta l’attivista e cantante Helin Boker dopo 228 giorni di sciopero della fame

Si è conclusa così la battaglia di Helin Boker cantante dei Grup Yorum, band simbolo della sinistra turca fin dagli anni Ottanta, che dopo...

MEI e OA Plus riuniscono “L’Italia in una stanza”. Da Jamiroquai e Nek, tutti gli ospiti dello show

Da sabato 4 aprile fino a domenica 5 aprile andrà in onda in diretta streaming, dalle 8 alle 20, sui siti e sulle pagine...

Finale di Amici 19 ai tempi del Coronavirus: Il nulla assoluto!

Con tutto il rispetto per i concorrenti, per i ragazzi, per chi lavora nel programma, per le manovalanze, per la gente che ha profuso...

È morto Bill Withers. Era sua la bellissima canzone “Ain’t No Sunshine”

È morto un maestro, una leggenda, un mito, Bill Withers. A darne notizia è stata la famiglia con un comunicato ufficiale: "Siamo distrutti dalla perdita del...

Tappa barese del “Domino Tour” di Malika Ayane – RECENSIONE

Voto Autore

di Francesca De Luisi e Katia Losito

Il “Domino Tour“, concerti live che promuovono l’omonimo album, uscito il 21 settembre 2018 su etichetta Sugar, di Malika Ayane è arrivato anche a Bari, con le sue due serate diverse, pensate per location e spettacoli differenti.

Le location scelte sono state Il TEATROTEAM, dove si è esibita il 16 gennaio e noi di Faremusic eravamo presenti, e il Demodè, dove era attesa lo scorso venerdi 18, ma il concerto è stato annullato come spiega lei stessa in un post su Instagram:

Si comunica che il concerto fissato per questa sera presso il Demodè  è  stato annullato. A seguito di una verifica amministrativa comunicata solo nella tarda serata di ieri, si è rilevata l’assenza di un documento necessario per la regolare tenuta dell’evento. La struttura dal suo canto, dati i tempi ristrettissimi, non ha potuto avviare a questa mancanza formale, pur attivandosi immediatamente. Demodè è profondamente dispiaciuto per l’inconveniente“.

A distanza di due anni da “Naif” la cantautrice torna  con il suo quinto progetto discografico, elaborato e scritto tra Milano, Londra e Parigi, grazie e prodotto insieme ad Axel Reinemer e Stefan Leisering al Jazzanova Recording Studio di Berlino. Questo è stato anticipato dalla pubblicazione del brano “Stracciabudella” e “Sogni tra i capelli”.

Malika Ayane
Crediti Foto Francesca De Luisi

Al fianco di Malika Ayane, cantante elegante e raffinata, che con la sua voce incarna uno stile tutto personale, modernissimo e insieme un po’ jazz vecchio stile, non sono mancati i musicisti che  la stanno accompagnando nel corso di tutto il tour: Nico Lippolis alla batteria, Jacopo Bertacco alla chitarra, Marco Mariniello al basso, Carlo Gaudianello al piano e Daniele Di Gregorio alla marimba.

Per quanto riguarda la scaletta delle canzoni, sono stati eseguiti gli inediti del nuovo album “Domino”come “Tempesta”, con cui Malika diventa crooner e abbraccia arrangiamenti motown/soul,  “Cose che ho capito di me” o “Questioni di forma”, il brano più filosofico dell’album. E sono state riproposte anche le canzoni più famose della Ayane, che hanno caratterizzato i suoi dieci anni di carriera artistica e discografica dall’uscita del suo primo album “Malika Ayane” nel 2008.

La scenografia non è di quelle vistose, ma senz’alto è  singolare. Ed è cosi che Malika si è esibita : in tutta la sua sobria singolarità. Cinque cubi, come cinque camere in cui ogni musicista abita da solo. Non si guardano mai tra di loro, ma il groove è perfetto. Malika appare sovrastando il pubblico dal tetto del cubo centrale. Alcuni teli la eclissano parzialmente.

Malika Ayane
Crediti Foto Francesca De Luisi

Qualcuno dietro di noi si lamenta preoccupato: “Ma questi teli staranno davanti per tutto il concerto?”. Malika comincia a cantare e siccome la intravediamo soltanto, ci concentriamo solo sulla sua voce suadente, pulita e precisa. Finisce il primo pezzo e finalmente staccano i teli. Il pubblico sospira felice e rimane estasiato mentre la cantautrice, avvinta in un tessuto aereo, scende acrobaticamente ed elegantemente  sul palco e abbraccia il pubblico, dando inizio al concerto e facendo il suo primo cambio d’abito, in un fasciato da sera rosso fuoco.

Osserviamo i particolari di questo bellissimo spettacolo, ma uno su tutti spicca inconfondibile: la sua voce. Una di quelle che riconosceresti ovunque e tra mille.

Qualcosa però è cambiato nella sua tecnica vocale !!! E se un cambiamento c’è, allora  è da dieci e lode!!!

Ci  sembra che abbia in qualche modo mitigato quel suo suono molto particolare , qualche volta a dire la verità, un po’ esasperato. Speriamo però che si tratti solo di una moderazione e non di una vera e propria transizione verso una vocalità completamente diversa. Non sarebbe la prima  volta che in questi anni assistiamo ad un “cambio” vocale di un artista.

Malika Ayane
Crediti Foto Francesca De Luisi

A volte potrebbe trattarsi di una naturale evoluzione del cantante sotto il profilo tecnico/ artistico. A volte invece, certi cambiamenti sono vere e proprie scelte  ragionate in funzione di ciò che i produttori ritengono vada più di moda. E allora devi abituare il pubblico pian pianino, cosi che la trasformazione  non risulti brusca.

E infatti lei stessa, dedicando  la seconda parte della scaletta ai romantici ci fa drizzare le orecchie quando ringrazia “tutti coloro che negli ultimi 10 anni ci sono sempre stati sin  da quando lei andava di moda anche più della Nutella o delle scarpe da ginnastica con la scritta di plastica”.

Certo accontentare la moda di questi tempi senza omologarsi è una sfida. Ma abbiamo voglia di diversità senza esagerazioni. Ed è cosi che questa straordinaria artista ha cantato ben 26 canzoni. Raccontandole una ad una, con eleganza e semplicità,  senza fronzoli e senza eccessi. Impeccabile nelle dinamiche, sia nei forti mai urlati sia in quei difficili “pianissimo”  mai stimbrati. Di quelle finezze canore che oggi senti fare sempre più raramente. In definitiva questo concerto è stato meraviglioso in tutta la sua coerenza scenica e musicale e il pubblico ne è stato a dir poco entusiasta.

Malika Ayane
Crediti Foto Francesca De Luisi

Prossime date del DOMINO TOUR di Malika Ayane:

20 gennaio LECCE TEATRO POLITEAMA GRECO
23 gennaio CATANIA TEATRO METROPOLITAN
24 gennaio PALERMO TEATRO GOLDEN
1 febbraio VARESE TEATRO OPENJOBMETIS
2 febbraio TRENTO SANBAPOLIS
3 febbraio TRENTO AUDITORIUM SANTA CHIARA
4 febbraio UDINE TEATRO NUOVO GIOVANNI DA UDINE
8 febbraio BRESCIA LATTEPIÙ
9 febbraio BRESCIA DIS-PLAY
14 febbraio PADOVA GRAN TEATRO GEOX
15 febbraio RONCADE (TV) NEW AGE CLUB
16 febbraio REGGIO EMILIA TEATRO ROMOLO VALLI
17 febbraio TANETO DI GATTATICO (RE) – CIRCOLO ARCI FUORI ORARIO
23 febbraio CHIASSO -TEATRO DI CHIASSO

 

Malika Ayane
Crediti Foto Francesca De Luisi

Si ringrazia la www.vurroconcerti.net di Pasquale Vurro e la sua preziosa collaboratrice Greca Colamartino

Qui il comunicato per le info sull’annullamento del concerto del 18 gennaio:

A causa di un una verifica amministrativa effettuata poche ore prima dell’evento, la direzione del Demodè club ci ha comunicato che le attività musicali programmate non potevano tenersi. Per cui il concerto di Malika Ayane programmato per il 18 gennaio 2019 non si è potuto svolgere regolarmente.

Comunicheremo lunedì 21 gennaio la data in cui potrà essere chiesto il rimborso dei biglietti acquistati presso  i punti vendita e quelli acquistati online direttamente a Ticketone.

Ci riserviamo, d’intesa con il Demodè, di individuare e annunciare l’eventuale nuova data.

Le inviate di FareMusic Francesca De Luisi e Katia Losito con Greca Colamartino (al centro) della Vurro Concerti

Latest Posts

Turchia: morta l’attivista e cantante Helin Boker dopo 228 giorni di sciopero della fame

Si è conclusa così la battaglia di Helin Boker cantante dei Grup Yorum, band simbolo della sinistra turca fin dagli anni Ottanta, che dopo...

MEI e OA Plus riuniscono “L’Italia in una stanza”. Da Jamiroquai e Nek, tutti gli ospiti dello show

Da sabato 4 aprile fino a domenica 5 aprile andrà in onda in diretta streaming, dalle 8 alle 20, sui siti e sulle pagine...

Finale di Amici 19 ai tempi del Coronavirus: Il nulla assoluto!

Con tutto il rispetto per i concorrenti, per i ragazzi, per chi lavora nel programma, per le manovalanze, per la gente che ha profuso...

È morto Bill Withers. Era sua la bellissima canzone “Ain’t No Sunshine”

È morto un maestro, una leggenda, un mito, Bill Withers. A darne notizia è stata la famiglia con un comunicato ufficiale: "Siamo distrutti dalla perdita del...

I piu' letti

Analisi del testo “Fin che la barca va”

di Alberto Salerno So che a molti sembrerà strano che io abbia deciso di affrontare l’analisi di questo grande successo di Orietta Berti, scritto da...

LA CANZONE PROFETICA DI GIORGIO GABER: “DESTRA-SINISTRA”

di Roberto Manfredi  C’è una sola canzone che potrebbe sostituire l’inno di Mameli, è Destra-Sinistra di Giorgio Gaber. Non è solo una canzone apparente satirica,...

Viaggio nelle canzoni: Vattene amore

di Alberto Salerno Sono affezionatissimo a questa canzone, un vero emblema che rappresenta, insieme a poche altre, il Festival di Sanremo. Minghi e Panella ne...

Viaggio nelle canzoni: “Il più grande spettacolo dopo il big bang” di Jovanotti

di Alberto Salerno Jovanotti e "Il più grande spettacolo dopo il big bang" - Fonte Testo Wikipedia: Il brano è caratterizzato da un sound rock,  che il...

La lunga storia della proprietà dell’Edizioni delle canzoni dei Beatles dal 1963 fino ai giorni nostri

di Claudio Ramponi Per comprendere meglio l'intera vicenda bisogna fare un salto nel passato e conoscere di un personaggio chiave: Dick James. Nato a Londra nel 1920,...

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.